mercoledì 14 settembre 2016

Le Pagelle: PSG v Arsenal 1-1

Risultati immagini per psg arsenal 1-1


David OSPINA – 8 *MOTM
Fenomenale, da solo ci tiene in partita sotto i bombardamenti di Cavani&Co.
Particolarmente freddo in uscita bassa sull’uruguaiano nel secondo tempo, attento sul corner velenoso di Di María nel primo. Insuperabile.

Hector BELLERÍN – 6
Dalle sue parti il PSG non sfonda, Matuidi taglia spesso al centro e Maxwell resta molto coperto. Non può contribuire granché in attacco, purtroppo. Coscienzioso.

Shkodran MUSTAFI – 5
Abbandonato da Koscielny in occasione del primo gol, è comunque troppo irruento e impulsivo, all’immagine di tutta la difesa. Meglio nella ripresa. Rivedibile.

Laurent KOSCIELNY – 5
Dov’era mentre Cavani insaccava di testa? La difesa fa acqua da tutte le parti, da capitano e leader difensivo avrebbe dovuto fare di più. Individualmente non gioca male, però la retroguardia corre troppi pericoli. Defilato.

Nacho MONREAL – 4,5
Aurier lo fa ammattire, così come Di María. Chamberlain non lo aiuta mai, però fatica comunque troppo a chiudere i cross dalla sua parte. Con un po’ di convinzione, Gibbs potrebbe insidiargli il posto da titolare. Decadente.

Santi CAZORLA – 6
Sempre nel vivo della manovra, sempre presente per i compagni anche se sorprendentemente impreciso, a volte. Soffre l’assenza di un mediano vero in fase difensiva, Rabiot e Verratti lo fanno girare sistematicamente a vuoto. Isolato.

Francis COQUELIN – 5,5
Wenger gli chiede di pressare alto e lui obbedisce, quindi i buchi in mediana non sono colpa sua. Ogni volta che tocca palla però la perde, incapace di gestire la pressione avversaria. Il problema non è lui, è chi gli chiede di snaturare il proprio gioco. Confuso.

Mesut ÖZIL – 5
L’unica giocata che gli riesce è il cross dal quale nasce il pareggio di Alexis Sánchez, altrimenti la sua serata è da buttare. Anche se il trio davanti non gli offre grandi soluzioni, sbaglia passaggi elementari per uno con le sue qualità. Appannato.

Alex OXLADE-CHAMBERLAIN – 4
Avrà pure il merito di provare e riprovare nonostante i pessimi risultati, però non ricordo un solo pallone giocato bene durante l’ora di gioco che Wenger gli concede. L’ennesima prova da dimenticare, quante altre occasioni avrà? Perso.

Alex IWOBI – 5
Invisibile nel primo tempo, migliora nella ripresa e costringe Aréola alla respinta da cui deriva il pareggio. Nel finale ha l’occasione perfetta per regalarci la vittoria ma la spreca concludendo in maniera debole e prevedibile. Incompleto.

Alexis SÁNCHEZ – 5,5
Mezzo voto in più per il gol che ci regala un pareggio immeritato e la solita enorme mole di lavoro. Non è un centravanti e si vede, arretra troppo per cercare il pallone e la squadra perde metri preziosi. Non appena torna a sinistra, si trasforma. Irriducibile.

Olivier GIROUD – 4
Cresci, che ormai hai trent’anni! Espulsione patetica, come l’anno scorso a Zagabria, e squalifica in vista per la sfida interna contro il Basilea. Infantile.

Granit XHAKA – 6
Entra per restituire organizzazione e soluzioni ad un centrocampo in apnea. Missione compiuta, pattuglia la sua zona di competenza con autorità e distribuisce il pallone sapientemente. Preciso.

Mohamed ELNENY – 6
Pochi minuti, però riesce a trovare subito la posizione giusta e il ritmo per permettere alla squadra di controllare il pallone a centrocampo. Dinamico.

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti