07 novembre 2013

Le Pagelle: Borussia Dortmund vs. Arsenal 0-1

Wojciech SZCZESNY – 7
Bravissimo sul colpo di testa di Marco Reus e sulla violenta conclusione di Sahin, fortunato quando il piattone sinistro di Mkhitaryan finisce largo sulla sinistra.
La fiducia del (e nel) polacco aumenta – come se ne avesse bisogno!

Bacary SAGNA – 7
Solido in difesa ma poco propositivo in attacco, il che la racconta lunga sull’atteggiamento dell’Arsenal.
Dalle sue parti il Borussia fatica a sfondare e nel finale il francese diventa la sponda ideale verso la quale indirizzare tutti i lanci lunghi. La sua elevazione è preziosa su ogni rilancio della difesa.

Per MERTESACKER – 9 *MOTM
Come il tonno, è assolutamente insuperabile.
Preciso nelle chiusure, mai una sbavatura sui palloni alti ed eccezionale nel coordinare i movimenti del reparto. Per essere un Panic Buy di Arsène Wenger, non è poi così male...

Laurent KOSCIELNY – 7,5
Anche lui bravissimo nelle chiusure e coraggioso nel metterci sempre il corpo ad ogni bordata dei tedeschi. Meno pulito negli interventi rispetto al collega, resta sempre la paura che un suo intervento troppo irruento possa far danni in area. Avrebbe meritato un rigore in seguito all’uscita sconsiderata di Weidenfeller.

Kieran GIBBS – 6,5
Più sollecitato rispetto a Sagna, l’inglese si conferma sempre più concreto in difesa anche se a volte concede qualche metro di troppo all’avversario – probabilmente consapevole della propria impressionante accelerazione. Dalle sue parti arriva qualche pericolo di troppo, tuttavia.

Mikel ARTETA – 7
Stranamente nervoso, però combattivo quanto il miglior Mathieu Flamini e duro nei contrasti quando serve. Costretto ad un paio di falli tattici che gli costano un cartellino giallo e mezzo, lo spagnolo sale di tono nel secondo tempo e cerca di mantenere un possesso palla sufficiente per far respirare la difesa.
Non mi sorprenderebbe se Mathieu Flamini finisse in panchina nonostante il recupero dall’infortunio.

Aaron RAMSEY – 8
Come al solito, è ovunque. Si muove senza sosta tra difesa e attacco, spazia sugli esterni e guida spesso il pressing (appena abbozzato) sui portatori di palla avversari.
Tutto ciò, molto più del gol segnato, rendono il gallese un elemento imprescindibile nello scacchiere di Arsène Wenger. Il gol è la giusta ricompensa per l’impegno profuso durante la partita, avrebbe potuto segnarne un altro ma Weidenfeller e la sorte si sono messi di traverso.

Tomas ROSICKY – 6,5
Come sempre ci mette energia e dedizione, è l’unico in grado di cambiare passo tra i nostri centrocampisti e prova ad alimentare – senza troppo successo – la creatività di Mesut Özil e Santi Cazorla. L’azione decisiva parte dai suoi piedi, un bel riconoscimento al grande lavoro svolto in mezzo al campo. Esce per far spazio a Thomas Vermaelen.

Santi CAZORLA – 6
Stranamente è più efficace in difesa che in attacco, dove non trova mai il guizzo giusto per aprire al difesa avversaria. Molto diligente nell’arginare (per quanto possibile) le discese di Groẞkreutz ma mi aspettavo potesse sfruttare meglio l’uno contro uno con il tedesco. Sostituito dal più difensivo Nacho Monreal.

Mesut ÖZIL – 6,5
Non esattamente appariscente durante buona parte della partita, eppure riesce a pescare la testa di Olivier Giroud e propiziare quindi il gol dei Gunners. Da lì in poi è il fulcro del gioco, tutti i palloni che scottano passano per i suoi piedi e la corsia di destra diventa il suo territorio. Conferma di essere l’uomo di fiducia verso il quale i compagni si rivolgono quando il pallone scotta troppo.

Olivier GIROUD – 6
L’assist per Aaron Ramsey gli vale la sufficienza, però per il resto non è stata un gran serata per il francese. Se all’andata era stato immarcabile fisicamente, ieri sera Subotic e Sokratis l’hanno arginato senza troppi affanni. Nel finale si ritrova un po’ ma è chiaro che sarebbe stato sostituito molto prima se Arsène Wenger avesse avuto un’alternativa valida in panchina, esce alla fine per Nicklas Bendtner.

Nacho MONREAL – 6
Entra e offre un aiuto supplementare a Kieran Gibbs sulla corsia di sinistra, come sempre svolge il suo compito e non si risparmia

Nicklas BENDTNER – sv
Appena messo piede in campo riesce a trasformare un calcio di punzione a favore in un fuorigioco. Chapeau!

Thomas VERMAELEN – sv
Centimetri e muscoli utili per arginare l’assalto finale dei tedeschi. Per ora deve accontentarsi di questo visto come sta giocando la concorrenza diretta.


COMMON ARSENAL!

4 commenti:

  1. Giroud è stato veramente pessimo. Ha perso tutte le palle che poteva perdere. In uno-contro-uno rasentava quasi il ridicolo. Penso che l'assist non possa giustificare la sufficienza.
    Anche Santi ha giocato una partita ben al di sotto della sufficienza.
    Tutti gli altri hanno fatto una partita impressionante. Difesa praticamente perfetta, con errori quasi nulli. Complimenti ai nostri due dc.
    E meno male che questo Arsenal doveva essere un fuoco di paglia
    #COYG

    RispondiElimina
  2. Sono d'accordo ma ho voluto essere magnanimo vista l'importanza del risultato :)
    Come fuoco di paglia ce la caviamo davvero bene, chissà come giocano quelli forti davvero allora...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso ben capirti.
      Vedremo domenica come giocano "quelle forti"! :3

      Elimina
    2. Speriamo di poter imparare qualcosa... :D

      Elimina

I Vostri Commenti