26 dicembre 2013

Preview, West Ham vs. Arsenal: un derby da vincere, avanti Gunners!


La prima impressione che ho avuto dalle parole spese da Arsène Wenger, Wojciech Sczcesny e Kieran Gibbs a proposito della sfida contro il West Ham e – più in generale – a proposito del periodo natalizio in Premier League è semplice: la concentrazione è altissima.
Passate le sfide poco fortunate contro Napoli, Manchester City e Chelsea, il manager e i suoi uomini sono consapevoli che il momento è estremamente delicato: se le grandi sfide si possono anche non vincere dipende solo ed esclusivamente dalle vittorie in partite come quella di oggi pomeriggio, perché queste proprio non si possono sbagliare.

Il derby che andrà in scena tra una manciata di ore potrà non essere spettacolare, potrà non essere divertente ma deve assolutamente essere vincente per gli uomini di Arsène Wenger, a prescindere dal risultato che verrà fuori dalla partita tra Manchester City e Liverpool: dopo due pareggi e una sconfitta, ritrovare i tre punti è fondamentale per il morale e per la fiducia della squadra, prima ancora che per la classifica.
Non so quale sarà l’approccio scelto dal Professore, non è nemmeno dato sapere quanto turnover applicherà dopo la partita di sabato – conclusasi sorprendentemente senza sostituzioni.

Personalmente credo che sia Mesut Özil che Aaron Ramsey siederanno in panchina, con Mathieu Flamini e Santi Cazorla promossi titolari dopo il turno di riposo di sabato scorso; possibile che anche Olivier Giroud e forse Kieran Gibbs possano partire dalla panchina ma ciò vorrebbe dire stravolgere quasi la metà della squadra, una pratica poco comune per Arsène Wenger.

Non c’è molto da dire a proposito della partita, il West Ham giocherà quel calcio fisico e intenso tipico delle squadre guidate da Sam Allardyce, toccherà ai Gunners far valere la propria superiorità tecnica per avere la meglio sull’avversario e riprendere la corsa al titolo, rallentata in maniera evidente dagli ultimi tre risultati.
Questa la squadra che mi aspetto di vedere in campo dal primo minuto:

Szczesny, Sagna, Mertesacker, Vermaelen, Gibbs, Arteta, Flamini, Walcott, Cazorla, Rosicky, Giroud.
In panchina: Fabianski, Jenkinson, Monreal, Ramsey, Özil, Podolski, Bendtner.

COMMON ARSENAL!

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti