mercoledì 31 dicembre 2014

Preview, Southampton v Arsenal: che esame ci aspetta, Gunners!



Il quarto posto è lì ad un passo, il terzo nemmeno troppo lontano.
Nonostante il cammino incerto, nonostante i punti lasciati per strada, nonostante le difficoltà causate dagli infortuni e da una rosa troppo corta, domani ci giocheremo la possibilità di riacciuffare il treno che porta ai piani altissimi della classifica.

martedì 30 dicembre 2014

Once a Gunner, always a Gunner! In quanti lo hanno detto a sproposito?



Giuda è il più famoso traditore di ogni epoca, ma in fondo anche lui potrebbe sorprendersi nel vedere ciò che avviene nel mondo del pallone ai giorni nostri. Una volta i traditori del rettangolo verde erano pochi, e le loro attitudini da voltagabbana facevano discutere così tanto, da trasformarsi in un vero e proprio monito per chi avesse solo sfiorato con il pensiero l'idea del tradimento. Ai nostri giorni, nel frenetico mondo in cui viviamo, il tradimento calcistico è una pratica così comune da far pensare che qualcuno abbia scambiato Giuda per il Messia! Andiamo a rispolverare qualche traditore del nostro amato Arsenal; pronti ad avvelenare i vostri stomaci dopo i bagordi natalizi?

Nicolas Anelka: quanti capricci per il denaro!
Estate 1999, alzi la mano chi non ha detestato Nicolas Anelka, e soprattutto il fratello, pronto a tramare alle spalle di Wenger in un odioso intreccio con Real Madrid e Lazio. Il suo passaggio a Madrid, col senno di poi, è valso l'arrivo di Henry, ma il prode francese, famoso per la sua lunga squalifica dopo aver pesantemente insultato il CT francese Domenech, ha bissato la sua attitudine firmando per il Chelsea, ennesima squadra di una carriera da nomade ben retribuito!

William Gallas: a Londra si sta bene, vero?
Era divenuto una sorta di traditore al contrario, accettando di vestire la maglia dell'Arsenal dopo cinque stagioni passate a Stamford Bridge. Dopo quattro stagioni, culminate con le polemiche legate alla fascia di capitano, il buon Gallas decide di abbandonare l'Arsenal promettendosi al PSG, nonostante il suo passato marsigliese, ma sul più bello Gallas ci ripensa e firma per il Tottenham, scatenando l'ira dei suoi ex tifosi.

lunedì 29 dicembre 2014

Le Pagelle: West Ham v Arsenal 1-2



Wojciech SZCZESNY – 6
Esce spesso sui cross avversari, non sempre trova il pallone. Attento sulle poche conclusioni avversarie, sicuro in presa.

Mathieu DÉBUCHY – 6,5
Dalle sue parti arrivano pochi pericoli, però in occasione del gol si fa sovrastare da Kouyaté. Troppa differenza di centimetri, però il tempismo non è dei migliori.

Per MERTESACKER – 6,5
Attento nelle chiusure, salva un gol già fatto anticipando Carroll a pochi passi dalla porta. Nel finale organizza la resistenza antiaerea.

West Ham v Arsenal 1-2: chi ha detto che non sappiamo difendere un vantaggio?


Sette vittorie, un pareggio e una sconfitta, questo il nostro bottino nelle ultime nove partite giocate.
C’è di peggio, niente da dire.
Che il livello di gioco non sia quello che tutti speriamo di vedere è vero, però che questa squadra non sappia soffrire, lottare e strappare un risultato con le unghie è solo un cliché – che sembra non passare mai di moda.

martedì 23 dicembre 2014

Quando Highbury era conosciuto come "Air Raid Precautions Station"


Durante la seconda guerra mondiale, Londra dovette affrontare la prova più dura della propria storia, ancor più dell'incendio che nel 1666 aveva l'aveva devastata: i bombardamenti nazisti.
I primi cominciarono con il blitz del 7 settembre del 1940, senza mai dare tregua ai cittadini, costretti a ripararsi dalle bombe sia durante il giorno che di notte. 

lunedì 22 dicembre 2014

Le Pagelle: Liverpool v Arsenal 2-2

Wojciech Szczesny grew into the game, and made a number of saves to keep his side in the match

Wojciech SZCZESNY – 7 *MOTM
Bravo nel primo tempo su Markovic, sontuoso nel finale di partita quando si oppone alle conclusion di Borini, Gerrard e Sterling. Incolpevole sul gol di Skrtel, tradito dai compagni.
  
Calum CAHMBERS – 5
Sterling lo fa ammattire quando si allarga e pure Markovic lo mette in croce. Nel finale si addormenta anziché attaccare il pallone e anticipare il colpo di testa vincente di Skrtel. Una gran brutta giornata

Mathieu DÉBUCHY – 6,5
Bella prova da centrale, proprio come contro il Newcastle. Coutinho lo ubriaca in occasione del primo gol ma lui rimedia subito portando la gara in parità. Nel finale è tra i più concentrati.

Per MERTESACKER – 5,5
Il gol di Skrtel non è responsabilità sua, però non riesce a trasmettere calma ai compagni e questo – per un capitano – non va affatto bene. Dovrebbe essere l’uomo d’esperienza, invece finisce in bambola come e più degli altri.

Liverpool v Arsenal 2-2: un punto immeritato eppure carico di rimpianti

cazorla_liverpool

La situazione è piuttosto surreale: siamo in vantaggio ad Anfield senza praticamente mai aver creato un’occasione da gol che fosse una, mancano quattro minuti da giocare e proprio all’ultimo secondo concediamo il gol del pareggio – guarda caso su calcio piazzato.

Come dobbiamo sentirci? 

venerdì 19 dicembre 2014

Preview, Liverpool v Arsenal: l’uno a cinque? Una cicatrice sul cuore. Da riparare



Arsène Wenger ha definito proprio così la disfatta dell’anno scorso ad Anfield: una cicatrice sul cuore.
Quella del Febbraio scorso a Liverpool è stata probabilmente la peggior prestazione stagionale di Gunners, perfino peggiore di quella a casa del Chelsea (e conseguente zero a sei) perché arrivata contro una rivale d’identico rango.
Nemmeno venti minuti di gioco ed eravamo già sotto di quattro gol, con tanto di doppietta per Skrtel, e partita finita subito.

giovedì 18 dicembre 2014

Arsène Wenger non sbaglia mai un colpo, o quasi...Parte Tre (però anche George Graham non scherza)



Complice la notizia del suo ritiro, non si fa altro che parlare di Thierry Henry.
E qual è la prima parola che viene in mente quando si parla di Thierry Henry? Bidone, ovviamente.
Non penserete davvero che alla Juventus si sono sbagliati, nel lontano 1999; avevano ragione, e vi dirò di più: bidoni come Thierry Henry non se ne sono mai visti all'Arsenal.
Però quei cinque qui sotto...

martedì 16 dicembre 2014

LUNGA VITA AL RE! Grazie di tutto Thierry Henry e...a presto


La notizia è arrivata dal re in persona:

“Dopo 20 anni passati sul campo, ho deciso di ritirarmi dal calcio professionistico.
È stato un percorso incredibile e vorrei ringraziare tutti i tifosi, i compagni di squadra e le persone che mi hanno accompagnato al Monaco, alla Juventus, all’Arsenal, al Barcellona, ai New York Red Bulls e ovviamente nella Nazionale francese, che hanno reso speciale il tempo passato sul campo.

Ora è tempo per un percorso differente e sono felice di annunciare che tornerò a Londra per lavorare con Sky Sports. Spero di poter condividere con voi ogni esperienza, dettaglio e informazione acquisita durante gli ultimi anni.

Ho tantissimi ricordi incredibili (la maggior parte positivi!) e ho vissuto un’esperienza magnifica.

Spero abbiate goduto nel guardare il mio gioco tanto quanto io ho apprezzato metterlo in pratica.

Ci vediamo dall’altra parte...”

lunedì 15 dicembre 2014

Sorteggio Champions League – sarà Arsenal v AS Monaco!



Real Madrid?
Bayern Monaco?
Barcelona?

No, AS Monaco!

Le Pagelle: Arsenal v Newcastle 4-1



Wojciech SZCZESNY – 6,5
Non può nulla sul gol, prima però compie un doppio intervento su Cissé che vale tanto.

Hector BELLERÌN – 6,5
Dal centrocampo in su è devastante e firma il suo primo assist da professionista; in difesa invece è ancora troppo morbido: distratto in occasione del gol subìto, si fa saltare troppo spesso e finisce tra i cattivi per un’entrata in ritardo. Alla sua età è comprensibile.

Mathieu DÉBUCHY – 7
Siamo proprio sicuri che non abbia mai giocato da centrale? Io no, troppo preciso e puntuale perché fosse la prima volta. Implacabile su Cissé, duro in ogni contrasto e pulito in ogni chiusura.

Arsenal v Newcastle 4-1: altri quattro gol a referto, Gunners inarrestabili


Quattro a uno, stesso identico risultato mandato a referto contro il Galatasaray.
Questa volta però ad incassarlo non è stata una squadra allo sbando come quella turca, bensì una delle squadre più in forma della Premier League – ovvero il Newcastle di Pardew.

La squadra che aveva appena battuto il Chelsea,  arrivata all’Emirates Stadium con intenzioni bellicose,  è ripartita con quattro gol sul groppone – che sarebbero potuti essere perfino di più.

venerdì 12 dicembre 2014

Preview, Arsenal v Newcastle: i resti dei Gunners contro la squadra più in forma del momento, brutto presagio...



Fino a qualche settimana fa, il Newcastle di Pardew sembrava il Club più incasinato d’oltremanica: il presidente era costantemente contestato dai tifosi, i quali si scagliavano in maniera continua contro il manager – difeso a spada tratta dal presidente.

Un bel bordello, insomma.

Che dite, piccolo ripasso in attesa di Newcastle e sorteggio di Champions?



Dopo aver archiviato la fase a gironi della Champions League meglio rilassarsi sfogliando l'album dei ricordi, o meglio ancora: l'album delle curiosità!

Lo sapevate che.....
L'Arsenal vanta una tradizione tale da essere un club entrato prepotentemente nella cultura popolare inglese, assurgendo anche al ruolo di elemento cardine in alcune pellicole cinematografiche, nonchè in svariate citazioni nei testi di alcune canzoni.

mercoledì 10 dicembre 2014

Le Pagelle: Galatasaray v Arsenal 1-4


Wojciech SZCZESNY – 5,5
Insicuro sui palloni alti, impotente di fronte alla punizione di Sneijder. Per il resto si gode lo spettacolo offerto dai compagni.

Mathieu DÉBUCHY – 6,5
Al rientro dopo quattro mesi di assenza, sembra non sia mai uscito dalla squadra. Ecco un altro che, come Laurent Koscielny, ci è mancato tremendamente.

Per MERTESACKER – 6
Qualche buona chiusura, soprattutto in un’occasione, ma anche qualche momento d’indecisione – per fortuna senza conseguenze. Di testa sono tutte sue, non come successo al Britannia Stadium. 

Galatasaray v Arsenal 1-4: Gunners spettacolari, Ramsey e Poldi stendono i turchi


Per quanto il Galatasaray abbia ancora una volta dimostrato la pochezza dei propri giocatori, sminuire la prestazione dei nostri ragazzi sarebbe ingiusto.
La posta in palio era virtualmente assente, i padroni di casa sono nel caso più totale ma ciò non toglie che l’approccio dei Gunners, chiaramente votato alla volontà di terminare il girone con un risultato ed una prestazione di gran livello, sia stato perfetto.

martedì 9 dicembre 2014

Preview, Galatasaray v Arsenal: Gunners a Istanbul per non avere rimpianti



Francamente, mi avessero chiesto una firma per arrivare alla partita di stasera senza patemi – ce l’avrei messa subito.
Fin dal sorteggio temevo che saremmo arrivati a doverci giocare al qualificazione a casa dei turchi, quindi sono più che felice di sapere che stasera non ci sarà in gioco praticamente nulla.

lunedì 8 dicembre 2014

Stoke City v Arsenal 3-2: il Britannia Stadium non è posto per noi, Gunners



Sono stato punito per l’aver mirato troppo in alto, mi prendo la responsabilità della sconfitta di sabato contro lo Stoke City.
Ho osato sperare di vedere, anche per una volta sola, l’approccio disumano dello Stoke City venire spazzato via da un calcio educato e positivo.
Il risultato è sotto gli occhi di tutti.

venerdì 5 dicembre 2014

Preview, Stoke City v Arsenal: alla conquista del Britannia, Gunners!



J.R.R. Tolkien ha creato la Compagnia dell’Anello, noi invece abbiamo quella del Cannone (con la C maiuscola, per evitare allusioni...), però in sostanza siamo la stessa cosa – visto che entrambi dobbiamo vedercela con orchi, goblin e compagnia bella.

L’unica differenza è che quelli che dobbiamo affrontare noi domani sono più brutti e più cattivi.

giovedì 4 dicembre 2014

Le Pagelle: Arsenal v Southampton 1-0



Emiliano MARTINEZ – 6,5
Seppur quasi mai impegnato, riesce a trasmettere la sensazione di tranquillità ad ogni presa alta cui è chiamato. Che succede ora che torna Wojciech Szczesny?

Calum CHAMBERS – 6,5
Ancora una volta molto solido in difesa, ieri però non è molto incisivo in fase offensiva. Prova a buttare dentro qualche cross ma senza troppa convinzione.

Per MERTESACKER – 7
Vedersela con Pellé non è semplice, lui lotta e fa valere la propria esperienza. Nel finale intercetta un paio di palloni decisivi, dimostrando di essere sulla buona strada per tornare quello dell’anno scorso.

Arsenal v Southampton 1-0: le cose belle succedono a chi sa aspettare...


Che ironia: i due peggiori in campo hanno risolto la partita.
Aaron Ramsey e Alexis Sanchez, fino a quel punto del tutto inutili alla causa – se non dannosi – hanno deciso la partita quando ormai sembrava che dovessimo vivere l’ennesima serata d’isteria collettiva tra i tifosi.

mercoledì 3 dicembre 2014

Preview, Arsenal v Southampton: non ci sono santi che tengano, serve un’altra vittoria



Stasera all’Emirates Stadium arriva il temibile Southampton di Ronald Koeman, terza forza del campionato dopo tredici partite giocate.

Alzi la mano chi avrebbe mai immaginato di sentire una frase del genere quando si è chiuso il mercato estivo: ceduti Lallana, Lovren e Lambert al Liverpool, Chambers all’Arsenal e Shaw al Manchester United, oltre ad aver visto il proprio manager passare sulla panchina del Tottenham, ai Saints veniva pronosticata l’inevitabile retrocessione.
Ed invece eccoli in cima alla classifica, in contatto con Manchester City e Chelsea e davanti a squadre come il Manchester United e...l’Arsenal!

martedì 2 dicembre 2014

Caro, hai preparato la lista della spesa? Il negozio riapre tra un mese!

Ormai manca soltanto un mese alla riapertura del mercato, e diciamolo: mai come in questa strampalata stagione il mercato di Gennaio è stato così tanto atteso dalle parti dell'Emirates Stadium. Un po' per i continui infortuni, un po' per una discutibile gestione del mercato estivo, Arsène Wenger sarà costretto a fare qualcosa di concreto durante la sessione invernale, cercando di completare in modo adeguato un reparto difensivo in cui la mancata sostituzione di Thomas Vermaelen, seguita dall'infortunio di Mathieu Débuchy, ha creato non pochi fastidi; a tenere banco c'è sempre la situazione legata al centrocampo, dove l'obiettivo principale dovrebbe essere quello di reperire un mediano, viste le difficoltà incontrate da Mathieu Flamini, unite alla scarsa integrità fisica del buon vecchio Mikel Arteta. Eppure, gli infortuni che hanno falcidiato il reparto, non ultimo quello di Wilshere, aprono ulteriori scenari. Lo stesso Arsène Wenger ha aperto al mercato, ammettendo tutte le difficoltà di gestione trovate fin qui, promettendo...un acquisto: ma basterà?

lunedì 1 dicembre 2014

Le Pagelle: West Brom v Arsenal 0-1


Emiliano MARTINEZ – 6,5
Inoperoso per gran parte della partita, nel finale la fa da padrone in area e trasmette serenità ai compagni. Salvato dalla traversa quando Berahino colpisce di testa.
  
Calum CHAMBERS – 7
Gli avversari puntano sempre e solo dalla sua parte, salvo scontrarsi sempre con la solidità del giovane difensore. Altra prestazione di livello.

Per MERTESACKER – 6,5
Preciso nelle chiusure, spesso però i palloni che allontana finiscono in zone molto pericolose.

West Brom v Arsenal 0-1: Vittoria e contestazione per i Gunners, tutto normale


Per raccontare la vittoria a casa del West Brom preferisco partire dalla fine.
Parto dalla traversa colpita da Berahino sul finale di partita per sottolineare come quella sia stata l’unica occasione avuta dai padroni di casa in tutti e novantacinque i minuti giocati.
Certo, sarebbe potuta finire in porta, però da lì a dire che la vittoria è stata sofferta ce ne passa.