31 gennaio 2014

Un caso per la difesa

            

Letto da me come da molti di voi, il post pubblicato sul blog Arsenal I Love You appare quantomeno severo nei confronti della squadra e in particolar modo del reparto difensivo della nostra cara squadra.

Non credo sia un caso che l’articolo abbia fatto capolino subito dopo una partita, quella a casa del Southampton, in cui la fase difensiva degli uomini di Arsène Wenger non è stata efficace come al solito e in concomitanza con gli ultimi giorni della sessione invernale del mercato: dopo un pareggio che ci ha visti offrire la possibilità al Manchester City di scavalcarci in vetta alla classifica, la prima reazione è ovviamente quella di puntare il dito contro i difensori e guardare ai verdi pascoli del mercato, dove l’erba appare sempre più verde.

29 gennaio 2014

Le Pagelle: Southampton vs. Arsenal 2-2



Wojciech SZCZESNY – 7
Non impeccabile in occasione del primo gol del Southampton, però da lì in poi è eccellente in tante occasioni – tenendo in partita i Gunners durante la tempesta. Ad avercene di parafulmini così...

Bacary SAGNA – 6,5
L’anzianotto che non merita tre anni di contratto lotta alla pari con quella furia di Shaw, soffre a tratti ma ha l’energia per sfornare l’assist per il pareggio firmato da Olivier Giroud. Speriamo prorpio che non rinnovi, tanto abbiamo Carl Jenkinson in panchina...

Per MERTESACKER – 7,5
Non commette fallo eppure l’arbitro accorda la punizione dalla quale scaturisce il vantaggio dei padroni di casa. Solo per l’intervento all’ultimo secondo in anticipo su Rodriguez meriterebbe la standing ovation. Big Fucking German!

Southampton vs. Arsenal 2-2: Partita a due facce, pareggio giusto. Non è la fine del mondo, Gooners...



Abbiamo pareggiato una partita che meritavamo di perdere sonoramente a fine primo tempo.
Bisogna vederla così, cari Gooners.

28 gennaio 2014

Preview, Southampton vs. Arsenal: arrembaggio al St. Mary’s, portiamo via l’intero bottino


Stasera partita tosta a casa del Southampton di Mauricio Pochettino.
Pur non essendo più la vera sorpresa del campionato come qualche settimana fa, il Southampton veleggia tranquillo a metà classifica e sembra probabile che indirizzerà tutte le proprie energie sulla FA Cup, competizione che apre le porte dell’Europa e che vedrà i Saints affrontare il Sunderland di Gus Poyet.

Per quel che riguarda il campionato, quindi, gli uomini di Mauricio Pochettino sembrano avere poco da chiedere alla seconda metà della stagione perché il quinto posto, ultimo utile per entrare in Europa League, è già lontano undici punti (oltre ad essere prenotato insindacabilmente dagli Sp*rs) e giocheranno quindi il ruolo di ammazzagrandi – con grande gioia dell’Arsenal.
Per questo motivo la partita di stasera sarà tosta: un avversario che affronta la partita senza nulla da perdere e con spirito piratesco non è certo ciò che di più semplice ci si possa trovare ad affrontare, soprattutto alla luce del fatto che tutta la pressione siede sulle spalle dei primi in classifica.

Poche ore alla sfida contro il Southampton, giusto il tempo per fare il punto su qualche novità


Stasera alle 20:45 I Gunners saranno di scena al St. Mary’s Stadium nella sfida che li metterà di fronte al Southampton di Mauricio Pochettino.
Partita complicata e molto imporante di cui, tuttavia, parleremo più tardi.

Per ora concentriamoci su alcune delle grandi novità portate alla nostra attenzione tra la fine della scorsa settimana e oggi - nel menù ci sono Julian Draxler, il nuovo accordo con la Puma e qualche rinnovo eccellente!

24 gennaio 2014

Preview, Arsenal vs. Coventry: ricordate il Blackburn l’anno scorso? Vediamo se la lezione è andata a memoria


Torna la FA Cup.
Dopo aver brillantemente mandato a casa i nostri cari polletti, questa volta all’Emirates Stadium arriva il Coventry City.
Partita facile, direte voi.
Certo, rispondo io.
Partita facile come quelle contro il Bradford City e Blackburn Rovers dell’anno scorso; talmente facile che uno potrebbe quasi già vedersi qualificato ai Quarti di Finale e pensare a cosa riserverà l’urna del sorteggio.
Salvo poi aprire gli occhi e trovarsi fuori dalla competizione in meno di un secondo, pronti per gli sberleffi dei media e recriminazioni varie.

21 gennaio 2014

Adrian Durham e il Daily Mail, che accoppiata vincente! L’ultimo capolavoro è servito...



Onestamente pensavo di aver letto il massimo delle stupidaggini possibili ma questa mattina, sfogliando la versione online del Daily Mail, mi sono dovuto ricredere.
Adrian Durham, una delle firme più importanti al Daily Mail (figuratevi le altre, a questo punto!) ha costruito un editoriale al termine del quale – con somma sorpresa – dice che Arsène Wenger avrebbe dovuto acquistare Christian Eriksen al posto di Mesut Özil.

20 gennaio 2014

Le Pagelle: Arsenal vs. Fulham 2-0


Wojciech SZCZESNY – 6,5
Una bella respinta ma soprattutto due uscite basse tempestive e precise – se Manuel Almunia ha guardato gli highlights dev’essersi detto che forse avrebbe dovuto fare così pure lui, ai tempi...

Bacary SAGNA – 6,5
Pochi cross rispetto al solito, però una conclusione pericolosissima mandata a referto. In difesa non ha nulla da fare, d’altronde quando il tuo avversario si chiama Kacaniklic puoi quasi considerarti in vacanza.

Per MERTESACKER – 6,5
Fatto piuttosto inusuale, è surclassato in velocità da un avversario. Per il resto Berbatov ha talmente poca voglia che è sceso in campo in pantofole col giornale sottobraccio. Quindi a Per non resta che aspettare il fischio finale.

Laurent KOSCIELNY – 6,5
Ha sbagliato un gol incredibile, perciò gli spetterebbe mezzo voto in meno. Però non concede nemmeno mezzo millimetro all’avversario e prova disperatamente ad impedire il gol di Bent. Sforzo inutile, a disinnescare il pericolo ci aveva già pensato lo stesso Bent.

Arsenal vs. Fulham 2-0: il cinismo e la pazienza dei grandi, bravi Gunners



Avrei preferito una partita più scintillante, avrei preferito vedere qualche gol in più ma tutto sommato mi sta benissimo così; gara dominata per intero, due gol di pregevole fattura e tante combinazioni interessanti, per quanto incomplete, mi bastano per essere soddisfatto di un pomeriggio che ci conferma primi della classe.

L’errore clamoroso di Bent e il successivo finto infortunio per giustificare lo scempio compiuto sono stati la classica ciliegina...

17 gennaio 2014

Preview, Arsenal vs. Fulham: belli e implacabili, vi voglio così


Venti gol subiti nelle ultime sei partite giocate.
Cinque sconfitte nelle ultime sei partite affrontate lontano da casa, compreso un clamoroso 0-6 incassato dal non irresistibile Hully City.
Appena tre gol segnati nelle ultime sei trasferte, a fronte dei venti subiti – che portano ad un totale di quarantasei reti incassate in ventuno partite disputate fino a qui, per una media di oltre due gol a partita.

Per tutti i numeri elencati qui sopra, l’unica opzione accettabile è una vittoria domani contro il derelitto Fulham di René Meulensteen.

16 gennaio 2014

Ooooooh, Santi Cazorla!



Vista la facilità con cui ci si perde a rincorrere le voci di mercato più disparate – Sebastian Giovinco, Alavro Morata, Paul-Georges N’Tep e Julian Draxler – è bene tornare immediatamente a parlare di chi in squadra c’è già.
L’occasione giusta me l’ha offerta questa mattina Santi Cazorla, la cui intervista al sito ufficiale del Club è quanto di più sensato si possa sperare di ascoltare da un calciatore.

14 gennaio 2014

Le Pagelle: Aston Villa vs. Arsenal 1-2


Wojciech SZCZESNY – 6
Nessuna parata degna di nota, un gol incassato senza un perché. Serata anonima, tutto sommato

Bacary SAGNA – 7
Un cross al bacio per Olivier Giroud, che spedisce il pallone a lato. Non è più un caso, il nuovo Bacary Sagna ha imparato a crossare! Proprio a pochi mesi dalla scadenza del contratto??

Per MERTESACKER – 7
Benteke segna e il nostro BFG si scaglia contro Cazorla e il suo pallone perso in maniera stupida. Mezzo voto in più per la reazione!

Laurent KOSCIELNY – 6,5
Sembra assurdo ma uno come Agbonlahor riesce a metterlo in difficoltà più di Suarez, Lukaku o Messi. Per fortuna Agbonlahor non appartiene nemmeno alla stessa specie dei suddetti attaccanti...

Aston Villa vs. Arsenal 1-2: Gunners troppo generosi ma la vetta è ancora nostra



Un quarto d’ora di sofferenza autentica.
Quindici minuti di dolore fisico in attesa del fischio finale che sembrava non arrivare mai.

Quel quarto d’ora, tuttavia, non deve far dimenticare che nei restanti novanta minuti il dominio degli uomini di Arsène Wenger è stato totale, direi quasi umiliante per l’Aston Villa: un possesso palla da partitella infrasettimanale e zero pericoli in difesa da parte dei Gunners contro un pressing frustrante e infruttuoso e appena due azioni offensive da parte dei padroni di casa, in breve questa è stata la fotografia dei primi settantacinque minuti di gioco.

13 gennaio 2014

Preview, Aston Villa vs. Arsenal: attenti Gunners, gli avversari non rallentano!


Cinque mesi fa, quando le squadre si sono affrontate nella gara d’apertura della Premier League, l’Arsenal ne è uscito a pezzi.
Tre a uno per gli ospiti, Emirates Stadium furioso che contesta Arsène Wenger e i peggiori presagi per il resto della stagione, oltre all’infortunio occorso a Alex Oxlade-Chamberlain – questa era la situazione cinque mesi fa.

07 gennaio 2014

Theo Walcott si è rotto, non la squadra però. Coraggio, Gunners!


“Le possibilità dell’Arsenal di vincere il campionato sono state duramente intaccate ieri quando il centrocampista francese Robert Pires, che stava disputando una stagione eccezionale, si è infortunato al legamento crociato del ginocchio e dovrà quindi restare fuori per diversi mesi.”

“Il connazionale Thierry Henry ha detto che questo infortunio, l’ultimo di una lunga lista, sarà un incentivo extra per la squadra nella corsa alla vittoria. “Ci mancherà tantissimo, però proveremo a vincere qualcosa per lui” ha detto Henry”.

Christopher Davies – The Daily Telegraph, 25 Marzo 2002

06 gennaio 2014

Le Pagelle: Arsenal vs. Tottenham 2-0



Lukasz FABIANSKI – 7
Quando ho visto la formazione ho avuto un leggero calo di zuccheri, poi è andata meglio…

Bacary SAGNA – 7
Di questo passo Carl Jenkinson rischia di prendere polvere per anni. Una prospettiva tutt’altro che allarmante...

Laurent KOSCIELNY – 7,5
C’è chi ha le tasche piene di sassi, chi di centravanti avversari.

Thomas VERMAELEN – 6,5
La tendenza suicida all’anticipo è inestinguibile, però gli voglio bene lo stesso al vecchio Verminator!

Arsenal vs. Tottenham 2-0: se potessimo avere un derby ogni settimana...



Non nego che un po’ di preoccupazione ci fosse, alimentata sia dalla buona forma dell’avversario che dalla formazione iniziale scelta da Arsène Wenger, quindi la prestazione e il risultato finale hanno restituito sensazioni ancora migliori.

03 gennaio 2014

Preview, Arsenal vs. Tottenham: North London Derby al debutto in coppa, che c’è di meglio?


La Coppa d’Inghilterra (il primo trofeo ad essere messo in palio a bordocampo nel mio personale Subbuteo) è già di per se una competizione affascinante, se in più la prima sfida dell’anno mette di fronte l’Arsenal e il Tottenham la goduria è doppia!

Newcastle e Cardiff, due vittorie che potrebbero fare la differenza




Solitamente sono molto diffidente quando i Gunners si trovano a giocare partite sulla carta abbordabili, memore delle difficoltà mostrate negli ultimi anni.
Senza eccezioni, ero quindi molto preoccupato sapendo che l’Arsenal avrebbe goduto del favore dei pronostici sia contro il Newcastle – pur se in trasferta – sia contro il Cardiff, a maggior ragione perché da padroni di casa.