mercoledì 1 aprile 2015

ClockEnd Italia Quotidiano, 1 Aprile 2015



I giornali parlano di noi, i siti internet parlano di noi, i social media parlano di noi: che si dice dell’Arsenal oggi? Ecco una selezioni delle notizie più interessanti che circolano oggi.

NOTA BENE: non è vero finché non è confermato dal Club. Di qualsiasi cosa si tratti.

A titolo preventivo, nessuna notizia divulgata dal Sun, dal Daily Mail e da Tuttomercatoweb apparirà mai su questo blog!

  • Puma e Arsenal insieme per rivoluzionare il calcio
  • Altri cambiamenti in vista per l'Emirates Stadium?
  • Arsène Wenger mette a segno il primo colpo di mercato: per chi ha investito 50 milioni?
  • Quattro infortunati tornano a disposizione, Abou Diaby titolare contro il Liverpool 

Il pallone magico per i lefties
Il binomio Puma – Arsenal ha creato una novità di dimensioni epocali: un nuovo pallone disegnato espressamente per i giocatori mancini; progettato e confezionato in esclusiva per i Gunners, questo pallone cambia completamente le dinamiche e le traiettorie quando viene calciato da un mancino, cosa che certamente farà felici Nacho Monreal, Lukas Podolski, Joel Campbell e soprattutto Mesut Özil.
Intervistati dalla stampa, i giocatori dell’Arsenal si sono mostrati entusiasti della novità e hanno espresso tutta la soddisfazione per l’evoluzione tecnologica che questo pallone ha apportato.
Santi Cazorla, unico giocatore realmente ambidestro in rosa, ha confermato che la sensazione è assolutamente identica a quella abitualmente provata con un pallone normale calciato di destro;  anche un giocatore che non usa il piede mancino come Hector Bellerín ha sottolineato con il suo piede sinistro sia migliorato sensibilmente usando il nuovo pallone, quasi all’istante, grazie alla novità firmata Puma.
Resta da capire se il progetto resterà esclusivo oppure se qualche altro Club riuscirà a strappare il brevetto ai Gunners.

Novità all’Emirates Stadium
Dopo aver tappezzato l’esterno dello stadio con i magnifici murales che rappresentano i giocatori più significativi della storia del Club, pare che l’Arsenal si appresti ad apportare alcune ulteriori modifiche alla propria casa. Non sono affatto certo che la cosa avrà grande successo tra i tifosi, perchè l’azionista di maggioranza Stan Kroenke sembra aver deciso di cambiare il nome a due settori dello stadio: intoccabili ovviamente il Clock End e il North Bank, il magnate statunitense si è concentrato sul West e sull’East Stand, che saranno a breve rinominati Clampett Stand and Walton Stand, rispettivamente.
Fortuna che il board, non senza qualche difficoltà, sia riuscito a respingere l’idea di aggiungere due orsi – simobolo del Missouri, stato d’origine di Stan Kroenke –  sullo stemma del Club.
Questi americani...

Arsène Wenger è già sul mercato, Harry Kane sarà un giocatore dell’Arsenal
Cinquanta milioni di sterline, questa la cifra che Arsène Wenger ha messo sul piatto per convincere Daniel Levy, presidente del Tottenham, a cedere Harry Kane.
Capocannoniere in Premier League in coppia con Diego Costa, l’attaccante inglese torna finalmente a casa e diventerà il punto di riferimento dell’attacco dei Gunners a partire dalla prossima stagione.
Con Danny Welbeck sempre più utilizzato come esterno e Theo Walcott possibile partente, il manager alsaziano ha deciso di accelerare in maniera decisiva e mettere le mani su un attaccante che ha già dimostrato di poter diventare uno dei migliori centravanti in circolazione.
Il contratto prevede un ingaggio di centomila sterline a settimana, all’incirca quello che guadagna oggi Theo Walcott, mentre la cifra pattuita per il cartellino farà di Harry Kane il giocatore più caro sbarcato all’Arsenal.
Non fosse per l’assegno da staccare in favore dei cugini, si potrebbe parlare tranquillamente di un nuovo colpo alla Sol Campbell per Arsène Wenger!

Mathieu Débuchy, Mikel Arteta, Jack Wilshere e Abou Diaby sono di ritorno!
Buone notizie dall’infermeria, ormai praticamente vuota: i quattro lungodegenti hanno giocato un’amichevole contro il Brentford, durante la quale hanno tutti brillato.
Jack Wilshere ha segnato un gol e fornito un assist, Mikel Arteta ha giocato quarantacinque minuti intensi, Mathieu Débuchy ha solcato la propria fascia per un’oretta buona e Abou Diaby ha dominato a centrocampo, confezionando anche un assist per Alex Iwobi.
Proprio questa prestazione maiuscola da parte di Abou Diaby avrebbe convinto Arsène Wenger a lanciarlo subito nella mischia sabato pomeriggio contro il Liverpool; i precedenti dicono che il lungo centrocampista si comporta sempre egregiamente quando affronta i Reds, quindi perchè non rischiare? Abou Diaby si giocherà una grossa fetta del proprio futuro sabato pomeriggio, le motivazioni saranno enormi quando solcherà il prato dell’Emirates Stadium.
Le prime indiscrezioni dicono che Abou Diaby giocherà al fianco di Francis Coquelin e Santi Cazorla, offrendo quindi quella fisicità che altrimenti verrebbe a mancare.

Per oggi è tutto, Gooners!



2 commenti:

  1. Oh, No! Come lo hai scoperto?!?
    Almeno una notizia vera però l'ho citata: l'infermeria è vuota!

    RispondiElimina

I Vostri Commenti