06 maggio 2015

Le Pagelle: Hull City v Arsenal 1-3


David OOOOOOOSPINA – 6,5
Non è molto impegnato, le uniche volte che tocca il pallone è quando lo raccoglie da dentro la porta dopo il gol e per rinviarlo godendosi il suo coro.

Hector BELLERÍN – 6
Il ragazzino è all'ennesima partita da titolare, è propositivo in attacco però, soprattutto nel primo tempo, perde qualche pallone sbagliando il passaggio e dando il via al contropiede avversario.

Per MERTESACKER – 6,5
Completamente senza equilibrio, è spesso per terra, dove riesce comunque a spazzare il pallone e ad allontanare i pericoli dalla nostra porta. Spero che Wenger gli faccia prendere una boccata di ossigeno e dia un po' di spazio a Gabriel.

Laurent KOSCIENY – 6,5
Il francese è incolpevole del gol subito, perchè prima c'era stato un fallo proprio su di lui che lo aveva lasciato a terra. Dopo qualche minuto si vendica sfigurando un avversario con una scarpata (involontaria); comunque sempre perfetto come nelle ultime partite.

Nacho MONREAL – 6
Lo spagnolo viene messo spesso in difficoltà da Elmohamady, uno dei clienti più difficili di Premier, con i suoi cross e le sue accelerazioni. In avanti dialoga con Alexis suo compagno di fascia.

Francis COQUELIN – 6,5
Il giocatore che da quattro mesi a questa parte ha rivoluzionato il nostro centrocampo ha svolto il suo compito perfettamente come al solito, qualche volta sbaglia anche lui dei passaggi, soprattutto al limite dell'area, ma si sa non è un grandissimo uomo assist. Vendica Koscienly saltando sulla gamba di un avversario subito dopo il gol.

Santi CAZORLA – 7,5 *MOTM
Il vincitore del Barclays MOTM sforna una prestazione pazzesca, dietro controlla il pallone per poi darlo ad un compagno nel posto giusto o per fare un passaggio decisivo come quello a Ramsey. Sembra abbia trovato la sua posizione perfetta e di venderlo non se ne parla!

Aaron RAMSEY – 7
Continuo a non amarlo in quella posizione, però lui riesce sempre ad esprimersi al meglio. Rambo segna un gol (con una deviazione) e mette in mostra le sue armi con colpi da campione con Giroud e compagnia, lascia poi il posto a Wilshere.

Mesut ÖZIL – 7
Zero assist, zero gol, quindi un brocco da vendere giusto? NO, SBAGLIATO. E' talmente bravo che delle cose incredibili se sono fatte da lui sono date per scontate; il tedesco si diverte a intontire la retroguardia di casa dialogando con i compagni sulla trequarti.

Alexis SANCHEZ – 7,5
Due gol, uno su punizione aiutato da una deviazionee  l'altro con un dribbling al portiere; avrebbe potuto farne altri due. Il Niño è tornato, e con lui anche la Maravilla attorno all'Arsenal, corre dal primo all'ultimo minuto. Si era preso una pausa, ma nel momento giusto è uscito il campione della prima metà di stagione.

Olivier GIROUD – 6
 
Il francese ha svolto un ruolo importante per le ripartenze della squadra, e nonostante una marcatura stretta ha cercato di fornire più palloni possibili a chi agiva alle sue spalle; peccato solo non sia riuscito a calciare praticamente mai in porta. Wenger lo ha già difeso dalle dichiarazioni di Henry dicendo che nemmeno lui, Anelka e Van Persie non sarebbero mai stati nessuno, quindi keep calm and do not judge.

Jack WILSHERE – 6,5
Entra quando la gara è già ampiamente finita, ma dopo mesi che mancava ci ha fatto ricordare di cosa è capace, le super accelerazioni di Super Jack hanno reso più interessanti gli ultimi minuti, durante i quali sfiora il gol con una conclusione parata di mano da un difensore avversario.

Theo WALCOTT – 6
Rileva lo stanco Giroud, avrebbe quasi certamente segnato se solo Sanchez gli avesse passato la palla invece che tentare la tripletta. Spero che riesca a trovare lo spazio che merita e che dimostri le sue qualità

Riccardo Ariaudo

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti