venerdì 19 luglio 2013

Bacary Sagna vuole restare e prolungare, la dirigenza cosa sta aspettando?!


In un’intervistarilasciata al Mirror, Bacary Sagna ha spazzato via ogni possibile pettegolezzo che lo vorrebbe in procinto di lasciare i Gunners per accasarsi a Parigi, Monaco o addirittura in Qatar o Arabia Saudita.
Il francese si è dichiarato impaziente d’iniziare la nuova stagione con l’Arsenal e pronto a prolungare il suo soggiorno a Londra oltre la natural scadenza del contratto, prevista per il 30 Giugno 2014.

Se Arsène Wenger e il direttivo saranno in sintonia con i desideri del terzino ex Auxerre, la telenovela legata alla permanenza di Bacary Sagna all’Arsenal si concluderà con un nuovo contratto, dal quale però le parti sembrano ancora essere lontane sia economicamente che – nodo principale – per quanto riguarda la durata del nuovo accordo : come da prassi, infatti, Arsène Wenger sarà reticente all’idea di offrire un rinnovo su più stagioni ad un giocatore che sta entrando nella fase discendente della carriera ed è reduce da una doppia frattura della tibia nello spazio di appena dodici mesi; d’altro canto, il difensore si appresterà verosimilmente a porre la firma sull’ultimo contratto della propria carriera e vorrà quindi monetizzare al massimo quest’ultima possibilità.

A quanto si può dedurre, la trattativa non è ancora nemmeno iniziata e quindi è preferibile concentrarsi sull’importanza del rinnovato entusiasmo del francese, tutt’ora uno dei migliori esterni difensivi presenti nel panorama inglese.
Se fosse confermata la presenza di Bacary Sagna anche per la stagione che si appresta a cominciare, il primo a beneficiarne sarebbe proprio Carl Jenkinson, per quanto a molti tutto ciò potrebbe suonare stridente.

Siete infatti in tanti a premere perchè l’inglese venga promosso titolare, io però non sono affatto d’accordo : per quanto volenteroso, determinato, abile crossatore e con enormi margini di miglioramento, Carl Jenkinson non offre le stesse garanzie di un Bacary Sagna in perfetta forma psicofisica.
Il bagaglio d’esperienza, le qualità fisiche e l’abilità difensiva del francese sono ancora nettamente superiori rispetto a quanto Jenkinson possa offrire, perciò sono ben lieto di (ri)accogliere nell’undici titolare un terzino dello spessore di Sagna.

Il valore aggiunto della presenza del francese è incalcolabile per Carl Jenkinson, che potrebbe continuare il suo percorso di crescita brillantemente iniziato due stagioni fa ed essere pronto quando il passaggio del testimone verrà effettuato.
Il fatto che l’ex difensore del Charlton sia stato premiato con un nuovo, lungo contratto, che sia stato scelto per lanciare la nuova divisa da trasferta e sia parte integrante del « British Core » lascia intendere quanto il terzino sia ritenuto importante per il futuro del Club ; per quanto possa non esserlo sul campo, Carl Jenkinson è senza dubbio un titolare per Arsène Wenger, bravissimo a scovarlo e a lavorare duro sulle lacune del giovane inglese.

Se Bacary Sagna dovesse partire, il primo a risentirne sarebbe proprio Carl Jenkison perchè gli scenari possibili sarebbero solo due : essere promosso titolare e rischiare di bruciare l’enorme capitale di fiducia che i tifosi sembrano aver riposto in lui, per il quale basterebbero una manciata di partite sbagliate, oppure trovarsi davanti un nuovo concorrente, magari con qualche anno in meno di Bacary Sagna, con il conseguente rischio di dover passare  molti più anni nell’ombra del titolare.

 In caso di cessione del francese, infatti, non credo Arsène Wenger voglia puntare su un nuovo terzino ad interim in attesa della consacrazione di Carl Jenkinson, credo piuttosto aggiungerebbe un elemento di spessore ed esperienza per non rovinare il difficile lavoro di cementificazione di una linea difensiva affidabile effettuato in questi anni.

Gioite con me alla notizia che Bacary Sagna resterà ancora a disposizione di Arsène Wenger, ricordatevi di quanto sia sempre stato eccezionale fin dalla sua prima stagione e mettete da parte i dubbi nati durante l’ultima stagione – a tratti davvero non all’altezza.

Una gamba rotta due volte in nemmeno un anno, una preparazione estiva saltata completamete, una squadra non sempre unita e probabilmente qualche distrazione dovuta alle tantissime voci circolate intorno al suo nome hanno finito per destabilizzare anche quello che è stato il miglior terzino destro della Premier League degli ultimi cinque anni.

Se devo scegliere, voglio sempre il meglio per l’Arsenal.
Quindi voglio Bacary Sagna.

 COMMON ARSENAL!

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti