martedì 1 aprile 2014

Le Pagelle: Arsenal vs. Manchester City


Wojciech SZCZESNY  – 6
Non ha molto lavoro da sbrigare nonostante la caratura dell’avversario. Devia come può il bolide di Dzeko in occasione del vantaggio ospite, poi si esibisce in qualche uscita da brividi. Che noi tutti vorremmo evitasse...

Bacary SAGNA  – 7
Dalla sua parte non si passa, per conferme chiedete a Na$ri. Peccato vederlo partire, davvero un peccato.

Per MERTESACKER  – 7
Guida la retroguardia e spazza tutto quel che gli si presenta davanti, dal cielo come da terra. Dzeko è un brutto cliente però il nostro Big Fucking German lo controlla estremamente bene.
 
Thomas VERMAELEN  – 6,5
Bella prova del belga, attento e deciso dopo la prova poco convincente contro lo Swansea. Lotta con Dzeko e il bosniaco decide di cambiare lato, puntuale sui palloni alti a differenza di martedì scorso.

Kieran GIBBS  – 6
Abbandonato al proprio destino da Lukas Podolski, il terzino inglese va in evidente difficoltà contro Navas. Fortunatamente Pellegrini rimpiazza lo spagnolo con Milner e Kieran Gibbas torna padrone della fascia, aiutando molto anche in fase offensiva.

Mikel ARTETA  – 6
Molto poco appariscente, come al solito, però molto più determinato ed efficace rispetto alle ultime uscite. Più preciso, più attento in difesa, più puntuale nel pressing. Bentornato!

Mathieu FLAMINI  – 7 *MOTM
Ogni tanto, in maniera estremamente rara, la giustizia calcistica batte un colpo: dopo la beffa dell’autogol di martedì sera, Mathieu Flamini firma il gol del pareggio in una partita di fondamentale importanza per la squadra. Nessuno più di lui merita di essere protagonista in positivo.

Santi CAZORLA  – 7
Primo tempo molto insipido, ripresa da regista assoluto. Mette paura a Hart con una conclusione dalla distanza, si muove tra le linee facendo ammattire la difesa avversaria e aprendo gli spazi per Tomas Rosicky e Lukas Podolski.

Tomas ROSICKY  – 6,5
Non credo davvero che abbia 33 anni – non è possibile. Il più energico e tignoso tra i Gunners, perfino più di Mathieu Flamini. Rischia il rosso per eccesso di foga, però trascina la squadra verso la splendida reazione nella ripresa.

Lukas PODOLSKI  – 6
Ancora assente in fase difensiva, con grande gioia di Kieran Gibbs, il tedesco ha il merito di confezionare l’assist per il pareggio di Mathieu Flamini ma non concretizza l’occasione monumentale che gli si presenta immediatamente dopo. C’entra anche la sfortuna, però quell’occasione ci avrebbe rilanciati nella corsa al titolo.

Olivier GIROUD  – 5,5
Ancora una prestazione incolore, si salva iniziando l’azione che porta al pareggio ma per il resto finisce annullato da Kompany e perfino da Demichelis.

Alex OXLADE-CHAMBERLAIN  – 6
Entra pronto per spaccare il mondo e finisce col litigare col pallone ad ogni occasione. Troppa veemenza, dovrebbe usare prima la velocità del cervello e poi quella delle sue leve.

Yaya SANOGO  – sv
Troppo poco tempo a disposizione per lasciare un segno

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti