giovedì 5 marzo 2015

Le Pagelle: QPR v Arsenal 1-2


David OOOOOOOSPINA – 6,5
Durante il primo tempo è sempre sull’attenti e sventa da grande portiere un tiro-cross di Phillips.
Più tranquillo durante la ripresa, incolpevole sul gol di Austin.

Hector BELLERÍN – 7 *MOTM
Prova maiuscola del giovane spagnolo, attento in difesa e sempre pericoloso in attacco. Pochi i cross che arrivano dalla sua parte, a differenza di quanto successo il weekend scorso.

Per MERTESACKER – 6,5
Ad inizio partita è il più efficace nel contenere la potenza di Austin e Zamora, nella ripresa respinge di testa ogni pallone che piove dalle sue parti.

GABRIEL – 6
Soffre la fisicità degli avversari prima di soccombere ad un infortunio muscolare.

Kieran GIBBS – 7
Impressionante nelle due fasi, in occasione del primo gol c’è il suo zampino e in generale non fa mai mancare il proprio apporto in fase offensiva, senza mai dimenticare di rientrare in fretta.

Francis COQUELIN – 6,5
L’Uomo Mascherato svolge il lavoro sporco senza fiatare e senza sbagliare, coprendo tutta la propria trequarti. Però quel colpo di tacco nel finale gli è valso una valanga di anatemi da parte di Arsène Wenger e Steve Bould...

Santi CAZORLA – 6,5
Seppur senza brillare eccessivamente, distribuisce il gioco con precisione e continuità. Nel secondo tempo aumenta il ritmo e per il QPR diventa dura contenere la nostra manovra.

Mesut ÖZIL – 6,5
Sbaglia un gol facile facile ma la ragione è da cercarsi nella spalla destra, asportatagli da Henry. Avrebbe quindi meritato un rigore. Delizia con qualche giocata, sfiora il gol dopo un controllo sublime e torna pure per difendere.

Tomas ROSICKY – 6,5
Parte male, poi migliora nel secondo tempo e confeziona un assist perfetto per Mesut Özil, che il tedesco non trasforma in gol. Avrebbe quasi sicuramente segnato con una conclusione da centro area, purtroppo Olivier Giroud si mette in mezzo e respinge il tiro.

Alexis SANCHEZ – 6,5
La prima frazione non promette nulla di buono, nella ripresa si divora il gol del due a zero per eccessivo altruismo ma riesce a farsi perdonare subito dopo, interrompendo così un lungo digiuno.

Olivier GIROUD – 6,5
Lesto nello spedire in rete un pallone vagante in area, meno apprezzabile il muro sulla conclusione a botta sicura di Tomas Rosicky. Alterna cose buone (come la sponda per Santi Cazorla) a controlli da terza categoria – non una novità.

Laurent KOSCIELNY – 6,5
Rimpiazza l’infortunato Gabriel e lotta contro Austin e Zamora, uscendo spesso da vincitore. Nel finale chiude tutti i varchi alle avanzate dei padroni di casa.

Aaron RAMSEY – 6
Rientra dopo l’infortunio e porta energia a centrocampo, dando una mano ai compagni in difesa, sempre più affaticati.

Danny WELBECK – sv
Entra al posto di Mesut Özil. A parte quello, nulla da segnalare.

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti