giovedì 21 agosto 2014

Il mercato per dimenticare Istanbul



Archiviato il deludente pareggio esterno con il Besiktas, abbiamo qualche giorno per lasciarci distrarre dalle sirene del mercato.
La partita di Istanbul ci ha confermato quanto l'Arsenal sia ancora cantiere aperto e in questo senso il mercato in entrata sembra decisamente vivo; se la prima necessità è quella relativa alla sostituzione di Vermaelen, l'impressione è che qualcosa verrà fatto anche in mezzo al campo. 

Chi dopo Vermaelen? Incassato il rifiuto di Nastasic, per sostituire il belga dovrebbe essere ufficializzato tra poche ore l'arrivo del greco Kostas Manolas, soffiato a Juventus, Roma, e Napoli. Secondo diverse fonti il difensore centrale, proveniente dall'Olympiakos, stamane dovrebbe sostenere le visite mediche e firmare il contratto, sarà di circa dieci milioni di Euro la cifra che i Gunners verseranno nelle casse del club greco; l'arrivo di Manolas chiuderebbe così ogni relativo ad Agger del Liverpool.

Le soluzioni per il centrocampo Sono ore calde per l'eventuale arrivo di Rabiot, centrocampista del Paris St. Germain che dovrebbe costare intorno ai sette milioni di Euro. Per il giocatore c'è però da battere la forte concorrenza della Juventus, specie per la presunta volontà della mamma-agente che avrebbe dichiarato ai media italiani una preferenza per il trasferimento del figlio a Torino, mentre ci potrebbe essere anche un nuovo assalto per  Khedira, magari solo negli ultimi giorni di mercato, nonostante le secche smentite di Wenger. Un' altra voce suggestiva è quella riguardante Alexandre Song, specie per il forte interesse mostrato sul giocatore da parte degli "Spurs" e dal Manchester United; una voce che rafforza ulteriormente l'idea di un innesto di spessore in mezzo al campo. 

Soprese in attacco, in entrata come in uscita. Ancora calda l'ipotesi Depay, il polivalente attaccante olandese del PSV potrebbe essere un ulteriore sorpresa, specie se dovesse partire Joel Campbell – sempre molto richiesto. Con lui apriamo il capitolo riguardante il mercato in uscita: l’attaccante del Costa Rica è sempre nel mirino del Milan, Wenger ha affermato che il giocatore non partirà, ma l'inserimento del Napoli potrebbe cambiare le carte in tavola. C'è invece la fila dietro a Serge David Gnabry, sul giocatore c'è infatti da registrare il forte pressing dell'Aston Villa, con Newcastle e Sunderland pronte ad inserirsi per avere in prestito l'ivoriano nato in Germania.

E se davvero arrivasse il colpaccio?
Per il gran finale, torna prepotente alla ribalta il nome di Edinson Cavani, nelle ultime ore nuovamente accostato ad Arsenal e Liverpool. Secondo i media francesi, Wenger avrebbe proposto 40 milioni di Euro più il cartellino di Giroud, per arrivare al centravanti del PSG. Il rapporto tra il "Matador" e Laurent Blanc è sempre stato conflittuale, specie per l'attitudine del tecnico francese di schierare l'uruguagio sulla fascia. Elemento non trascurabile: il PSG si ritroverebbe in cassa il denaro per arrivare a Di Marìa del Real Madrid, oltre ad avere un giocatore, Giroud, con caratteristiche fisiche ben più simili ad Ibrahimovic. Cavani sarebbe semplicemente perfetto per i Gunners, la sua maggiore mobilità, la facilità di corsa, ed il suo innato spirito di sacrificio, potrebbero davvero far fare all'Arsenal un salto di qualità notevole. Giroud ha sempre faticato a calarsi nella dimensione di gioco dei londinesi, certamente i numeri dicono che l'ex centravanti del Montpellier ha comunque dato un buon contributo, ma diciamolo: Giroud non è un "Top Player", Cavani sì.

Se l'affare dovesse concretizzarsi, il livello di pericolosità del reparto offensivo dell'Arsenal salirebbe a dismisura, l'uruguagio ha dimostrato ampiamente la sua grande concretezza sotto porta, mentre Giroud, spesso e volentieri, è stato protagonista in negativo, con occasioni apparentemente facili, fallite in modo clamoroso, a volte con una buona dose di goffagine. Voi che ne pensate?  

Pietro

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti