giovedì 27 agosto 2015

Torna la Champions League, cosa aspettarsi dall’urna di Nyon?


Oggi si torna a parlare di Europa, signori.
Alle ore 18, a Nyon, verrà infatti effettuato il sorteggio della fase a gironi dell’edizione 2015/2016 della Champions League; per la prima volta dopo un paio di lustri, le vincitrici degli otto maggiori campionati europei tornano in prima fascia – il che significa che il nostro caro Arsenal ha perso lo status di testa di serie.

Cosa dobbiamo aspettarci da questo sorteggio?
La regola è una: impossibile finire nello stesso girone per due squadre dello stesso Paese.
A parte quello, le combinazioni sono tutte possibili.

Nonostante la nostra retrocessione in seconda fascia e nonostante la tradizionale sfortuna che ci accompagna in queste occasioni, il sorteggio rischia di essere molto meno complicato di quanto non lo sia stato nelle passate stagioni: assieme a noi, infatti, sono finiti in seconda fascia anche Real Madrid e Atletico Madrid, mentre tra le teste di serie sono finite compagini meno spaventose quali PSV Eindhoven, Zenit o Benfica.

Vediamo, nel dettaglio, quali potrebbero essere le nostre avversarie:

Prima Fascia
Bayern Monaco e Barcellona saranno le avversarie da evitare, pena ritrovarsi automaticamente a lottare per il secondo posto e rischiare davvero di non passare l’ostacolo della fase a gironi; appena dietro, troviamo il PSG di Laurent Blanc, compagine dai grandi mezzi ma non ancora del tutto acclimatata alle esigenze della Champions League e quindi leggermente più abbordabile rispetto alle due corazzate di cui sopra.
La Juventus, finalista della scorsa edizione, ha perso elementi di qualità e personalità come Pirlo, Tevez e Vidal e sta faticando a sostituirli – soprattutto per quanto riguarda esperienza e affidabilità; non è la stessa squadra dell’anno scorso, incontrarla potrebbe essere molto meno pericolosa rispetto a dodici mesi fa.
Seguono, in ordine sparso, Benfica, Zenit e PSV: i portoghesi sono i meglio attrezzati del trio, però la trasferta a San Pietroburgo resta sempre difficile da gestire e gli olandesi possiedono estro e sfrontatezza per creare la sorpresa – pur avendo perso la propria stella più brillante, Memphis.

Terza Fascia
Tra i nomi inclusi nella terza urna, da evitare sicuramente è quello del Siviglia vincitore dell’Europa League; pur avendo perso il proprio centravanti titolare, Bacca, gli spagnoli sono una squadra i cui giocatori si conoscono a memoria, vantaggio non da poco in una competizione come la Champions League.
A seguire troviamo la Roma, rinforzatasi con gli arrivi di Dzeko, Digne e Salah ma forse ancora un po’ fragile in difesa, e subito dietro il Lione e lo Shakhtar Donetsk; più lontane, infine, ci sono Galatasaray, CSKA Mosca, Dinamo Kiev e Olympiacos.
I francesi non hanno rinforzato una squadra che pecca d’inesperienza, mentre gli ucraini sono rimasti orfani di Luiz Adriano e continuano a subire l’instabilità globale del Paese; i nostri vecchi amici di Galatasaray e Olympiacos contando forse troppo sulle proprie partite casalinghe, così come CSKA e Dinamo Kiev.

Quarta Fascia
Le due avversarie illustri in quarta fascia sono il Wolfsburg e il Borussia Mönchenglabdäch, squadre toste e molto be organizzate: da tenere d’occhio soprattutto i primi, non fosse altro che per la presenza di Lord Bendtner, tuttavia anche la piccola colonia svizzera al comando di Lucien Favre può creare grattacapi e dispone di uno dei portieri più promettenti d’Europa, Yann Sommer.
Per il resto si trovano avversari di media caratura come Malmö, Bate Borisov, Maccabi e Dinamo Zagabria, oltre a due cenerentole come Gent e FC Astana.

Speranze e Scongiuri
Riassumendo, le possibilità di finire in un girone da incubo sono relativamente limitate perché la presenza del Barcellona escluderebbe quella del Siviglia e pescare il Bayern vorrebbe dire evitare Wolfsburg o Borussia Mönchengladbäch; esiste la possibilità di pescare il PSG e venire in seguito accoppiati a Siviglia e Wolfsburg, tuttavia non si tratterebbe certo di un girone peggiore di quello che ci ha visti affrontare Borussia Dortmund, Napoli e Olympique Marseille – dal quale siamo usciti indenni.
Geograficamente parlando, un girone con Zenit, Shakhtar e Astana/Bate Borisov sarebbe un incubo, per quanto facile a livello puramente calcistico, così come trovarsi a

La migliore delle ipotesi – quindi da escludere a priori – ci vedrebbe nello stesso girone di PSV Eindhoven, Galatasary/CSKA Mosca e FC Astana; non sarebbe male neppure un girone con Benfica,  Lione e Gent, per quanto pericoloso se non affrontato con la giusta determinazione: trasferte comode a livello logistico e zero perdite di tempo, cosa fondamentale se vogliamo provare ad andare il più lontano possibile sia in Champions League che in Premier League.

Verdetto stasera alle diciotto, il sorteggio sarà trasmesso in diretta TV su Mediaset Premium ( in chiaro) e in diretta streaming sul sito ufficiale della UEFA.

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti