venerdì 28 agosto 2015

Preview, Newcastle v Arsenal: sfida tra compagini incerte a St. James’ Park



Il pareggio registrato contro il Liverpool ha lasciato l’amaro in bocca, tanto per il risultato in sé quanto per la prestazione a dir poco scioccante del primo tempo; è tempo quindi per un incerto Arsenal di ritrovare smalto ed efficacia, e possibilmente gol, contro un Newcastle ancor più esitante.
La squadra di McClaren, rinforzatasi tra gli altri con il francese Thauvin, l’olandese Wijnaldum e il serbo Mitrovic, deve ancora trovare la prima vittoria in campionato e ha incontrato tantissime difficoltà nell’andare a segno – impresa riuscita solo due volte fino a qui.

Quella di domani rischia di essere quindi la partita della paura, nonostante i precedenti abbiamo spesso regalato incontri molto spettacolari, perché entrambe le squadre cercheranno innanzitutto stabilità tra difesa e centrocampo.
Ciò non significa che vedremo squadre barricate in difesa, però non mi aspetto nemmeno un Arsenal ultra –offensivo o un Newcastle arrembante.

La Conferenza Stampa
Poche le novità che Arsène ha rivelato alla stampa, ancora meno le buone notizie che arrivano dall’infermiera. In breve, ecco le informazioni più importanti emerse dalla conferenza stampa di giovedì:

ü     Laurent Koscielny potrebbe recuperare in tempo, però resta in forte dubbio

ü     Per Mertesacker non è ancora guarito e quindi non sarà della partita

ü     Danny Welbeck e Jack Wilshere torneranno a disposizione dopo la sosta per le Nazionali

Interrogato poi sul mercato, Arsène Wenger non si è sbottonato più di tanto – pur ammettendo qualche mezza verità:

ü     Un colpo dell’ultimo minuto può concretizzarsi, il mercato si muove molto negli ultimi giorni

ü     L’Arsenal ha qualche obbiettivo ben definito, però non si escludono sorprese

ü     La chiusura del mercato europeo un giorno prima rispetto alla Premier sarà un grande vantaggio

Occhi e orecchie ben aperti in casa Arsenal, non è detto che la rosa resti intatta tra oggi e il 2 di Settembre.

L’Avversario
Come detto, il Newcastle non ha vissuto la migliore delle partenza in Premier League: bloccati in casa dal Southampton al debutto, i Magpies hanno poi subito una netta sconfitta a casa dello Swansea e hanno imposto lo zero a zero in casa al Manchester United, difendendo con le unghie e con i denti.
L’impressione è che la squadra di McClaren abbia il potenziale giusto per passare una stagione tranquilla ma che debba ancora mandare a memoria schemi e movimenti, oltre a trovare l’intesa tra i giocatori.
Attenzione quindi al talento di Thauvin, Wijnaldum, Mitrovic (che ci ha già fatto male in Champions League con l’Anderlecht), Cissé e Perez, perché un gol potrebbe arrivare in qualunque momento.

Dall’altra parte del campo, tuttavia, il Newcastle ha di che preoccuparsi: la linea difensiva non è delle più solide, con il debuttante Mbemba ancora in fase di adattamento e Coloccini non certo velocissimo, come non la è nemmeno la cerniera di centrocampo: Anita non è esattamente un mediano dal fisico imponente e nemmeno Colback è particolarmente efficace in fase difensiva, quindi quell’area rischia di essere il punto debole della squadra di casa.

I rientri di Sissoki e Janmaat riporteranno esperienza e affidabilità al Newcastle, tuttavia il resto della squadra non appare ancora al meglio e ciò potrebbe fare la differenza.

La Formazione di Arsène Wenger
Quale sarà la reazione di Arsène Wenger al primo tempo della sfida con il Liverpool?
Alcuni giocatori sono sembrati poco ispirati e poco brillanti, su tutti Calum Chambers, Santi Cazorla e Alexis Sanchez, ma non mi aspetto grandissimi cambiamenti rispetto agli undici che hanno affrontato i Reds – che sia per scelta o per obbligo.
L’indisponibilità di Laurent Koscielny e Per Mertesacker costringerà il manager a confermare Gabriel e Calum Chambers in difesa, mentre alla qualità di giocatori come Santi Cazorla e Alexis Sanchez è difficile rinunciare; l’unico cambiamento che immagino potrebbe conivolgere Theo Walcott e Olivier Giroud, soprattutto alla luce della scarsa rapidità della coppia di centrali del Newcastle.

Non so se è un’impressione o una speranza, ad essere onesto!

Per il resto, la formazione sarà quella vista in campo contro il Liverpool: Čech sarà tra i pali, sperando di essere meno occupato rispetto a lunedi scorso, e la difesa verrà ancora Hector Bellerín a destra, Gabriel e Calum Chambers in mezzo e Nacho Monreal a sinistra; Francis Coquelin si occuperà di proteggere la linea difensiva, coadiuvato da Santi Cazorla, mentre Aaron Ramsey sarà verosimilmente conferrmato sulla destra, con Mesut Özil e Alexis Sanchez a completare il trio offensivo alle spalle del centravanti.

Chi sarà il nostro terminale offensivo? I precedenti tra le due squadre e le abitudini di Arsène Wenger mi farebbero propendere per Olivier Giroud, tuttavia credo che il manager potrebbe optare per sfruttare il contropiede e quindi la velocità di Theo Walcott.

Vedremo, appuntamento a St. James’ Park domani pomeriggo alle 13:45, ora italiana:


1 commento:

  1. Io mi aspetto centrali difensivi Debuchy o Monreal (in questo caso con Gibbs a sinistra) insieme a Gabriel. A livello psicologico per Chambers sarebbe una brutta mazzata, ma fuori casa e non potendo fare più passi falsi mi affiderei all'esperienza di uno dei due anche se non nel loro ruolo naturale. Avanti penso anch'io l'utilizzo di Walcott dal primo minuto.

    RispondiElimina

I Vostri Commenti