venerdì 19 giugno 2015

Top 3: Il Verdetto







Ebbene, è arrivato il momento di svelare quali sono state le tre partite che più di tutte hanno segnat la stagione appena conclusasi; in lizza c’erano le vittorie esterne contro Monaco, Manchester United e Manchester City, i trionfi all’Emirates Stadium contro Liverpool e Borussia Dortmund e – ovviamente – la finale di FA Cup, dominata e vinta contro il povero Aston Villa.

Ecco per voi il podio, in ordine crescente:


3° - Arsenal v Liverpool 4-1 (20% dei voti)

Prima lo slalom vincente di Hector Bellerín, poi la punizione a giro di Mesut Özil, ancora la conclusione irresistibile di Alexis Sanchez e infine il sinistro ad effetto di Olivier Giroud: quattro perle che hanno suggellato uno dei pomeriggi più entusiasmanti che l’Emirates Stadium abbia vissuto durante la stagione 2014/2015.
Un dominio assoluto, un calcio irrestistibile per un Liverpool che sembrava dover arrivare all’Emirates per conquistarsi un posto tra le prime quattro ed invece è tornato verso nord con le ossa rotte. Una delle prove più convincenti per l’Arsenal, un piccolo indizio di quanto la squadra potrebbe fare, con una maggiore continuità di rendimento.


2° Arsenal v Aston Villa 4-0 (30% dei voti)

Back to Back FA Cup Champions!
Semplicemente, il divario tra i nostri e il povero Aston Villa era troppo per poter lasciare la minima speranza agli uomini di Tim Sherwood. Ci è voluto un po’ prima di trovare il gol d’apertura – arrivato grazie ad una conclusione potente di Theo Walcott – ma da lì in poi è statao grande spettacolo: prima il raddoppio di Alexis Sanchez, che ha segnato uno dei gol più belli dell’intera storia della competizione, poi il colpo di testa di Per Mertesacker e alla fine il sigillo di Olivier Giroud, subentrato a partita in corso e bravo a concludere da distanza ravvicinata sul cross di Alexis Sanchez. Apoteosi Arsenal, il terzo trofeo in un anno è in bacheca!


1° Manchester City v Arsenal 0-2 (50% dei voti)

A detta dello stesso Arsène Wenger, il momento in cui la squadra ha preso coscienza della propria forza; una prestazione da verp gruppo, fatta di spirito di sacrificio e aiuto costante tra i giocatori, iniziata con qualche difficoltà ma terminata in grande stile – con un Manchester City annichilito e incapace di reagire. L’incursione di Nacho Monreal, abbattuto da Vincent Kompany, è valso il calcio di rigore che Santi Cazorla ha trasformato, poi una punizione pennellata dallo spagnolo è stata deviata in rete da Olivier Giroud con un preciso colpo di testa.
Due a zero, Etihad Stadium ammutolito e prestazioni incredibili da parte dello stesso Santi Cazorla, di Francis Coquelin e di Hector Bellerín – tutti superlativi.
Finito il tempo delle batoste in trasferta contro le grandi, questo Arsenal è una squadra tutta nuova!

La stagione va in archivio, ora spazio al pagellone finale e poi tutti in vacanza – cercando di non farsi distrarre troppo dalle voci di mecato e pronti a preparare una stagione che, speriamo, sia ancora più gloriosa.


Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti