mercoledì 17 settembre 2014

Le Pagelle: Borussia Dortmund v Arsenal 2-0


Wojciech SZCZESNY – 5,5 *MOTM
Rivedibile l’uscita in occasione del raddoppio dei padroni di casa, per il resto respinge quel che può e abbandona l’area per provare a limitare i danni quando la palla scivola oltre la linea difensiva.

Hector BELLERÌN – 5
Un debutto da incubo, più per la prestazione collettiva che per demeriti suoi. Dalla sua parte il Borussia Dortmund attacca meno, in compenso le sue sortite offensive sono nulle.

Per MERTESACKER – 4,5
Lasciato solo è condannato alla figuraccia, contro Immobile e Aubameyang è un duello perso in partenza. Almeno si fa valere sui palloni alti.
 
Laurent KOSCIELNY – 5
Prova a tappare i buchi con la velocità ma una linea difensiva così alta è un suicidio, soffre gli attaccanti avversari e le incursioni dei trequartisti.

Kieran GIBBS – 4,5
Gli uomini di Klopp attaccano sistematicamente dalla sua parte, Alexis Sanchez lo aiuta poco e quindi il terzino va in difficoltà. Insipegabile come non spenda un fallo per bloccare Immobile in occasione del vantaggio avversario.

Mikel ARTETA – 4,5
Vale quanto detto per Per Mertesacker: se lo lasciano solo è perso. Aaron Ramsey e Jack Wilshere lo aiutano poco, Mkhtarian lo mette in croce ad ogni occasione per quello che è stato un vero martirio. Il velo con cui lancia l’ennesimo contropiede avversario è la foto perfetta per la serata sua e della squadra.

Aaron RAMSEY – 4
Irriconoscibile. Se Mesut Özil almeno ha la scusa della mancata preparazione e dell’utilizzo fuori posizione, il gallese non ha nessun alibi. Assente ingiustificato, non difende e non attacca. La peggior prestazione che ricordi da oltre un anno.

Jack WILSHERE – 5
Imbecca Danny Welbeck per quello che sarebbe dovuto essere il gol del vantaggio, poi non combina più nulla. A differenza dei compagni lotta senza risparmiarsi, almeno fino a quando non rimedia una storta alla caviglia. Speriamo non sia nulla.

Mesut ÖZIL – 4,5
Ancora una volta incapace di lasciare il segno. Continuo a credere che la fascia – destra o sinistra poco importa – non sia il suo territorio.

Alexis SANCHEZ – 5
Volenteroso come sempre, mai pericoloso però. S’intestardisce spesso nel dribbling, non dialoga con Danny Welbeck e non conclude mai a rete.

Danny WELBECK – 5
Tre occasioni nitide – di cui una sullo zero a zero e un’altra sull’uno a zero avversario – e nessun gol. Il verdetto è purtroppo implacabile, un suo gol avrebbe cambiato la storia della partita. I movimenti però ci sono, si sbloccherà presto.

Alex OXLADE-CHAMBERLAIN – 5
Entra per spaccare il mondo e dare la scossa, i compagni però hanno già abbandonato ogni speranza.

Santi CAZORLA – 5
A differenza del compagno, non sembra molto motivato – per essere gentili.

Lukas PODOLSKI – 5
Potrebbe segnare ma una volta saltato Weidenfeller incespica sul pallone. Immobile e Aubameyang fanno uguale ma il rimpallo li favorisce, il nostro Poldi invece si ritrova con il pallone a fondocampo. Nota di servizio: ha trovato i parastinchi, poi?

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti