22 luglio 2013

Wojciech Szczesny: arrogante o semplicemente dotato di personalità?

Ancora una volta il polacco ha lasciato il segno parlando con la stampa.
Proprio come successo nell’Aprile scorso, quando disse che i giocatori del Tottenham non avevano abbastanza qualità per vincere la corsa al quarto posto, il portiere è sembrato (troppo) fiducioso e diretto – due qualità che sembrano irritare molti tifosi dell’Arsenal.

Perchè?


Davvero non capisco cosa non vada con Wojciech Szczesny: abbiamo un portiere di enorme talento, con un buon bagaglio d’esperienza nonostante la giovane età, che adora parlare in pubblico e che però non si nasconde mai quando certe dichiarazioni gli si ritorcono contro eppure tanta gente ancora lo critica.

Fino a qui si è comportato egregiamente, ha fatto qualche errore ma non ha mai cercato scuse e ha pure reagito alla grande quando è finito in panchina, tornando titolare e mettendo in fila prestazioni ottime nel momento decisivo della stagione.

Credo fermamente che l’Arsenal abbia bisogno di molte più personalità forti, molti più giocatori che siano pronti a reagire quando le cose non vanno bene piuttosto che un gruppo di buoni giocatori con tendenza a scomparire di fronte al primo ostacolo.

Come riportatodal Mirror, Wojciech Szczesny è pronto a lottare per il posto da titolare qualora Arsène Wenger dovesse acquistare un portiere di gran livello e accoglierebbe volentieri una sana competizione per un posto da titolare perchè “la concorrenza servirebbe solo a tirare fuori il meglio di me”.

Questo si che è parlare; è esattamente questo che mi aspetto da ogni singolo membro della squadra.

Non voglio avere undici titolari fissi e sette scaldapanchina o giocatori a mezzo servizio, voglio diciotto giocatori capaci di partire titolari tanto quanto cambiare la partita partendo dalla panchina.
Laurent Koscielny, Lukasz Fabianksi e Aaron Ramsey hanno tutti dimostrato che durante la stagione è possibile avere la possibilità di giocare, la possibilità di mantenere il posto in squadra dipende poi dalla determinazione e dalla forma di ogni giocatore.
Ho trovato detestabili i pettegolezzi circa la cession di Thomas Vermaelen usciti subito dopo che il difensore è finite in panchina, un calciatore che milita in un grande Club come l’Arsenal deve sapere che tutto dipende dalla forma e dalle prestazioni, non dal nome nè dalla reputazione.

Come detto, dovremmo avere più Wojciech Szczesny e meno scolaretti ben educati incapaci di reagire quando le cose si fanno complicate.

Quanti dei nostri giocatori sono scomparsi dal campo dopo il primo errore o il primo contrasto?
Quante volte ci siamo ritrovati a commentare come questo o quel giocatore abbia a malapena toccato un pallone durante la partita?

Voglio giocatori diretti come Wojciech Szczesny, Jack Wilshere o Aaron Ramsey – gente che non smette di provarci anche dopo errori imperdonabili.
Per troppe volte ho visto Lukas Podolski e Theo Walcott estraniarsi dalla partita e abbandonare i compagni di squadra – è ora che questo cambi.

Non c’è scorciatoia che tenga, per cambiare ciò è necessario mostrare personalità e prendere qualche sberla in faccia se necessario.

Per qualsiasi consiglio, prego contattare Wojciech Szczesny.

COMMON ARSENAL!

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti