venerdì 31 ottobre 2014

Preview, Arsenal v Burnley: Gunners, la strada è giusta – niente soste quindi!



Domani pomeriggio (ore sedici in Italia) il Burnley farà visita ai nostri ragazzi all’Emirates Stadium, credo sia lecito aspettarsi una vittoria che confermi i buoni risultati registrati contro Anderlecht e Sunderland.
Senza voler mancare di rispetto al Club neopromosso ma al contempo senza scadere nel peggiore politicamente corretto, la partita di domani è alla portata degli uomini di Arsène Wenger.
Gli uomini di Sean Dyches non hanno vinto nemmeno una delle nove partite disputate fin qui e hanno registrato appena quattro pareggi, uno dei quali arrivato però contro il Manchester United – quindi occhio comunque alle brutte sorprese.

Cinque gol messi a segno, sedici incassati e soli quattro punti in classifica – l’avversario non è proprio dei più temibili.
A patto ovviamente di giocare la partita in modo tale da annullare l’unica arma in mano al Burnley, ovvero l’agonismo: se riusciremo ad imporre un ritmo alto, mettere sotto pressione la difesa avversaria e non esporci a contropiede suicidi, la parte più difficile sarà fatta.
Peccato che i nostri uomini non stiano attraversando un grande momento di forma (eufemismo) e facciano fatica ad esprimere un gioco armonioso (eufemismo); peccato inoltre che la difesa non riesca ad essere ermetica quanto la stagione passata (eufemismo) e che l’infermeria fatichi a svuotarsi (eufemismo), altrimenti non credo ci sarebbe nemmeno storia.

Le ultime novità in casa Arsenal parlano di un Jack Wilshere indisponibile a causa di un colpo al ginocchio rimediato in settimana (e pensare che sarebbe rientrato dalla squalifica proprio domani!) e di un Kieran Gibbs in dubbio dopo essere stato sostituito allo Stadium of Light lo scorso fine settimana, mentre Yaya Sanogo è tornato disponibile e Olivier Giroud sta recuperando meglio del previsto dalla frattura al piede.
Se buona parte della formazione si costruisce da sé, restano comunque alcuni dubbi che Arsène Wenger scioglierà solo domani mattina: se Kieran Gibbs è completamente recuperato, la linea difensiva che vedremo in campo sarà la stessa scelta per le ultime due partite, ovvero Calum Chambers terzino destro, Per Mertesacker e Nacho Monreal centrali e Kieran Gibbs a sinistra; se al contrario Kieran Gibbs dichiarasse forfait, tutti scalerebbero di una posizione verso sinistra e Hector Bellerìn sarebbe titolare sulla corsia di destra.
Vedremo che succederà, Arsène Wenger si è detto fiducioso che Kieran Gibbs sarà a completa disposizione domani pomeriggio.

A centrocampo Aaron Ramsey e Mikel Arteta dovrebbero formare la cerniera centrale, mentre Alex Oxlade-Chamberlain e Santi Cazorla opereranno sulle fasce; dato il successo dell’esperimento di Sunderland, Alexis Sanchez potrebbe continuare nel ruolo di seconda punta alle spalle di Danny Welbeck  - il che potrebbe avere effetti devastanti sulla traballante difesa ospite, che ha subito dodici gol nelle ultime quattro partite.
Lo so che la nostra non è messa molto meglio (undici gol incassati finora, un solo clean sheet contro i tre del Burnley), però pur in emergenza confido nella ritrovata fiducia degli uomini di Arsène Wenger.

È tempo di dare una svolta alla stagione e per farlo serve continuità – di risultato e di prestazioni.
Se i primi sembrano sorriderci, le seconde non sono degne di una squadra della qualità dell’Arsenal, quindi vorrei vedere miglioramenti proprio in quest’ambito.

Questi gli undici titolari che Arsène Wenger potrebbe mandare in campo domani pomeriggio:


Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti