martedì 22 ottobre 2013

Preview, Arsenal vs. Borussia Dortmund: ragazzi, fate un bel regalo ad Arsène!

Il giorno del sessantaquattresimo compleanno di Arsène Le Prof. Wenger quale miglior regalo che una bella vittoria contro i vice campioni d’Europa del Borussia Dortmund?
Inutile stare a scervellarsi troppo, a cercare cravatte (tanto ne porta una sola, rigorosamente rossa a tinta unita!) o fermacarte o quadri o chissà che altro, il regalo migliore per il boss è accaparrarsi altri tre punti e veleggiare verso gli ottavi di finale di Champions League – con la speranza di offrire ad Arsène un regalo ancora più bello quando arriverà Maggio.

La partita di stasera cade a puntino per l’Arsenal, galvanizzato dalla bella vittoria contro il Norwich e dai primi segnali di un’intesa Mesut Özil-Santi Cazorla che potrebbe diventare meravigliosa.
Per non parlare poi delle perle firmate da Jack Wilshere – il cui gol è già candidato al premio di rete dell’anno – e da Aaron Ramsey, di cui ho già avuto modo diparlare ieri.
Guai però a farsi trasportare dall’entusiasmo, stasera all’Emirates Stadium arriva un avversario di grande spessore che punterà senza mezzi termini alla vittoria, a differenza di quasi tutte le squadre che hanno visitato la casa dei Gunners dall’inizio della stagione ad oggi; per una volta gli uomini di Arsène Wenger non sono gli strafavoriti della contesa e dovranno prestare ancora più attenzione del solito se vorranno continuare il grande cammino effettuato fino a qui.
A volte i nomi da soli non bastano a fare una squadra pericolosa, nel caso del Borussia Dortmund però ai giocatori di enorme talento si unisce un sistema di gioco ben rodato e molto efficace – come dimostrato recentemente.
Quando le qualità di Robert Lewandowski, Henrik Mkhtaryan, Marco Reus e Nuri Sahin si fondono ad un’idea di gioco ben precisa, ecco che una squadra diventa davvero pericolosa e la sfida per l’Arsenal molto intrigante, per quanto difficile.

Fortuna che i vantaggi portati dalla qualità tecnica e dalla filosofia di gioco non siano appannaggio unico degli avversari di stasera, anzi: potremmo quasi dire che questo Borussia Dortmund sia l’Arsenal di Germania, viste le tante similitudini presenti sia a livello di Club che a livello di manager.
Proprio come Arsène Wenger, Jürgen Klöpp ha un debole per il gioco d’attacco e ha dovuto spesso ricostruire da zero dopo aver perso i propri giocatori migliori, riuscendo sempre a restare ai vertici nel proprio campionato.
Meno di Arsène Wenger, però, l’attuale tecnico del Borussia Dortmund ha dovuto combattere con superpotenze economiche come Manchester City e Chelsea – pur trovandosi davanti il Bayern di Monaco, padrone assoluto di tutto ciò che riguarda la Bundesliga.

La sfida di stasera promette gol e spettacolo, inutile sottolineare come una vittoria stasera porterebbe l’Arsenal in una posizione più che privilegiata per il proseguio della campagna europea, lasciando le avversarie a sottrarsi punti a vicenda nella corsa alla qualificazione.
Visto il tasso tecnico dei giocatori in campo, le possibilità di assistere ad una partita noiosa sono pochissime e sono certo che – anche nel caso in cui la sfida termini senza gol – il pubblico si divertirà parecchio, tanto allo stadio quanto davanti alla TV.
A proposito di giocatori, quindi, sarà interessante sapere a cosa assomiglierà un Arsenal senza Mathieu Flamini, giocatore arrivato tra qualche critica e divenuto immediatamente imprescindibile per gli equilibri tattici dei Gunners.
A sostituirlo sarà Mikel Arteta, quindi possiamo tutti stare tranquilli; lo spagnolo ha giocato in maniera eccellente quando chiamato in causa e non farà rimpiangere il francese, pur avendo caratteristiche diverse.
Niente scivolate assassine, niente rincorse folli, niente grida e sbracciate ma sagacia, disciplina e sangue freddo proprio in una serata caldissima come si annuncia quella di stasera.
Questa la formazione che (credo) Arsène Wenger manderà in campo stasera:

Szczesny, Sagna, Mertesacker, Koscielny, Gibbs, Arteta, Ramsey, Özil, Cazorla, Wilshere, Giroud.
In panchina: Fabianski, Monreal, Vermaelen, Jenkinson, Rosicky, Gnabry, Bendtner.

COMMON ARSENAL!

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti