venerdì 15 agosto 2014

Preview, Arsenal v Crystal Palace: pronti per il debutto in Premier, con un pensiero già a Istanbul


Finalmente è arrivato il momento tanto atteso dell’inizio di stagione!
Il sorteggio ci ha riservato un esordio tutto sommato agevole contro una squadra tosta ma innegabilmente battibile, anche se Il Crystal Palace di Tony Pulis mi preoccupava un po’ al momento della creazione del calendario stagionale.

 Ora che il manager si è dimesso è chiaro che il livello di tensione sia calato notevolmente, tanto quanto le possibilità delle Aquile di restare in Premier League anche l’anno prossimo perché il miracolo compiuto la stagione scorsa da Pulis avrebbe avuto pochissime possibilità di ripetersi quest’anno – soprattutto senza i rinforzi chiesti dal manager e mai arrivati.
La notizia ha sorpreso un po’ tutti e immagino che l’umore all’interno dello spogliatoio del Crystal Palace non sia dei migliori, quindi l’Arsenal farà bene a partire forte e impedire agli avversari di trovare equilibrio e organizzazione.
I Gunners si sono spesso mostrati molto efficaci in quanto a partenze a razzo – per lo meno in casa, diciamo che in trasferta la preparazione ha lasciato intravedere qualche piccola lacuna – quindi sono fiducioso per domani pomeriggio (ore 18:30 in Italia, diretta su FOX Sports) e credo che i tre punti siano ampiamente alla nostra portata.

A meno che...

Martedì c’è l’impegno più importante della stagione.
La trasferta a Istanbul per affrontare il Besiktas nello spareggio per l’accesso alla Champions League vera e propria non è proprio un regalo apprezzato, soprattutto se si pensa a quali altre avversarie avremmo potuto pescare nell’urna di Nyon: Copenhagen e Standard Liegi sarebbero stati avversari più graditi, come sempre però siamo stati molto fortunati nel sorteggio e quindi eccoci pronti per andare in Turchia per il secondo anno di fila.
C’è quindi il rischio che il pensiero della sfida di martedì resti appiccicato alle menti dei nostri giocatori e impedisca un giusto approccio alla partita di domani.
Come fare per evitare ciò?
Personalmente farei ampio uso del turnover dove possibile, in modo da mandare in campo coloro i quali non saranno impegnati contro il Besiktas o lo saranno solo in maniera marginale: penso soprattutto a Hector Bellerin, Joel Campbell o Isaac Hayden, ai quali affiancare figure esperte come Tomas Rosicky e titolari abituali in modo da non alterare troppo gli automatismi.
A parte la difesa, dove le opzioni sono davvero striminzite, tutti i reparti sono abbastanza nutriti da poter effettuare un buon turnover, tuttavia non credo che Arsène Wenger stravolgerà più di tanto la formazione per assicurarsi un buon avvio di stagione in campionato.

Confermate le assenze di David Ospina (tre settimane, ahia...), Theo Walcott, Ryo Miyaichi e Serge Gnabry per infortunio, mentre Laurent Koscielny ha recuperato dalla botta rimediata durante il Community Shield e sarà disponibile per domani pomeriggio.
Tra gli indisponibili ci saranno certamente Mesut Özil, Per Mertesacker e Lukas Podolski, reduci dalla prima settimana di allenamento, mentre tutti gli altri dovrebbero poter giocarsi una maglia contro il Crystal Palace.
In questo senso la sorpresa potrebbe essere Abou Diaby, elogiato in conferenza stampa da Arsène Wenger per i risultati in allenamento e candidato quindi a prendersi un posto accanto a Aaron Ramsey – o a rimpiazzarlo se il tecnico vorrà tenere il gallese a riposo in vista della partita di martedì.
Altri possibili titolari saranno Yaya Sanogo in attacco e Jack Wilshere sulla trequarti, mentre Alex Oxlade-Chamberlain dovrebbe partire ancora dalla panchina in favore di Alexis Sanchez.

L’ideale sarebbe mettere la partita in discesa fin da subito e poter abbassare i ritmi appena possibile, magari potendo effettuare le sostituzioni rapidamente in modo da lasciare sul campo il minor numero di energie possibili.
Per fare ciò bisogna dimenticarsi completamente del Besiktas – facile a dirsi ma non troppo evidente a farsi, temo.

Questa la formazione che Arsène Wenger potrebbe mandare in campo domani pomeriggio:


Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti