29 settembre 2020

 

Un oceano.

Non ho voluto esagerare ma tanto è il divario attuale tra l’Arsenal e il Liverpool.

Avrei potuto spararla molto più grossa ma un oceano mi pare la distanza giusta tra noi e la vetta: la partita di ieri sera ci ha dato conferma che il processo di crescita della squadra è ancora lungo.

Non parlo tanto del risultato, tutto sommato accettabile, quanto della qualità della rosa e del gioco espresso dagli uomini di Klopp.  

28 settembre 2020


Due partite, due vittorie, sei gol fatti, tre subíti.
Due partite, due vittorie, cinque gol fatti, uno subíto.
Quelli di sotto, con un attacco simile e una difesa sensibilmente migliore, siamo noi.

27 settembre 2020


Il cielo (biancorosso) sopra Londra - Guardare le nostre ragazze giocare il North London derby è così, sai che segneranno ma non quando e a noi Gooners (diciamocelo!) quella sana anisetta condita con una piccola dose di masochismo in fondo in fondo ci piace. Tanto lo sappiamo che North London is red and always will be!

25 settembre 2020

Ancora tu, ma questa stagione non finisce proprio più!
L’unico rammarico di questo inizio di campionato è quello di non poter assistere dal vivo ad una partita delle nostre ragazze. Torneranno quei giorni ma per il momento sono necessari un briciolo di pazienza ed un ulteriore passo indietro nel tempo perché la stagione 2019/2020 ancora non è finita e trattandosi della FA Cup è nostro dovere farla terminare solo una volta raggiunta la finale. Il menù del giorno alla voce quarti di finale propone il North London Derby.
 
Si, i fantasmi del passato sono tornati e guarda un po’ son pure vestiti di bianco!

Scusate la ripetitività, non pensavo che avrei di nuovo scritto di Lui.
Avrete già capito chi sia il Lui in questione, l’Enigma, il Fantasma dell’Emirates.

24 settembre 2020

 
Schierata a sorpresa titolare nelle prime giornate di campionato, Jill ha ripagato la fiducia di Mister Montemurro con due hat-tricks in due partite. Un inizio di stagione da incorniciare per l’olandese che riesce sempre a farsi trovare nel posto giusto nel momento giusto.
E dato che le buoni abitudini non vanno mai perse, un altro goal arriva anche durante la sosta per le nazionali, 0-1 sulla Russia e qualificazione matematica ai prossimi campionati europei ormai ad un passo per le Oranje Leeuwinnen.

Non ci sono dubbi, è lei la giocatrice del mese!


Lo avete letto nell’Anteprima, non ero molto fiducioso circa la partita di Carabao Cup contro il Leicester.

La trasferta del King Power Stadium mi sembrava troppo ostica per una squadra in rodaggio, verosimilmente priva dei propri elementi chiave, e quindi immaginavo che saremmo usciti dalla competizione.

23 settembre 2020

Stasera inizia il nostro percorso in Carabao Cup, al King Power Stadium di Leicester.

Quanto durerà questo percorso? Pochissimo, temo: tra la partita di Anfield all’orizzonte e quella contro il West Ham ancora sulle gambe, ci sono molte possibilità che Mikel Arteta opti per un turnover importante. Non dimentichiamo che questa squadra non ha fatto nessun precampionato, quindi il rischio d’infortuni e affaticamento è altissimo.

Inoltre, in caso di qualificazione stasera, il prossimo turno di vedrebbe di scena ad Anfield, contro il Liverpool, quindi ancora una volta sfavoriti...

21 settembre 2020


Rúnar Alex Rúnarsson è un nuovo giocatore dell’Arsenal!
...chi è Rúnar Alex Rúnarsson?

È stata dura ma l’abbiamo portata a casa!
In redazione ci siamo salutati così, una volta finita la partita contro il West Ham.

È stata più dura del previsto, o per lo meno più dura di quanto sarebbe dovuto essere, ma almeno abbiamo portato a casa i tre punti e confermato la vittoria ottenuta a Craven Cottage, portando il conto totale a quattro vittorie e un pareggio nelle ultime cinque partitte, tra la fine della scorsa stagione e l’inizio di quella attuale.
Un bottino niente male, tuttavia l’ultima vittoria è quella che ha lasciato più dubbi circa le reali potenzialità di questa squadra, troppo spesso titubante quando deve creare occasioni da gol contro una squadra che si accontenta di lasciarci campo e palla.

19 settembre 2020


Emirates Stadium, arriviamo!
L’Arsenal torna a casa per inaugurare la nuova stagione, dopo aver chiuso quella precedente con un rocambolesco 3-2 ai danni del Watford.  
L’obiettivo, ovviamente, è di confermare la bella vittoria di Craven Cottage e festeggiare al meglio il rinnovo di Pierre-Emerick Aubameyang, che resterà nella parte giusta di Londra per altre tre stagioni. Occhio al West Ham di Moyes però, che verrà all’Emirates Stadium a fare le barricate e provare a colpire in contropiede.

18 settembre 2020


Emiliano Martínez è stato ceduto all’Aston Villa - chi per sostituirlo?
L’argentino, protagonista assoluto del finale della passata stagione e della vittoria nel Community Shield, lascia l’Arsenal dopo oltre dieci anni, portando in cassa una cifra inizialmente fissata a 16 milioni di sterline, che possono diventare 20 a seconda dei vari bonus.

Qual è il piano per sostituirlo?

17 settembre 2020

 

Il rinnovo di Pierre-Emerick Aubameyang è finalmente ufficiale.

La firma era data per fatta da settimane, mesi, tuttavia ci è voluta una diretta Instagram per confermare, una volta per tutte, che il capitano rimane saldo alla guida della ciurma.

15 settembre 2020

3-2-4-1 - Il gioco più bello del mondo - Squadra che vince non si cambia, sarà stato forse questo il pensiero di Joe Montemurro che nella seconda giornata di campionato schiera la stessa formazione che che si è imposta per 6-1 sul Reading. Confermata dunque Jill Roord titolare e confermato, almeno in teoria, anche il modulo 3-2-4-1 che vede Leah Williamson libera di operare sia al centro della difesa che a centrocampo in fase di impostazione. Il risultato parla chiaro: 9 goal, uno subito ed altri 3 punti portati a casa.

14 settembre 2020

Vabbè, era solo il Fulham.

Lo leggeremo tante volte, prima della prossima partita di Premier League.

Abbiamo vinto tre a zero in trasferta: vabbè, era solo il Fulham

Abbiamo giocato un calcio spettacolare: vabbè, era solo il Fulham 

Abbiamo concesso solo due tiri in porta: vabbè, era solo il Fulham

12 settembre 2020

Uno su mille ce la fa… o forse anche tutti - Nessun cambio di programma, nessun ripensamento, il derby tra West Ham e Arsenal sarà il banco di prova per il ritorno del pubblico sugli spalti. Sabato pomeriggio circa 1.000 tifosi (solo West Ham ticket holder) potranno accedere al Chigwell Construction Stadium di Dagenham, ovviamente nel rispetto di tutti i protocolli di sicurezza.

11 settembre 2020

La Premier League riapre i battenti, 48 giorni dopo l’ultima della stagione 2019/20

A Craven Cottage, uno degli stadi più affascinanti di tutto il campionato, ci giochiamo i primi tre punti della stagione contro un Fulham che vorrà evitare la disastrosa annata 2018/19, chiusa con il penultimo posto e ben 26 sconfitte.Oggi come allora, gli uomini di Scott Parker sono una neopromossa ambiziosa, che ha fatto un mercato da protagonista. Basterà?

Mikel Arteta non è più l’allenatore dell’Arsenal. 

Il Mirror ha davvero utilizzato questo titolo come lancio della notizia della “promozione” dello spagnolo, roba da non crederci.

10 settembre 2020

 

Meno di 48 ore e la Premier League ricomincerà.

Devo ammettere che l’eccitazione comincia a salire, nonostante tutto: una rosa ancora troppo ampia e male assortita, qualche infortunio di troppo e le tante trattative in corso non sono abbastanza per mitigare l'adrenalina che sale, sale…

09 settembre 2020

William Saliba, Willian, Gabriel Magalhães, Dani Ceballos.

Due acquisti nuovi di zecca, un cavallo di rientro dal prestito e un giocatore acquistato l’anno scorso ma lasciato a maturare nel suo Club d’origine, e nessuno di loro sarà titolare in occasione della partita d’esordio della Premier League 2020/21.

08 settembre 2020

In una cittadina nel nord di Londra c’è un gruppo di ragazze che gioca a pallone, rappresentano la squadra più titolata d’Inghilterra ed il loro calcio è tra i più belli d’Europa.

Qualcuno ha il coraggio di dire che non sono all’altezza di altre squadre e che il loro ruolo per la nuova stagione sarà quello di underdog. La reazione delle ragazze è immediata. Nella prima partita di campionato battono per 6-1 il malcapitato Reading e lanciano un messaggio ben preciso alle altre partecipanti: don’t mess with the Arsenal!

06 settembre 2020

Io sono a casa, tu dimmi quando (ri)parti. House party!

È il 13 febbraio, il freddo e la tipica pioggerella inglese fanno da cornice a Liverpool vs Arsenal.

04 settembre 2020

Bentornato, Dani. È bello rivederti!

Poco più di un anno fa, esattamente il 16 luglio 2019, lo spagnolo sbarcava a Londra in prestito dal Real Madrid, pronto a raccogliere la pesante eredità di Aaron Ramsey, passato alla Juventus.

Profili diversi, qualità diverse, giocatori diversi accomunati dal numero di maglia e da una missione: guidare il centrocampo dell’Arsenal.

Un anno fa presentavo un Dani Ceballos mezz’ala in un ipotetico centrocampo a tre di Unai Emery, pronto a legare mediana e attacco grazie “ad un piede destro fenomenale [...] grande visione di gioco e una buona dose di dinamismo, pur non essendo velocissimo, tutti ingredienti che gli permettono di trovare soluzioni sorprendenti e spesso decisive per dare la svolta alla manovra. Naturalmente resistente al pressing avversario grazie ad un controllo di palla straordinario, dà probabilmente il meglio di sé da mezz’ala, preferibilmente a sinistra dove può avere una migliore panoramica del campo.”

Il Dani Ceballos che ritroviamo oggi, tuttavia, non è nemmeno lontano parente di quello che abbiamo accolto l’anno scorso: da mezz’ala creativa si è trasformato in regista arretrato in un doppio pivot con Granit Xhaka e ha cambiato radicalmente il proprio modo di stare in campo, andandosi a prendere il pallone fin dentro l’area di rigore e offrendo di continuo angoli di passaggio per il portiere, i centrali di difesa e i tornanti, nel 3-4-3 di Mikel Arteta.

Quello che ritroviamo oggi, a parte il fatto di arrivare solamente in prestito, non ha nulla da spartire con il giocatore che abbiamo debuttare contro il Burnley una stagione fa, anche caratterialmente: se la passione è sempre stata più che evidente, oggi Dani Ceballos è un trascinatore in campo e nello spogliatoio, è un giocatore che, pur essendo solo di passaggio, mostra l’esempio ai compagni di squadra e gioca per la squadra, per il Club e per i tifosi.

Una trasformazione iniziata quando tutto sembrava ormai perduto: al momento dell’avvicendamento tra Unai Emery e Mikel Arteta, con l’intermezzo Freddie Ljungberg, lo spagnolo era infortunato e il recupero non stava procedendo bene, tanto da spingerlo a richiedere un rientro alla base per essere girato in prestito altrove, magari nella Liga; dopo una chiacchierata con il nuovo allenatore e il famoso commento “si sta allenando come un animale” riferito a Dani Ceballos da parte di Mikel Arteta, a far ripartire di slancio il centrocampista.

Da allora, lo spagnolo è diventato un caposaldo della squadra e il primo esempio di cosa vuol dire giocare per Mikel Arteta, quali siano le responsabilità e soprattutto le aspettative.

Da ultimo dei reietti a primo discepolo di Mikel Arteta, Dani Ceballos è pronto a continuare a prendersi il centro del campo e dello spogliatoio - che sia per una stagione o per molti anni a venire.

Allora, come un’estate fa: ¡Adelante, Dani!

@ClockEndItalia

...e ne rimasero 31.

È un po’ diverso dal romanzo di Agatha Christie, dove di dieci piccoli indiani poi non ne rimase nessuno; anzi, è diametralmente opposto.

Ad oggi, Mikel Arteta deve gestire una rosa composta da 31 elementi, nemmeno fossimo l’Udinese dei tempi d’oro di Leonardi: una follia, una missione suicida per un allenatore che si ritrova a gestire giocatori con la valigia in mano da settimane e deve provare a trovare l’equilibrio giusto in campo.

03 settembre 2020

Domenica inizia la Women’s Super League 2020-21

Vi ricordate lo spot dell’Adidas di qualche anno fa, con i due bambini che fanno le squadre sul loro campetto spelacchiato e chiamano Vieira, Riquelme, Kahn, Zidane, Beckham, Beckenbauer, Platini…?

02 settembre 2020

Héctor Bellerín non si vende! Oppure sì?

Diverse fonti riportano la notizia di un forte interesse del PSG per il nostro terzino, con tanto di offerta da 25 milioni più 5 di bonus per portarlo al Parc des Princes.

Che fare?

Una scelta difficile, a prima vista, per un Club che da una parte ha un disperato bisogno di soldi e dall’altra non vuole perdere i propri giocatori migliori.

01 settembre 2020

Gabriel dos Santos Magalhães è ufficialmente un giocatore dell’Arsenal!

Lo stopper brasiliano di 22 anni arriva dal Lille per una cifra di 30 milioni e ha firmato un contratto quinquennale.


Dodici giorni all’inizio della Premier League, dodici giorni per consegnare a Mikel Arteta una rosa completa.

Il mercato sarà pure aperto fino al 6 ottobre ma il destino di molti giocatori si deciderà nei prossimi dodici giorni.