sabato 31 agosto 2013

Preview, Arsenal vs. Tottenham: London is RED, ribadiamolo!

Il derby è già arrivato!
Il calendario di quest’anno ci riserva un NLD molto prematuro, addirittura alla terza di campionato.
Ci saremmo potuti arrivare meglio, se solo avessimo vinto la partita inaugurale contro l’Aston Villa, però i miglioramenti registrati nel preliminari di Champions League e in campionato contro il Fulham fanno ben sperare per la grande partita di domenica pomeriggio.


Si parla molto poco di questo Tottenham, se non del mercato faraonico portato avanti da Daniel Levy, e ci si dimentica che sta per perdere il giocatore che – DA SOLO – ha trascinato la squadra a lottare per il quarto posto fino all’ultima di campionato.
Gareth Bale, che rifiuta di allenarsi e giocare per gli Spurs, è in procinto di partire per Madrid ed è stato sostituito da Erik Lamela, Nader Chadli e Christian Eriksen.
Non metto in dubbio le qualità dei tre giocatori citati, però nessuno dei tre può ancora garantire il rendimento del gallese, sia in termini di gol che di assist: l’ex romanista è un mago del dribbling, però sembra leggerino per la Premier League e temo (spero!) che i primi mesi si riveleranno molto difficili; il belga è un esterno/trequartista senza esperienza a grandi livelli ed è tutto da scoprire mentre il danese, un giocatore di cui si parla da almeno cinque anni nonostante abbia appena ventun anni, sembra sempre sul punto di spaccare il mondo però finora non ha fatto il salto di qualità.

Chissà, forse questi tre talenti diventeranno campioni proprio grazie all’approdo a White Hart Lane.
Oppure siamo di fronte ai nuovi David Bentley, Sergei Rebrov e Hélder Postiga.

Pensiamo ai guai di casa nostra, che è meglio.
Un Club sull’orlo della catastrofe ha appena eliminato il temibile Fenerbahce con un secco cinque a zero totale, ha un gruppo solido e ha perso una sola partita da Marzo a questa parte – oltre ad aver rifilato due 5-2 consecutivi al grandissimo Tottenham negli ultimi derby giocati all’Emirates Stadium.
L’infortunio di Lukas Podolski complica un po’ le cose in casa Arsenal, però la doppia ottima notizia dei recuperi di Jack Wilshere e Aaron Ramsey rinvigorisce non poco il morale di noi Gooners.
Probabilmente vedremo in campo la stessa formazione che ha battuto il Fenerbahce all’andata, con il trio Ramsey-Wilshere-Rosicky a guidare il centrocampo e Santi Cazorla dirottato a sinistra, mentre in difesa sarà quasi certo il rientro di Laurent Koscielny.

Restiamo obbiettivi ragazzi e diamo una bella ripassata alle rose a disposizione, facendo astrazione per un secondo dei prezzi pagati dagli Spurs in questo mercato: siamo sicuri che la coppia Verthongen-Dawson sia migliore di Koscielny-Mertesacker? Siamo sicuri che Paulinho e Dembélé siano meglio di Aaron Ramsey e Jack Wilshere? Preferite Santi Cazorla o uno qualsiasi tra Erik Lamela, Christian Eriksen e Lewis Holtby? Cosa dire del confronto tra Theo Walcott e Aaron Lennon?
Io non devo nemmeno pensarci, spero nemmeno voi.
Mi tengo stretti i miei, uno per uno, e non li scambierei con nessuno di quelli che oggi vestono la maglia degli Spurs.
È una questione di orgoglio, è una questione di storia ed è una questione di classe.
I nostri le hanno tutte e tre, i loro – a quanto vedo – nemmeno una.

La formazione che mi aspetto, come detto, è quella di due settimane fa:
Szczesny, Sagna, Koscielny, Mertesacker, Gibbs, Ramsey, Wilshere, Rosicky, Cazorla, Walcott, Giroud.

North London is RED, è ora di ribadirlo ancora una volta.


COMMON ARSENAL!

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti