28 febbraio 2020


Una notte amara, una notte terminata in maniera completamente inattesa.
Il gol di El Arabi all’ultimo minuto del secondo tempo supplementare ha gelato l’Emirates Stadium, sancendo un’eliminazione europea che sembrava molto più lontana dopo il gol acrobatico di Pierre-Emerick Aubameyang, pochi minuti prima.

Al triplice fischio finale, arrivato subito dopo un’incredibile occasione da gol sprecata proprio dal gabonese, ha scatenato le ire di tanti tifosi, allo stadio come sui social, riportandoci tutti indietro a Baku e all’inizio di stagione a dir poco disastroso.

27 febbraio 2020


Quarta partita nello spazio di undici giorni - e che partita! Nonostante la vittoria in Grecia, quella di stasera contro l’Olympiacos sarà una sfida complicata e molto insidiosa.
Un avversario senza più nulla da perdere, le gambe che iniziano a farsi pesanti, la mancanza di alternative a causa dei vari infortuni ed eccoci qui a dover soffrire - ancora una volta.
Valeva in occasione della partita di andata, vale ancora oggi: l’Europa League è la strada principale per arrivare alla tanto agognata Champions League, quindi concentrazione massima.

26 febbraio 2020


Cos’ha combinato Ainsley Maitland-Niles?
La piega che sta prendendo la stagione del giovane tuttofare inglese è sorprendente: dopo aver ben figurato durante l’assenza di Héctor Bellerín, infatti, Ainsley Maitland-Niles è letteralmente sparito dalla scena non appena il terzino catalano è tornato a disposizione dell’allenatore.

Non solo ha giocato appena un minuto sia contro il Bournemouth in FA Cup che contro l’Olympiacos giovedì scorso, ma non è nemmeno stato convocato per le ultime tre giornate di Premier League contro Burnley, Newcastle e Everton.

25 febbraio 2020


Al termine della 74ª partita con l’Arsenal di Pierre-Emerick Aubameyang, quella che ha portato una doppietta del gabonese contro l’Everton, non trovo più aggettivi per descrivere l’apporto che questo attaccante offre alla squadra.

Prolifico, glaciale, fulmineo, onnipresente, sempre nel vivo dell’azione.

24 febbraio 2020


La prima sensazione che associo alla vittoria di ieri pomeriggio contro l’Everton è orgoglio.
Dopo l’apnea degli ultimi venti minuti e la soddisfazione per il risultato in sé, a restare è proprio l’orgoglio.

Nonostante il gol preso a freddo, nonostante il pareggio regalato sul finale del primo tempo e nonostante le gambe e le menti affaticate dopo la terza partita in otto giorni, usciamo vincitori da una sfida durissima contro una squadra, quella di Ancelotti, che aveva perso una sola volta in undici partite.

23 febbraio 2020


Ma come, si torna già in campo?!
Meno di settantadue ore dopo aver battuto l’Olympiacos in trasferta, eccoci ad affrontare l’Everton di Ancelotti in quella che sarà una sfida tra compagini sulla via della guarigione. Proprio come noi, infatti, i Toffees hanno trovato nuova linfa dopo aver cambiato allenatore e hanno risalito la china, a fatica, verso posizioni di classifica più consone alle rispettive reputazioni. Attualmente nono con 36 punti, l’Everton sarà un avversario di ben altra caratura rispetto a Newcastle e Olympiacos. Si prega di alzare il livello di guardia e non abbassare la concentrazione.

21 febbraio 2020


Ci sono vittorie schiaccianti, vittorie rubate, vittorie sofferte e poi ci sono vittorie che possiamo definire professionali.
Delle prime ne abbiamo viste poche negli ultimi mesi, delle seconde altrettanto, delle terze fin troppe, mentre delle ultime - quelle che di solito sono accompagnate da commenti tipo “è così che fanno le grandi squadre” o “le squadre vincenti si vedono in occasioni come queste” - non ne ricordo alcuna, da tempo immemore.

20 febbraio 2020


Allo stadio Georgios Karaiskakis ormai si respira aria di casa, quasi come all’Allianz Arena o al Camp Nou.
Ancora una volta ci ritroviamo di fronte l’Olympiacos, anche se questa volta di tratta “solo” dell’Europa League; improvvisamente, quella che doveva essere la partita più importante della settimana è relegata in secondo piano, colpa di una classifica di Premier League che cambia senza sosta: il quarto posto dista “appena” sette punti e il quinto, anch’esso potenzialmente valido per l’accesso alla Champions League dopo la squalifica del Manchester City, sei. Impossibile non lasciarsi andare ai sogni...

18 febbraio 2020


“Emancipate yourself from mental slavery, none but ourself can free our minds”
Parole di Robert Nesta Marley, scritte nel 1979 e ispirate ad un celebre discorso di Marcus Garvey di oltre quarant’anni prima.

“Ci libereremo dalla schiavitú mentale perché, mentre altri possono liberarci dalla schiavitú fisica, nessuno tranne noi stessi può liberare le nostre menti.”

17 febbraio 2020


Finalmente, Gooners. Finalmente!
La vittoria per quattro a zero contro il Newcastle ha spuntato talmente tante caselline che vien da pensare che sia tutto risolto.

Nicolas Pépé decisivo; Alexandre Lacazette che torna al gol; Mesut Özil che si ricorda (e ci ricorda!) che giocatore sublime può ancora essere; la porta di Bernd Leno inviolata per la seconda partita di campionato consecutiva; Bukayo Saka che a diciotto anni sembra il figlio illegittimo di Paolo Maldini e Roberto Carlos; Dani Ceballos che prende il controllo delle operazioni a centrocampo e dimostra che, oltre a ruotare su sé stesso, può dirigere la squadra da una posizione molto più difensiva.

14 febbraio 2020


Diagnosi: pareggite acuta. Rimedio: una vittoria grazie ad una massiccia dose giornaliera di coraggio.

La trasferta a casa del Burnley e l’annesso zero a zero portato a casa hanno lasciato l’amaro in bocca, soprattutto perché abbiamo avuto tre occasioni incredibili nei primi venti minuti, non concretizzate, per poi sparire completamente dal campo. Colpa certamente dell’infortunio occorso a Bukayo Saka, fino a quel momento uno dei più intraprendenti, ma anche delle scelte di Mikel Arteta, stranamente prudenti: Nicolas Pépé è rimasto in panchina tutta la partita, così come Dani Ceballos, mentre Eddie Nketiah è stato buttato nella mischia ad un paio di minuti dalla fine, al posto di Alexandre Lacazette e quindi non per rinforzare numericamente la linea offensiva. Sostituzioni che sembrano suggerire una volontà di non perdere, anziché di provare in tutti i modi a vincere - anche a costo di rischiare la sconfitta.

13 febbraio 2020


Le vacanze sono finite!
Finalmente tornano l’Arsenal, la Premier League e pure l’Europa League. Prima d’iniziare un periodo pieno di partite e quindi di anteprime, pronostici, dirette e pagelle, vorrei prendere il tempo per parlare di uno dei nostri giovani di cui si parla poco - troppo poco: Reiss Nelson.

07 febbraio 2020


Il ritiro invernale a Dubai è ufficialmente iniziato.
Sebbene molti dei giocatori fossero già sul posto con rispettive famiglie e amici e sebbene alcuni, tra cui Dani Ceballos, Sead Kolašinac, Kieran Tierney e Reiss Nelson, avessero già iniziato il lavoro sul campo, la squadra nella sua interezza è stata chiamata a presentarsi ieri agli ordini di Mikel Arteta.

Quale sarà il programma durante questo intermezzo esotico? Quali sono le priorità del tecnico spagnolo?

02 febbraio 2020


25esima giornata di Premier League, quella che definirà la nostra stagione.
Stampatevelo bene in testa questo turno di campionato, perchè sarà assolutamente decisivo per noi e per le nostre possibilità di tornare in corsa per un posto in Europa: con il Tottenham (6°) impegnato in casa contro il Manchester City (2°), il Manchester United (5°) che non è andato oltre il pareggio interno contro i Wolves (8°) e il Chelsea (4°) che ha pareggiato a casa del Leicester (3°), abbiamo una possibilità virtualmente irripetibile di accorciare su chi ci precede.

Per farlo, tuttavia, dobbiamo vincere a Turf Moor - casa del Burnley; reduci da due vittorie consecutive dopo una brutta serie di risultati, gli uomini di Dyche si sono tolti lo sfizio di battere il Leicester City in casa e sbancare Old Trafford, recuperando così delle preziose posizioni in classifica.
Inutile sottolineare che servirà una vera impresa per tornare da Burnley con i tre punti, sia per il buon momento di forma dell’avversario che per i nostri ultimi risultati in campionato, non ancora del tutto convincenti.