24 settembre 2013

Preview, West Brom vs. Arsenal: largo alla Capital One Cup, largo ai giovani ma occhio ai Baggies!

Dall’alto del primo posto in classifica e della serie di sette vittorie consecutive tra Premier League e Champions League, l’Arsenal si appresta a debuttare nell’edizione 2013/2014 della Capital One Cup.
Il sorteggio non è stato particolarmente favorevole se si pensa a quale stadio della competizione si è, quindi il West Brom sarà un avversario cui prestare molta attenzione per non finire subito al tappeto: freschi della prima vittoria in campionato (3-0 al Sunderland, costato la panchina a Paolo Di Canio), gli uomini di Steve Clark vorranno continuare sulla buona strada e regalarsi una serata di gala contro gli uomini di Arsène Wenger.

L’alsaziano, dal canto suo, vorrà da una parte dare un’opportunità a chi finora ha giocato meno ma dall’altra evitare di stravolgere troppo una squadra i cui meccanismi si muovono con straordinario sincrono.
Gli unici certi di non giocare saranno Jack Wilshere, Bacary Sagna e Olivier Giroud, mentre per le restanti otto maglie da titolari non è esclusa qualche sorpresa: se Mikel Arteta sarà titolare al posto di Jack Wilshere e Bendtner prenderà il posto di Olivier Giroud, alcuni titolari come Per Mertesacker, Aaron Ramsey e forse Mesut Özil potrebbero giocare anche la partita di domani sera a Hawthorns.
Arsène Wenger non sembra avere alcuna intenzione di prendere sottogamba l’impegno, a maggior ragione dopo la figuraccia rimediata l’anno scorso contro il Bradford, e schiererà una formazione molto competitiva proprio con l’intenzione di ricordare ai titolari quanto combinato l’anno scorso.
Quella sera al Coral Stadium c’erano Santi Cazorla, Lukas Podolski, Per Mertesacker e Jack Wilshere, eppure l’eliminazione non è stata evitata nonostante l’enorme differenza di qualità ed esperienza tra le due squadre, quindi credo l’alsaziano vorrà una risposta circa la maturazione di questo gruppo di giocatori.

Come sempre, tuttavia, Arsène Wenger non rinuncerà a concedere minuti ad alcuni tra i più promettenti giocatori della squadra Under21, su tutti Serge Gnarby: il tedesco partirà quasi sicuramente titolare sull’esterno di destra del centrocampo dei Gunners, mentre il difensore Isaac Hayden potrebbe trovare spazio almeno in panchina; un infortunio serio impedirà invece al centrocampista Geodion Zelalem di fare il proprio ingresso nel calcio professionistico, con grande rammarico di tutti noi viste le qualità messe in mostra dal tedesco durante il precampionato.

La partita, a maggior ragione perché giocata lontano dall’Emirates Stadium, sarà un banco di prova interessante per quei giocatori che scalpitano per ritrovare una maglia da titolare come Mikel Arteta e Thomas Vermaelen e per gli eventuali debuttanti, chiamati a giocare una partita per la quale non c’è rimedio alla sconfitta: dentro o fuori, senza appello.
Mi aspetto un Arsenal maturo, paziente, compassato nella manovra ma spero frizzante nella trequarti avversaria, quando ci sarà da finalizzare il prevedibile possesso palla a favore.
Mi auguro per questo che Mesut Özil sia della partita nonostante qualche segno di stanchezza mostrato nell’ultima partita, perché il tedesco ha bisogno di conoscere i compagni sempre meglio e continuare il periodo di adattamento al calcio inglese.
Tra infortuni e turni di riposo concessi non è facilissimo immaginare una formazione di partenza, credo tuttavia che Arsène Wenger opterà per la seguente formazione:

Viviano, Jenkinson, Mertesacker, Vermaelen, Monreal, Flamini, Arteta, Özil, Gnabry, Myiaichi, Bendtner.
Subs: Martinez, Hayden, Gibbs, Frimpong, Ramsey, Olsson, Akpom.

COMMON ARSENAL!

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti