giovedì 27 novembre 2014

Le Pagelle: Arsenal v Borussia Dortmund 2-0


Emiliano MARTINEZ – 6,5
Al netto dell’uscita a vuoto sul tiro-cross di Großkreutz, è impeccabile. Due parate importanti su Mkhtariyan e tanti altri interventi sicuri. Avanti così, giovane!

Calum CHAMBERS – 7
Grande partita del difensore inglese, determinato in difesa e aggressivo in attacco. Quando ad un certo punto s’inventa due tunnel sulla linea di fondo è delirio all’Emirates Stadium.

Per MERTESACKER – 6,5
Due inteventi così così, con la palla che resta nei pressi dell’area di rigore. Però anche il dominio assoluto sui palloni alti e alcuni palloni pericolosi intercettati con tempismo. Sta tornando su buoni livelli, sarebbe ora.

Nacho MONREAL – 7
Più gioca al centro, più sembra a proprio agio. Immobile viene cancellato dal campo, il buon Nacho trova anche il modo di uscire con eleganza dalla propria metà campo e avviare l’azione offensiva.

Kieran GIBBS – 7
Nel primo tempo è il migliore in campo, per distacco. Instancabile nell’accompagnare l’azione offensiva, sul finale resta più guardingo e controlla bene la propria zona. Perché Cicciobello Shaw dovrebbe essere più considerato di un terzino come Kieran Gibbs?

Mikel ARTETA – 6,5
Ordinato, preciso, cattivo quanto basta: il capitano tiene d’occhio la mediana e fa girare il pallone con precisione. Peccato per l’infortunio, una brutta tegola per la squadra – a dispetto dei tanti che non ne riconoscono l’importanza per gli equilibri in campo.

Aaron RAMSEY – 6,5
Non trova il guizzo per seganre la partita (anche se manda in porta Yaya Sanogo), però corre come ai bei tempi e riesce a farsi vivo sia in attacco che in difesa. Che stia tornando l’Aaron Ramsey della scorsa stagione?

Alex OXLADE-CHAMBERLAIN – 7
Ancora una volta tra i migliori, avrebbe meritato di finire sul tabellino con quello spiovente che ha fatto tremare la traversa. Gli manca ancora il gesto finale per diventare determinante, arriverà con l’esperienza.

Santi CAZORLA – 7,5 *MOTM
Un assist e mezzo (quello per Sanchez non è proriamente un assist, siamo sinceri), tante giocate sopraffine e soprattutto la presenza costante a centrocampo – dove funge da regista e tra trequartista. Con il gioco di prestigio sulla fascia ha trasmesso la labirintite a Immobile.

Alexis SANCHEZ – 7
Vederlo indicare ai compagni come e dove passare il pallone è piuttosto ironico, visto che ci vogliono le minacce per convincerlo a mollare la palla. Il gol è un capolavoro che merita un’ovazione.

Yaya SANOGO – 6,5
Yaya SA-NO-GOL ha finalmente rotto gli indugi e segnato quel gol che mancava da...sempre. Niente più canzoncine, niente più cartelli ironici. Peccato, in tanti hanno perso un filone che pareva inesauribile.

Mathieu FLAMINI – 6
Rimpiazza l’infortunato Mikel Arteta, si piazza davanti alla difesa ma non ha un granché da fare. Il che è sempre la migliore notizia possibile quando si parla del marsigliese.

Lukas PODOLSKI – sv
Entra quando Yaya Sanogo s’infortuna, prova ad abbozzare un pressing in attacco ma i compagni non lo seguono – anche perché sono sopra di due gol e mancano tre minuti alla fine.

Joel CAMPBELL – sv
Rimpiazza Alex Oxlade-Chamberlain quando la partita è finita da un bel pezzo.


Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti