lunedì 9 febbraio 2015

Le Pagelle: Tottenham Hotspur v Arsenal 2-1



David OOOOOOOOSPINA – 7 *MOTM
Compie il primo ottimo intervento su Kane e s’infortuna; resta in campo e para tutto il parabile, compresa un doppia chiusura da applausi. Incolpevole sui gol, perfetto in tutto il resto. 

Hector BELLERÍN – 5,5
È l’obbiettivo dichiarato di Eriksen e Rose, dalla sua parte gli avversari passano spesso. Non una partita da buttare, però è in chiara difficoltà dall’inizio alla fine.

Per MERTESACKER – 6
Spesso impreciso nei rilanci e nelle respinte, però chiude sempre bene e impedisce a chi passa dalle sue parti di concludere in maniera comoda. È il meno peggio in difesa.

Laurent KOSCIELNY – 4,5
Inaccettabile la sua passività in occasione del gol decisivo, così come non è giustificabile l’enorme numero di errori commessi in fase di rilancio. Raramente l’ho visto in evidenti difficoltà come contro Kane, che lo surclassa sempre.

Nacho MONREAL – 5,5
Démbélé e Lamela si alternano dalla sua parte, lui fa quel che può e prova a limitare i danni. Cerca una chiusura disperata per contrastare Kane in occasione del gol del sorprasso, però è troppo tardi per fermarlo.

Francis COQUELIN – 6
Inizia alla grande con bei recuperi e buona distribuzione, poi inizia a tenere troppo il pallone e spesso si fa sorprendere dal pressing avversario. Non è lui l’anello debole a centrocampo, tuttavia.

Aaron RAMSEY – 5
Come Francis Coquelin, inizia bene. Però si perde quasi subito e non trova mai il modo d’incidere – anzi. Impreciso palla al piede, non abbastanza presente in fase difensiva.

Santi CAZORLA – 5
La prima prestazione negativa da un mese e mezzo a questa parte si può perdonare. L’imprecisione dei suoi passaggi è una delle cause principali della nostra incapacità di frustrare il pressing avversario. Giustamente sostituito nel secondo tempo.

Mesut ÖZIL – 6,5
Apre le marcature con una bella conclusione al volo, poi cerca di cucire il gioco come può. È tra i più continui e precisi a centrocampo, trova il modo di offrire a Olivier Giroud il pallone del nuovo vantaggio ma il francese spreca.

Danny WELBECK – 6
La giocata con cui avvia l’azione del vantaggio è da applausi, così come la conclusione ch costringe Llrois ad una paratona. Nel mezzo però tanti palloni persi banalmente che ne macchiano la prestazione.

Olivier GIROUD – 5
L’unica giocata importante arriva per sbaglio, quando svirgola la conclusione e recapita involontariamente il pallone a Mesut Özil. Vince pochissimi duelli contro Dier e Verthongen, poi spreca il pallone buono per riportarci in vantaggio.

Tomas ROSICKY – 6
Rileva Santi Cazorla e prova ad offrire migliori geometrie, riuscendoci parzialmente. Lancia Theo Walcott a tu per tu col portiere, l’inglese però manca il controllo.

Theo WALCOTT – 5,5
Sostituisce un esausto Danny Welbeck senza combinare un granché. Al contrario, ha una palla buona per bucare la difesa avversaria ma sbaglia completamente il controllo.

Chuba AKPOM – sv
Prende il posto di Francis Coquelin quando è ormai troppo tardi, non ha il tempo per lasciare il segno.

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti