14 marzo 2013

Bayern Monaco vs Arsenal 0-2: una vittoria inutile eppure preziosa

Ci voleva una grossa impresa e non un miracolo – come ho detto alla vigilia – perciò gli unici da ringraziare per il grande risultato raccolto all’Allienz Arena, casa dei vice campioni d’Europa in carica, non ci guardano dall’alto dei cieli ma erano presenti (presentissimi) in Baviera: penso in primis ad Arsène Wenger, la cui strategia molto più guardinga di quanto ci si attendesse e le cui scelte di formazione hanno sopreso in negativo prima del fischio d’inizio e più che in positivo dopo il fischio finale.
Penso a Lukasz Fabianski soprattutto, protagonista di un prova autoritaria; penso a Laurent Koscielny, autore anch’egli di una prova solida e attenta – con la ciliegina del gol della speranza sul finale di partita.

Purtroppo – e siamo al tasto dolente – il due a zero rifiliato ai bavaresi non è bastato per strappare la qualificazione al turno successivo, ma questo non deve in alcun modo deprimere nè i giocatori, nè i tifosi.
Come un anno fa, anche se in condizioni diverse, ci siamo fermati ad un passo dal compiere un’impresa storica ma questo risultato non potrà che fare un gran bene al morale dei Gunners: il Bayern Monaco non perdeva dal 23 Ottobre scorso e pareva impossibile che restasse all’asciutto contro la difesa dell’Arsenal, invece ecco che pur non brillando gli uomini di Arsène Wenger hanno tenuto a secco i finalisti dell’anno scorso e si sono permessi il lusso di far sudare freddo una delle squadre candidate alla vittoria finale.

Non può e non deve bastare questo a far contento un Club che si vuole ambizioso come l’Arsenal, tuttavia una vittoria inutile potrebbe immediatamente trasformarsi in un carburante ideale per la rincorsa a quel quarto posto fondamentale per il futuro dell’Arsenal.
Difendiamo da squadra come fatto a Monaco, giochiamo compatti e umili come sul terreno dell’Allianz Arena, mostriamoci cinici come fatto di fronte a Manuel Neuer e il traguardo minimo della stagione potrebbe essere raggiunto.

Ci aspetta lo Swansea, guai a scivolare ora su questa pericolossissima buccia di banana: Bayern, Swansea o Reading, affrontiamole tutte con lo stesso piglio.
Altimenti sarà una disfatta.


COMMON ARSENAL!

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti