20 gennaio 2014

Le Pagelle: Arsenal vs. Fulham 2-0


Wojciech SZCZESNY – 6,5
Una bella respinta ma soprattutto due uscite basse tempestive e precise – se Manuel Almunia ha guardato gli highlights dev’essersi detto che forse avrebbe dovuto fare così pure lui, ai tempi...

Bacary SAGNA – 6,5
Pochi cross rispetto al solito, però una conclusione pericolosissima mandata a referto. In difesa non ha nulla da fare, d’altronde quando il tuo avversario si chiama Kacaniklic puoi quasi considerarti in vacanza.

Per MERTESACKER – 6,5
Fatto piuttosto inusuale, è surclassato in velocità da un avversario. Per il resto Berbatov ha talmente poca voglia che è sceso in campo in pantofole col giornale sottobraccio. Quindi a Per non resta che aspettare il fischio finale.

Laurent KOSCIELNY – 6,5
Ha sbagliato un gol incredibile, perciò gli spetterebbe mezzo voto in meno. Però non concede nemmeno mezzo millimetro all’avversario e prova disperatamente ad impedire il gol di Bent. Sforzo inutile, a disinnescare il pericolo ci aveva già pensato lo stesso Bent.
 
Nacho MONREAL – 6,5
Da assente quasi sicuro a titolare, lo spagnolo e il suo piede malconcio hanno la meglio su Degajah senza problemi. Sarà meglio che Kieran Gibbs cominici a remare se vuole riprendersi il posto.

Mathieu FLAMINI – 6,5
Si posiziona davanti alla difesa e da solo controlla l’intera linea mediana, permettendo a Jack Wilshere, Santi Cazorla, Mesut Özil e Serge Gnabry di badare solo ad abbattere la resistenza del Fulham. Gran brutto acquisto...e a quel prezzo poi!

Jack WILSHERE – 7
Con cinquanta metri di campo da sfruttare, le sue accelerazioni sono devastanti. Combina con compagni, tifosi, Gunnersaurus e cartelloni pubblicitari a piacimento prima di mandare in gol Santi Cazorla con un assist preciso. Certo, non è ancora ai livelli di Cleverley.

Serge GNABRY – 7
Prende palla sull’esterno destro, rientra verso il centro, dribbla un paio di avversari e poi conclude o trova un compagno in buona posizione. Ripete l’esercizio ad libitum senza che gli avversari trovino il modo di fermarlo. E ha solo 18 anni...

Santi CAZORLA – 7,5 *MOTM
Certamente rinvigorito dalla lettura del mio editoriale, lo spagnolo si ricorda di come giocava l’anno scorso e domina la trequarti offensiva. Due gol a suggello di un ritorno a lungo atteso. E mo’ son c**** vostri!

Mesut ÖZIL – 6,5
Non combina granché però detta i tempi e offre sempre una soluzione ai compagni. Mi spiace se mi ripeto, però anche quando fa poco fa abbastanza per essere infulente su compagni e avversari.

Olivier GIROUD – 6
Il solito grande lavoro e il solito pessimo piede destro, con cui da un metro centra Stekelenburg già steso a terra.
Hai voglia a dire che tanto era fuorigioco, sembra che quel piede gli sia stato attaccato per sbaglio e non sia nemmeno suo per il poco controllo che dimostra!

Lukas PODOLSKI – 6,5
Venti minuti appena gli bastano per far tremare l’incrocio dei pali e vedere una conclusione a botta sicura deviata all’ultimo secondo da Riether. In questo momento non vorrei essere nei panni dei difensori del Coventry.

Alex OXLADE-CHAMBERLAIN – 6             

Pochissimi minuti, giusto il tempo di spedire il pallone sulla parte alta della rete dopo un ottimo cross di Santi Cazorla.

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti