15 luglio 2019


We care, do you?
Arseblog e altri portavoce importanti hanno redatto, firmato e diffuso un comunicato stampa a destinazione di Stan Kroenke della KSE, al fine di richiedere maggiore trasparenza e maggiore partecipazione nell’Arsenal FC.

Ecco la trascrizione integrale, in italiano:
 
In quanto tifosi dell’Arsenal abbiamo assistito con frustrazione al declino delle prestazioni fornite dalla squadra nell’ultimo decennio. Quando Stan Kroenke ha iniziato il processo di acquisizione dell’Arsenal, il Club aveva appena disputato la finale di Champions League. Dodici anni più tardi, l’Arsenal sta per affrontare la terza edizione consecutiva dell’Europa League.
Fuori dal campo, i tifosi non si sono mai sentiti più marginalizzati, meno ascoltati e meno apprezzati.
Il fatto che Stan Kroenke, al momento di forzare l’acquisto delle ultime azioni appartenenti ai tifosi/azionisti, non abbia nemmeno speso una parola di apprezzamento ne è la triste prova.
Il Club sembra ora ad un bivio. Le cose devono cambiare.

Ciò che noi firmatari di questo comunicato vogliamo vedere è un’azione concreta da parte di Stan Kroenke per rinvigorire il nostro Club.
Per arrivare a questo traguardo serve rinforzare il gruppo dirigente e rifare dell’Arsenal un Club nel quale i tifosi possano trovare un senso di appartenenza. Il cambiamento deve iniziare con una migliore guida.
Nel comunicato di acquisizione Stan Kroenke ha detto: “la KSE ambisce a vedere il Club competere regolarmente per vincere la Premier League e la Champions League.”
Vediamo pochi indizi che corroborano queste ambizioni.
Al contrario, il nostro Club sembra un vettore d investimento, come sottolineato dal comunicato della proprietà che diceva di non aver rilevato l’Arsenal per vincere trofei. È triste vedere che un'istituzione come l’Arsenal FC abbia una proprietà così passiva. Noi tutti vogliamo vedere uno scopo e una direzione chiari. La KSE dovrebbe iniziare con l’aprirsi e assumersi maggiori responsabilità, spiegare più apertamente come intenda raggiungere l’obiettivo di vincere le competizioni più prestigiose.

Se Stan Kroenke si assenta da Londra deve assicurarsi che le persone delegate ad operare nel Club siano adatte al ruolo. C’è un bisogno disperato di figure nuove e dinamiche. L’aggiunta di dirigenti intellettualmente indipendenti farebbe da contraltare e bilancia alla mentalità della proprietà attuale.
I candidati ideali per questo ruolo dovrebbero avere competenze commerciali e calcistiche al passo con le necessità di un Club calcistico nel 2019, e idealmente anche il “DNA Arsenal”.
L’Arsenal ha investito fondi negli ultimi anni, ma l’approccio all’acquisto di nuovi giocatori e l’assegnazione degli stipendi è parso scoordinato e privo di una strategia. Inoltre vi è stato un grosso ricambio tra le figure con maggiore anzianità di servizio. Una dirigenza forte controllerebbe ciò in maniera più attiva.
L’Emirates Stadium può sembrare un luogo senz’anima il giorno della partita. L’atmosfera è scarsa e ci sono migliaia di posti vuoti a quasi ogni partita. Se l’Arsenal ci tenesse davvero farebbe in modo che questi posti non rimangano vacanti e investirebbe in un sistema di distribuzione dei biglietti migliore e sosterrebbe iniziative come il Safe Standing. Il Club utilizza lo slogan “Always ahead of the game” ma sarebbe bello vedere delle azioni che dimostrino come il Club sia sempre proiettato verso il futuro.
Infine, l’essenza del calcio in Inghilterra e in tutta Europa è minacciata dalla proposta di una Super League europea.
Proposte come questa sono spinte dall’avidità di un pugno di cosiddetti Club d’élite che mira a far automaticamente parte di un competizione di alto livello ogni anno. Perché preoccuparsi se finisci quinto in classifica o più in basso dal momento che la qualificazione automatica è garantita? l’Arsenal e gli altri Club implicati dovrebbero capire che i tifosi non vogliono altre partite di fasi a gironi inutili create solo per generare più incassi da televisioni e botteghini. Potete chiamarla se volete il franchising del calcio europeo. L’Arsenal dovrebbe immediatamente dissociarsi da quest’idea.

In quanto tifosi dell’Arsenal, teniamo profondamente al Club. Vorremmo avere una risposta dal nostro Club e vedere azioni che dimostrano che anche loro ci tengono altrettanto. La prima occasione arriverà il 25 luglio quando il Consigliere Delegato e il Responsabile dell’Area Tecnica parleranno di fronte ad una platea di tifosi. Li imploriamo di affrontare i temi citati qui sopra.

I Firmatari
7amkickoff
Arseblog
Arsenal Armed Forces Supporters Club
Arsenal Supporters’ Trust (AST)
Black Scarf Movement (BSM)
Highbury Library
Highbury Squad
Hugh Wizzy
Gooner Fanzine
Goonerholic
Gunners Town
Gunnerblog
Le Grove
REDACTION
She Wore A Yellow Ribbon
You Are My Arsenal Blog

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti