lunedì 11 gennaio 2016

Le Pagelle: Arsenal v Sunderland 3-1



Petr ČECH – 6
Serata tranquilla, rovinata dall’errore di Laurent Koscielny che spiana la strada a Lens per il gol del vantaggio. Il portierone ceco è incolpevole.

Hector BELLERÍN – 7,5 *MOTM
Due assist nel finale di partita, due cross perfetti come non se ne vedevano da qualche settimana. Bentornato ai livelli che gli competono.

GABRIEL – 6
Il Sunderland punge poco, in attacco lo si vede molto meno del solito.

Laurent KOSCIELNY – 5
Un errore di supponenza permette al Sunderland di trovare un insperato vantaggio, rischia anche nella ripresa ma se la cava.

Kieran GIBBS – 6,5
Buona prova, di grande sostanza; accompagna bene l’attacco quando è chiamato in causa.

Calum CHAMBERS – 6,5
Confermato a centrocampo, svolge molto bene il proprio lavoro e non disdegna qualche sortita offensiva.

Alex OXLADE-CHAMBERLAIN – 6
Troppo poco arrosto per il fumo che sprigiona, quando accelera palla al piede è devastante. Serve un ultimo sforzo per diventare un giocatore eccezionale, però è il più difficile da compiere.

Joel CAMPBELL – 7
Segna il gol che tranquillizza la squadra, poi inanella giocate di grandissima qualità e crea una manciata di occasioni per i compagni.

Alex IWOBI – 6,5
Debutto dal primo minuto senza paura, inizia bene ma si spegne col passare dei minuti. Molto positivo, tenuto conto della situazione generale.

Theo WALCOTT – 6
Poco visibile, prova a combinare con Kieran Gibbs e Olivier Giroud ma non produce granchè.

Olivier GIROUD – 6,5
Partita un po’ anonima ma segna ancora, approfittando di un ottimo passaggio da parte di Hector Bellerín.

Mikel ARTETA – 6
Rientra dopo un lungo infortunio e non forza troppo, limitandosi a far girare il pallone e mantenere la posizione.

Aaron RAMSEY – 6,5
Entra e trova quasi subito il gol con un bell’inserimento, la sua energia e la sua grinta danno la giusta carica alla squadra.

Jeff REINE-ADELAÏDE – 6
Sostituisce Alex Oxlade-Chamberlain, senza illuminare la scena come gli era capitato durante la Emirates Cup. Tranquillo con il pallone tra i piedi, anche un po’ troppo.  

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti