giovedì 10 aprile 2014

Preparate le valigie per Wembley, il treno è in partenza: chi s’imbarca?



Arsène Wenger ha parlato della situazione attuale della squadra, della corsa al quarto posto e – ovviamente – della semifinale di FA Cup che ci vedrà opposti al Wigan sabato pomeriggio.
Dopo l’intervista di Santi Cazorla a Sport360.com, non sono poche le questioni da discutere in casa Arsenal ed è interessante vedere le reazioni a proposito dell’intervista.

Il centrocampista spagnolo ha candidamente detto quanto segue:

“Non abbiamo la mentalità vincente e dobbiamo credere di più in noi stessi [...]
L’Arsenal ha tutto per vincere: infrastrutture, storia, uno stadio incredibile e grandi giocatori – però dobbiamo migliorare nel momento decisivo e acquistare i migliori giocatori al mondo perché, se non lo fai, puoi restare indietro rispetto agli altri”
Il Manchester City ha acquistato Fernandinho e Negredo, il Manchester United Mata e van Persie [...].
L’Arsenal sa cosa è necessario fare l’anno prossimo però è virtualmente impossibile vincere senza fare queste cose.”

Possiamo dargli torto? Possiamo fare gli offesi perché Santi Cazorla ha ditto sacrosante verità, che tutti noi abbiamo espresso ad un certo punto?
Lo spagnolo non si è estromesso dalla faccenda, dal momento che ha sempre usato la prima persona plurale e si è messo in mezzo a coloro che non hanno saputo fare il salto di qualità necessario.
A tal proposito vi invito a leggere l’ottima analisi di arseblog – preciso e freddo nel commento alle parole dello spagnolo, non posso essere più d’accordo con quanto detto sul blog.

Chiusa la parentesi che riguarda Santi Cazorla, le ultime novità in casa Arsenal dicono che Wojciech Szczesny è fiducioso (che sorpresa...!) perché dopo gli errori dell’ultima visita a Wembley tutta la squadra è maturata e ha messo altri tre anni d’esperienza nel proprio bagaglio, mentre Serge Gnabry è convinto che giocando il proprio calcio i Gunners avranno la meglio.
Vedremo come andrà, nel frattempo godetevi questa fiera delle banalità.

L’infermeria si è riempita di Kieran Gibbs, Tomas Rosicky e Alex Oxlade-Chamberlain, tutti in dubbio per la sfida contro il Wigan, mentre Mesut Özil tornerà tra una settimana e Laurent Koscielny è arruolabile già a partire dalla sfida contro il West Ham di martedi sera.
Altra possibilità quindi per Thomas Vermaelen al centro della difesa, dopo la pessima prestazione di Goodison Park, e porte spalancata e Serge Gnabry per il centrocampo – probabilmente sulla corsia di destra – mentre uno certo di partire titolare è Lukasz Fabianski, come confermato apertamente in conferenza stampa.
Inevitabile la presenza di Mikel Arteta a centrocampo, a meno che Arsène Wenger non decida di puntare su Kim Källström ma l’ipotesi mi sembra altamente improbabile – mentre non è impossibile che Yaya Sanogo strappi il posto da titolare ad un Olivier Giroud stremato e inefficace.

Vedremo chi saranno i prescelti per portare la squadra una seconda volta a Wembley, per la finalissima.
Giocando con serenità e convinzione vinciamo, l’importante credo sarà provare ad aggredire subito l’avversario e cercare il vantaggio immediato – non sono sicuro al 100% che la squadra abbia la fiducia necessaria per partire subito all’assalto.

Vedremo.

Questa la formazione che potrebbe scendere in campo sabato pomeriggio (18:07 ora italiana)



Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti