mercoledì 22 luglio 2015

Wojciech Szczesny in partenza per Roma, David Ospina scontento: che succede, adesso?




Possibile che esista un problema di penuria di portieri all’Arsenal?
Fino a pochi giorni fa, erano addirittura quattro gli estremi difensori a disposizione di Arsène Wenger, un’esagerazione; oggi, rischiamo di trovarci con solo Petr Čech e Emiliano Martinez in rosa e dover contare su Ryan Huddart o Matt Macey per colmare eventuali infortuni o squalifiche.

Cos’è successo nelle ultime quarantott’ore?!

Partiamo da Wojciech Szczesny: il polacco sembrava dover restare e fare da secondo a Petr Čech, accontentandosi di giocare in FA Cup e Capital One Cup ma potendo imparare qualche trucco dal più esperto compagno di squadra; sembrava, appunto, perchè oggi diversi quotidiani sportivi – tra cui la Gazzetta dello Sport e il Mirror – riportano la notizia di un accordo tra l’Arsenal e la Roma per il passaggio di Wojciech Szczesny ai giallorossi.
L’accordo sarebbe stato trovato sulla base di un prestito oneroso con obbligo di riscatto al termine della stagione 2015/2016 – formula che permetterebbe alla Roma di avere il giocatore già quest’anno ma pagarlo l’anno prossimo.
L’impressione è che il portiere volesse restare ma che Arsène Wenger abbia perso definitivamente la pazienza con il polacco, reo di comportamenti molto poco professionali negli ultimi mesi.

Possibile addirittura che già la settimana prossima possano arrivare conferme ufficiali.
Così fosse, si tratterebbe di un enorme spreco per l’Arsenal e per Wojciech Szczesny stesso – che avrebbe potuto davvero diventare il portiere titolare per un decennio abbondante.

Se davvero Wojciech Szczesny partirà, la logica vorrebbe che David Ospina diventi incedibile e resti al proprio posto; virtualmente sul mercato immediatamente dopo l’annuncio dell’arrivo di Petr Čech, il colombiano ha disputato un’ottima Copa America con la sua Nazionale e attirato l’interesse di svariati Club – in Premier League e in Europa.
L’Arsenal ovviamente non è obbligato a vendere, essendo David Ospina arrivato appena l’estate scorsa, tuttavia resta da vedere se l’ex portiere del Nizza sarà d’accordo con l’idea di tornare in panchina dopo il buono scorcio di stagione scorsa da titolare.
Sbarcato a Londra subito dopo un Mondiale 2014 da assoluto protagonista, ha accettato di partire da seconda scelta dietro Wojciech Szczesny e si è guadagnato il posto da titolare con prestazioni spesso eccellenti – perchè mai il colombiano dovrebbe ricominciare tutto daccapo, adesso?
Personalmente, credo che davanti all’opportunità di essere il portiere titolare di una squadra di vertice, David Ospina possa chiedere (e ottenere) la cessione – data la riluttanza di Arsène Wenger a tenere in rosa elementi scontenti.
In caso contrario – ovvero davanti alla prospettiva di ritrovarsi in una squadra da media classifica o in una nobile decaduta – il colombiano potrebbe restare e tornare in panchina.

Se David Ospina chiedesse ed ottenesse la cession, le strade sarebbero due: promuovere Emiliano Martinez al ruolo di riserva di Petr Čech, ruolo che l’argentino potrebbe ricorprire egregiamente, e affidarsi ai due portieri della U21 in caso di estrema difficoltà oppure sondare il mercato alla ricerca di un nuovo secondo portiere più esperto e spedire Emiliano Martinez in prestito – magari in Premier League – per capire se potrà ereditare la maglia da titolare una volta che Petr Čech deciderà di chiudere la carriera, verosimilmente tra quattro stagioni.
A mio avviso, Emiliano Martinez ha mostrato di poter essere un elemento affidabile e meriterebbe la possibilità di accumulare minuti in FA Cup e Capital One Cup: senza la pressione esagerata derivante dall’essere il titolare – ma pur sempre con l’obbligo di mostrarsi all’altezza di un Club come l’Arsenal – il quasi ventrireenne potrebbe accumulare minuti ed esperienza, maturando all’ombra di una campione come Petr Čech.

Per ora si tratta di ipotesi, voci di mercato, presunte trattative che non trovano alcun riscontro ufficiale, tuttavia nessuno degli scenari elencati qui sopra è troppo lontano dalla realtà per essere considerato non credibile.
Con altri quaranta giorni davanti prima della chiusura del mercato, le sorprese non mancheranno.

3 commenti:

  1. Finalmente....tengo incrociate le dita fino a quando non appare la notizia ufficiale su Arsenal.com...Szczesny alla Roma (che si indebolisce! peccato!) in prestito con obbligo di riscatto. "Mi raccomando Arsene, inserisci la clausola obbligo e non diritto di riscatto", altrimenti a Giugno lo riavremo di nuovo a Londra!!
    Ospina dodicesimo è un lusso!
    Martinez invece ha già dimostrato lo scorso anno, sia in Champions che in Premier, che è affidabile quindi come dodicesimo dà ampie garanzie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del commento!
      Non condivido in pieno l'entusiasmo sulla cessione di Szczesny, perchè può ancora diventare un ottimo portiere, però dovessero partire sia lui che Ospina allora punterei anche io su Martinez.
      Aspettiamo e vediamo...

      Elimina
  2. Szczesny ha un potenziale enorme, e il prestito può fargli bene, ma, dovesse trovare nella Roma una dimensione ideale, il rischio è quello che rientri a Londra con l'intento di essere ceduto definitivamente. Sinceramente mi dispiacerebbe perderlo. Martinez è affidabile, e averlo come secondo di Cech non mi preoccuperebbe più di tanto.

    RispondiElimina

I Vostri Commenti