martedì 19 agosto 2014

Preview, Besiktas v Arsenal: Arsène Wenger lo ha detto, qualificarsi ad ogni costo è il motto




Stasera si gioca la partita più importante della stagione – e siamo appena al 19 di Agosto.
All'Ataturk Olympic Stadium di Istanbul ci aspetterà il Beşiktaş di Demba Ba, arrivato fresco fresco dal Chelsea di José Mourinho, che ne aveva negato il prestito proprio ai Gunners l’estate scorsa.
Tra noi e l’accesso alla Champions League vera e propria c’è un ostacolo complicato da superare, però non impossibile: come emerge dai miei post precedenti, al momento del sorteggio ero estremamente preoccupato per questa sfida, così come lo sono stato fino al triplice fischio della sfida di Premier League contro il Crystal Palace; poi – per magia o incoscienza – ho iniziato a pensare con più attenzione al Beşiktaş e riflettere a fondo a proposito di quello che ci aspetterà stasera.

Fate astrazione un secondo e trasferite l’attuale squadra del Beşiktaş in un qualsiasi altro paese d’Europa: vi fa ancora così paura?
O forse la solita manfrina dello stadio bollente, l’approccio torrido dei turchi ecc. ecc. prende troppa importanza rispetto al valore reale dell’avversario?
Siamo sinceri, se la stella della squadra è Demba Ba – con tutto il rispetto – il compito non può essere impossibile.
Avremo davanti una situazione delicata stasera ma abbiamo i giocatori per strappare la qualificazione, volendo già a partire da stasera – anche senza Mesut Özil, Per Mertesacker, Lukas Podolski e i due infortunati Kieran Gibbs e Yaya Sanogo. Certo servirà lo stesso spirito combattivo visto contro il Crystal Palace e una maggiore intensità nel nostro gioco, però pur non al meglio della condizione possiamo tenere botta di fronte agli indiavolati avversari che affronteremo.
Non sto dicendo che sarà facile, tutt’altro, però sono molto meno preoccupato di quanto non fossi al momento del giramento di palline in quel di Nyon!

Per quanto riguarda la formazione non c’è molto da dire, le scelte per Arsène Wenger saranno praticamente obbligate ovunque tranne che a centrocampo – dove Mathieu Flamini e Jack Wilshere si giocano la maglia a disposizione per affiancare Aaron Ramsey e Mikel Arteta.
La buona notizia di giornata è il recupero di Laurent Koscielny, che sarà ancora titolare al fianco di Calum Chambers, mentre Kieran Gibbs non è nemmeno partito con la squadra e lascerà a Nacho Monreal il ruolo di terzino sinistro titolare.
Davanti spazio a Olivier Giroud (per scelta o per forza), che sarà supportato ancora una volta da Alexis Sanchez e Santi Cazorla.

Questi gli undici che Arsène Wenger dovrebbe mandare in campo stasera a Istanbul:


Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti