domenica 13 dicembre 2015

Aston Villa v Arsenal 0-2: Gunners cinici e spietati, conquistata la vetta della classifica


Non è stata una partita memorabile, d’accordo, però questa vittoria potrà restare negli annali, a modo proprio: chiusa rapidamente, controllata con autorevolezza e vinta con un dispendio di energia più che ragionevole, la partita di Villa Park ci ha proiettati in cima alla classifica – in attesa di sapere se il Leicester di Ranieri saprà mettere al tappeto il Chelsea di Mourinho e riprendere il comando della Premier League.

Dopo due vittorie molto importanti come quelle contro Sunderland e soprattutto Olympiacos, sarebbe stato molto facile prendere sottogamba un impegno come quello di questo pomeriggio – ed invece gli uomini di Arsène Wenger hanno dimostrato grande maturità e professionalità, portando a casa tre punti molto importanti, in attesa dell’esito del Monday Night e soprattutto della grande sfida di lunedì prossimo, che ci vedrà impegnati all’Emirates Stadium contro il Manchester City.

Le Parole dei Protagonisti
Arsène Wenger è parso soddisfatto e rilassato in sala stampa, mentre commentava la vittoria di Villa Park; il manager ha sottolineato la grande forza mentale della propria squadra ed elogiato le prestazioni di alcuni dei suoi giocatori – tra cui ovviamente Aaron Ramsey:

“Sono molto orgoglioso e contento dello spirito che abbiamo mostrato. Ci sono forza e solidarietà che emergono da questo gruppo di giocatori, il fatto che siano così evidenti è motivo di grande soddisfazione. È la miglior base per ottenere risultati.”

“Nel primo tempo abbiamo dominato e segnato due gol. Il secondo tempo invece è stato più complicato a livello fisico a causa dello sforzo di mercoledì in Champions League, si vedeva che le gambe erano un po’ pesanti.”

“In generale, tuttavia, abbiamo mostrato maturità, non abbiamo concesso gol e siamo tornati a casa con quella che credo sia stata una vittoria convincente. È stata una grande settimana – Sunderland, Olympiacos e oggi. Abbiamo segnato otto gol e credo sia stata una settimana fantastica. Voglio ringraziare i giocatori per come hanno approcciato queste partite. È stato assolutamente fantastico.”

In seguito il manager ha poi lodato le prestazioni di Aaron Ramsey e Olivier Giroud – protagonisti di giornata:

“Aaron ha giocato una partita straordinaria, oggi. Penso ovviamente che il suo ruolo naturale sia quello di centrocampista centrale, però l’ho schierato più esterno in passato perché abbiamo visto quanto i giocatori, quando spinti verso la linea laterale, siamo obbligati a migliorare la propria tecnica. Una volta tornati in mezzo al campo, sono giocatori migliori.”

“Olivier Giroud ha raggiunto il proprio apice eppure a volte è ancora messo in discussione. Ora le statistiche stanno convincendo la gente che è un buon giocatore. [...] È migliorato, il suo gioco di sponda è migliorato e, quando optiamo per un pallone lungo, rappresenta una grande opzione.”

Le parole finali, Arsène Wenger le ha dedicate al proprio allievo – Rémi Garde :

“La sua squadra mi è parsa motivata e unita, anche se a corto di fiducia. [...] Credo farà un buon lavoro se gli verrà concesso tempo. Il tempo è concesso molto difficilmente in Premier League, però l’ho incoraggiato a venire qui perché credo che abbia l’intelligenza, le qualità, l’occhio per i dettagli e la personalità per fare bene.”

Una settimana perfetta, quindi – coronata dalle sconfitte del Manchester United contro il Bournemouth e del Tottenham contro il Newcastle, oltre al pareggio tra Liverpool e West Brom.
La classifica sorride, Alexis Sanchez sta recuperando più in fretta del previsto e restano sette giorni per preparare una partita che potrebbe proiettarci ancora più in alto.

Forza Gunners, il cammino è tracciato davanti a voi.

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti