23 dicembre 2013

Preview, Arsenal vs. Chelsea: deboli coi forti? A stasera per la risposta...


Le due sconfitte rimediate contro Napoli e Manchester City sono un ricordo lontano per merito dell’inusuale settimana calma di cui hanno beneficiato gli uomini di Arsène Wenger; per quanto si dica che giocare subito dopo una sconfitta è la maniera migliore per riprendere il cammino, io benedico la prematura eliminazione dalla Capital One Cup che ci ha permesso di riposare a metà settimana, perché in questo modo abbiamo potuto preparare al meglio l’importantissima sfida di stasera.
Tirare il fiato, svuotare la testa e recuperare un po’ di gamba sono tre esercizi fondamentali per un Arsenal apparso appannato nelle ultime uscite, soprattutto tra centrocampo e attacco, quindi la settimana che Arsène Wenger ha potuto sfruttare interamente per allenamenti e fisioterapie gioverà in maniera eccezionale alla squadra.

Stasera all’Emirates Stadium arriva il Chelsea di Mourinho per una sfida che vale (di nuovo) il primato in classifica; più che per il primato, tuttavia, la squadra stasera gioca per dimostrare di saper rispondere presente nella partite di cartello, nelle sfide con le rivali storiche contro le quali – ad ascoltare certi esperti – gli uomini di Arsène Wenger fanno scena muta.

Abbiamo perso a casa delle due squadre di Manchester ma battuto sia Sp*rs che Liverpool all’Emirates Stadium, perché mai il pronostico dovrebbe esserci sfavorevole?
Prendere ad esempio la sfida di Capital One Cup d’inizio stagione è pretestuoso, soprattutto in virtù della maniera in cui l’eliminazione è arrivata ancor più che per la formazione mandata in campo quella sera da Arsène Wenger (Jenkinson, Myiaichi, Bendtner e Fabianski tutti titolari, più Park subentrato a gara in corso) perciò la sfida di stasera è in bilico tanto dalla parte del Chelsea che da quella dell’Arsenal.

A parte lo squalificato Jack Wilshere e gli infortunati Laurent Koscielny, Abou Diaby, Yaya Sanogo e Alex Oxlade-Chamberlain, questa sera tutti gli uomini di Arsène Wenger sono arruolabili per la grande sfida – quindi fate entrare il temutissimo Chelsea e vediamo che succede.
Sono fiducioso e ottimista al di là di quello che sarà l’esito della sfida di stasera perché conosco le tante qualità di ognuno dei ragazzi dei quali dispone Arsène Wenger e sono convinto che una vittoria stasera non sia una possibilità così remota, a patto di seguire la ricetta vincente che ci ha portati fino a qui.

Solidarietà tra reparti.
Concentrazione.
Altruismo.

Se a questi tre ingredienti fondamentali aggiungiamo le peculiarità di ognuno dei nostri giocatori, non abbiamo nulla da temere.
Nè dal Chelsea, né da nessun altro avversario.

Siamo forti, siamo maturi e siamo affamati.

Ricordiamolo a tutti stasera, in primis a noi stessi.

Questo l’undici titolare che Arsène Wenger potrebbe schierare stasera:
Szczesny, Sagna, Mertesacker, Vermaelen, Gibbs, Arteta, Ramsey, Walcott, Özil, Cazorla, Giroud.
In panchina: Fabianski, Monreal, Jenkinson, Rosicky, Flamini, Podolski, Bendtner

COMMON ARSENAL!

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti