lunedì 22 settembre 2014

Le Pagelle: Aston Villa v Arsenal 0-3


Wojciech SZCZESNY – 6,5
Due ottime parate per tenere il risultato in parità, poi pura accademia. Mezzo voto in meno perché la prima grande parata arriva dopo una sua grande vaccata.

Calum CHAMBERS – 6
Prende un’ammonizione sacrosanta e rischia ingenuamente il rosso per una trattenuta. Peccato di gioventù che avrebbe potuto causare grossi danni in un pomeriggio altrimenti tranquillo.

Per MERTESACKER – 6,5
Poco occupato, controlla i compagni e gli avversari con serenità.
 
Laurent KOSCIELNY – 6,5
Come per il tedesco, un pomeriggio facile. Con un piccolo neo...

Kieran GIBBS – 6,5
Solido in difesa e intraprendente in attacco, sbroglia una situazione scomoda quando la partita era ancora in bilico.

Mikel ARTETA – 6,5
Prestazione rassicurante dopo gli incubi di Dortmund. Uno dei principali beneficiari del ritorno all’antica.

Aaron RAMSEY – 5,5
Unica nota negativa del pomeriggio. Il suo momento difficile si riassume con il lancio sballato con cui regala un calcio d’angolo agli avversari.

Alex OXLADE-CHAMBERLAIN – 6,5
Finalmente titolare dopo le buone impressioni regalate negli spezzoni di partita giocati in precedenza, l’inglese si fa apprezzare soprattutto per una giocata difensiva. Strano il football!

Mesut ÖZIL – 7,5 *MOTM
Un gol, un assist e una rinnovata energia per svariare sulla trequarti e ispirare ogni manovra offensiva dei Gunners. Strano che tutto ciò succeda non appena torna a fare il numero dieci...

Santi CAZORLA – 6,5
Attivo, disciplinato e affidabile come sempre. Il suo doppio ruolo di esterno e trequartista è fondamentale per gli equilibri della squadra, elemento imprescindibile per Arsène Wenger.

Danny WELBECK – 7
Un assist al bacio per Mesut Özil e poi il primo gol da Gunner. Il suo dinamismo e la sua fisicità promettono molto bene.

Jack WILSHERE – 6
Entra a giochi già chiusi, vuole lasciare il segno a tutti i costi ma finisce col buttare via tantissimi palloni. Senza causare troppi danni, comunque.

Tomas ROSICKY – 6
Pochi minuti per sgranchirsi le gambe.

Lukas PODOLSKI – 6
Giusto il tempo per un selfie, anzi nemmeno quello!

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti