venerdì 8 agosto 2014

Preview, Manchester City v Arsenal: hey, il primo trofeo è già in palio!


Che sensazione strana, siamo appena ad inizio Agosto è già ci giochiamo un trofeo!
Non accadeva dall’estate del 2005, più precisamente il 7 Agosto, e nell’occasione una doppietta di Drogba consegnava al Chelsea del simpaticissimo José Mourinho il Community Shield.

Altri tempi! E in più si giocava al Millenium Stadium, non a Wembley come in questa occasione...

Quindi, mentre si parla continuamente di mercato, ci si arroventa il cervello provando a capire chi sarà il futuro centrocampista difensivo che Arsène Wenger porterà al Club e si prova a ridimensionare la preoccupazione generata dal sorteggio del preliminare di Champions League – ci si dimentica che domenica pomeriggio inizia ufficialmente la stagione!
Non sarà il più sentito dei trofei, non sarà la più desiderata delle coppe (o il più desiderato dei piatti, fate voi) ma resta pur sempre un’occasione per provare a dare un’impronta positiva alla stagione, fin dall’inizio.
Tra l’Arsenal e il tredicesimo Community Shield sulle venti finali giocati ci sarà il Manchester City di Manuel Pellegrini, squadra campione d’Inghilterra in carica e strafavorita per il titolo della prossima stagione.
Un avversario che ha saputo farci male la passata stagione, infilandoci sei volte in novanta minuti all’Etihad Stadium prima di costringerci al pari all’Emirates Stadium, quindi portare a casa lo scintillante piatto sarà tutt’altro che semplice.
Però noi a Wembley ci siamo stati poco tempo fa – per ben due volte – e abbiamo ottimi ricordi.
Loro invece...

Complice il Mondiale brasiliano e una preparazione non ancora ideale, entrambe le squadre presenteranno effettivi più o meno rimaneggiati e dovranno fare a meno di molti giocatori di spicco ma non per questo la sfida sarà meno interessante, anzi.
Le assenze già confermate di Mesut Özil, Per Mertesacker, Lukas Podolski, Pablo Zabaleta, Frank Lampard e Sergio Agüero spalancheranno la porta a quei giocatori che altrimenti sarebbero passati inosservati, i quali avranno quindi l’occasione per ritagliarsi un spazio eterno tra i pensieri dei propri tifosi.
Difficile capire come sarà la sfida, l’impressione è che il primo a segnare abbia ottime possibilità di vincere la partita perché la benzina nelle gambe sarà poca – ergo una rimonta assumerebbe i contorni di una chimera.
Oltre ai già citati tedeschi, quasi sicuramente ancora ubriachi dai festeggiamenti per la vittoria in Brasile, mancheranno all’appello David Ospina (infortunio durante il primo allenamento – welcome to Arsenal!) e Thomas Vermaelen (potrebbe essere già un giocatore del Barcellona al momento del fischio d’inizio a Wembley) mentre giocatori come Olivier Giroud, Alexis Sanchez, Mathieu Débuchy e Santi Cazorla potrebbero non essere in grado di giocare novanta minuti.
Spazio quindi a gente come Joel Campbell e Calum Chambers, oltre ai vecchietti Mikel Arteta, Tomas Rosicky e Mathieu Flamini; spazio anche a Yaya Sanogo – capocannoniere della Emirates Cup con il poker rifilato al Benfica. Scusate se è poco!

Tra assenze più o meno forzate, questa dovrebbe essere la formazione che Arsène Wenger manderà in campo a Wembley:


Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti