lunedì 15 settembre 2014

Le Pagelle: Arsenal v Manchester City 2-2


Wojciech SZCZESNY – 6
La sufficienza la strappa grazie alla parata finale su Edin Dzeko, però il gol del pareggio è colpa sua. Mathieu Flamini ha chiamato il pallone, doveva evitare d’intervenire.

Mathieu DÉBUCHY – 6
L’infortunio lo terrà fuori parecchie settimane, prima di ciò ha mostrato una certa reticenza a tornare in difesa dopo un’avanzata. Lasciando Per Mertesacker scoperto.

Per MERTESACKER – 5,5
Soffre l’assenza cronica di Mathieu Débuchy, fortuna che Laurent Koscielny s’incolla ad Agüero e evita figuracce al tedesco.
 
Laurent KOSCIELNY – 6
Il migliore in difesa, come accade sempre più spesso. Il gol di Agüero è più responsabilità di Mathieu Flamini che sua, deve correre a chiudere Navas sull’esterno.

Nacho MONREAL – 5,5
Giornata difficilissima contro Navas, che lo mette in croce con la sua velocità. A sua discolpa, lo spagnolo è l’incubo di qualsiasi terzino – non solo del nostro.

Mathieu FLAMINI – 5
Si perde Sergio Agüero in occasione del vantaggio ospite dopo aver sbagliato il tempo della scivolata e lanciato di fatto il contropiede. Pessima giornata per il francese, sempre in affanno.

Aaron RAMSEY – 5
Vuole far troppo e sbaglia troppo spesso, scegliendo la soluzione sbagliata. Non è al massimo della forma e perde lucidità, un’altra giornata in cui non riesce ad esprimersi al meglio.

Jack WILSHERE – 8 *MOTM
Una prestazione mostruosa. Migliore in campo per distacco, trascinatore per i compagni e incubo per i dirimpettai. Il gol da favola è la ciliegina sulla torta, il fatto che Clattenburg non fischi rigore un bel regalo...

Mesut ÖZIL – 5
Ancora una volta irriconoscibile. Continuo a non capire perché Arsène Wenger lo schieri a sinistra e capisco ancora meno come i tifosi lo fischino sistematicamente. È un giocatore fuori condizione e fuori ruolo, ha bisogno di sostegno per recuperare fiducia, non fischi.

Alexis SANCHEZ – 7
Che gol! Una conclusione al volo che non ha lasciato scampo a Hart e che sembrava aver regalato la vittoria ai Gunners. Peccato per l’epilogo della partita, però a livello personale una prestazione fantastica perché da solo terrorizza almeno quattro avversari, tutti costretti al fallo.

Danny WELBECK – 6,5
Partita incoraggiante, se avesse azzeccato il colpo sotto sarebbe stata l’apoteosi all’Emirates Stadium. Lotta e corre finché ne ha, sarà un elemento molto utile per Arsène Wenger – a prescindere da Olivier Giroud.

Calum CHAMBERS – 5,5
Entra e sbaglia praticamente tutto. Si perde Kolarov che colpisce il palo, sale e dimentica di tornare. Appare troppo lento per giocare da terzino, a  mio parere.

Alex OXLADE-CHAMBERLAIN – sv
Non ha il tempo di lasciare il segno – e non per colpa sua.

Mikel ARTETA - sv
Bentornato. Non credo abbia avuto modo di toccare un solo pallone.

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti