31 gennaio 2021

It’s match day Gooners! Or maybe not!  - Con un leggero anticipo rispetto alle previsioni è ufficialmente iniziato il periodo del “Partita si o partita no?”. Un giochino più o meno divertente a cui tutti possono partecipare ed il premio settimanale, nel caso venga assegnato, è vedere giocare la tua squadra in condizioni fuori dal comune: dal rude campo fangoso (gettonatissimo) al più suggestivo prato innevato (il livello più raro da raggiungere). La strategia di gioco è semplice e consiste monitorare la situazione meteo della città che ospita la partita. Attenzione però, i dati potrebbero cambiare di ora in ora.

30 gennaio 2021

Arsenal v Manchester United torna ad essere una partita importante.
Non tanto per la classifica (siamo noni, dopotutto…) ma semplicemente perché da una parte c’è l’Arsenal in ripresa e dall’altra un Manchester United deciso a riprendersi il primo posto in classifica.

È una partita che conta, la posta in palio è alta per entrambi i Club, quindi dovremmo rivedere quell’adrenalina che ha reso la partita un appuntamento imperdibile - se non addirittura la madre di tutte le rivalità inglesi.

29 gennaio 2021

La rinascita di Alexandre Lacazette è una delle storie più interessanti di questo inizio di anno nuovo.
Virtualmente fuori dall’undici titolare due mesi fa, in favore di Eddie Nketiah, il francese ha svoltato alla grande e ha fatto registrare cinque gol e un assist nelle ultime sei partite di campionato.

28 gennaio 2021

Non dovrei aver già esaurito i superlativi per un giocatore di 19 anni ma tant’è.
Sono letteralmente senza parole per raccontare Bukayo Saka, tanto è diventato forte.

Da quando è entrato in prima squadra grazie a Unai Emery, il prodotto del nostro vivaio ha occupato cinque posizioni diverse: terzino sinistro, tornante sinistro, ala sinistra, ala destra e mezz’ala sinistra.

Il fatto di per sé non è inusuale per un giovane, spesso usato come tappabuchi, semmai a stupire è la naturalezza con la quale si è calato in ogni ruolo.

27 gennaio 2021

Non chiamatele Pagelle!
La sfida con il Southampton è stata dura ma una vittoria così si assapora, si gusta e soprattutto offre lo spunto giusto per il countdown del giorno.

ATTENZIONE: l'articolo che segue contiene le parole Ximelez, Valeny e Marianella e potrebbe urtare la vostra sensibilità. Si consiglia la lettura solo se accompagnati da un adulto.

Ci sono giorni in cui è più facile essere tifosi dell’Arsenal.
In genere succede quando portiamo a casa un trofeo, quando vinciamo contro una grande, quando viviamo una serata europea memorabile o quando battiamo i cugini.

Normalmente, una vittoria a casa del Southampton, di martedì sera, non dovrebbe essere un granché. Quella di ieri, tuttavia, è una vittoria di quelle che lasciano in bocca un gusto dolcissimo.

Sebbene ai fini della classifica non significhi granché, la vittoria al St. Mary’s Stadium ha mandato segnali forti, anzi fortissimi.

26 gennaio 2021

Loro hanno meritatamente vinto il primo round, adesso tocca a noi rispondere.
L’eliminazione in FA Cup brucia ancora, perché quasi regalata dopo un tempo passato a fare gli spettatori: la timida reazione mostrata nella ripresa è bastata per creare qualche buona occasione da gol, a dimostrazione che con l’approccio giusto avremmo potuto continuare il nostro percorso in coppa.

Peccato, ora però è tempo di correggere gli errori e continuare la nostra risalita in classifica. Non sarà facile ma possiamo farcela.

25 gennaio 2021

Meno di una settimana fa mi chiedevo che tipo di giocatore avremmo preso per affiancare Emile Smith Rowe
Oggi, anche se manca ancora l’ufficialità, abbiamo la risposta: Martin Ødegaard.

24 gennaio 2021


Ricominciamo - L’indignazione per il Dubai-Gate ed il deludente pareggio in casa del Reading, non è certo così che volevamo iniziare il 2021. Eppure eccoci di nuovo qui, con lo stesso amore di sempre, ad attendere che le nostre ragazze scendano in campo per una nuova sfida. Perché siamo fatti così, possiamo gridare e sfogarci quanto vogliamo ma senza Arsenal noi non sappiamo stare.

22 gennaio 2021

Southampton oggi, Southampton domani.
Come successo col Newcastle, ancora una volta ci ritroviamo ad affrontare due volte lo stesso avversario, a distanza di pochi giorni.
 
Ovviamente la speranza è quella di replicare la doppia vittoria registrata contro i Magpies, il Southampton però è avversario di ben altro spessore.

Oggi si gioca la prima sfida contro i Saints, quella da dentro o fuori.

21 gennaio 2021

Con la rescissione del contratto di Sokratis se ne va un altro pezzo del mercato targato Sven Mislintat.
Il greco, prelevato dal Borussia Dortmund, era arrivato a Londra nell’estate del 2018, quella che ha visto sbarcare anche Bernd Leno, Lucas Torreira, Mattéo Guendouzi e Stephan Lichtsteiner.

Due anni e mezzo dopo, l’unico superstite è Bernd Leno.

20 gennaio 2021

Emile Smith Rowe. ESR. Emile de Croydon. Croydon de Bruyne.
Chiamatelo come vi pare oppure semplicemente Emile, come ha suggerito saggiamente Mikel Arteta non troppo tempo fa.

Comunque vogliate chiamarlo, il suo impatto sulla nostra manovra da quando è entrato stabilmente in squadra è sensazionale: un gol e due assist in tre partite di Europa League, tre assist in cinque presenze in Premier League e 1 gol in altrettante apparizioni in FA Cup - partendo dalla panchina.

19 gennaio 2021

Controllo, passaggio, movimento.
Johan Cruijff diceva che giocare a calcio è semplice ma giocare un calcio semplice è difficilissimo: come dargli torto?

Tuttavia, ci sono cose semplici che fanno una differenza tale da non poter essere ignorate.

Picnic al Madejski Stadium - Il 2021 calcistico dell’Arsenal inizia con un deludente pareggio in casa del Reading che complica non di poco la corsa alla vetta della classifica e forse ad un posto per la prossima Champions League.

Qualcosa sembra essersi rotto ed il giocattolo biancorosso non riesce più a divertire e divertirsi come faceva un tempo: nessuna azione degna di nota, zero grinta, zero concentrazione, una squadra scesa in campo più dovere che per voglia e tante, troppe, giustificazioni e frasi di circostanza.

Caro team e caro staff, smettiamola di considerare le partite come gite domenicali e torniamo ad onorare la maglia dell’Arsenal.

18 gennaio 2021


Strike One! Il primo appuntamento “cruciale” lo abbiamo mancato, lasciando due punti preziosi sul prato dell’Emirates Stadium.
Il pareggio contro il Crystal Palace ha fermato l’impulso che ci aveva rilanciati in campionato, riportandoci brutalmente ad una realtà solo parzialmente nascosta dagli ultimi risultati: siamo ancora troppo prevedibili e fatichiamo tanto a creare occasioni da gol.

Stasera, contro il Newcastle, abbiamo un’altra possibilità di restare disperatamente aggrappati al treno che porta verso i quartieri buoni della classifica, dovremo provarle tutte per non restare definitivamente indietro.

Si pregano i tifosi ospiti di restare ai propri posti.
Oggi diamo il benvenuto a Luca, amministratore di Newcastle United FC Club Italia, community online divenuta presto punto di riferimento per tutti i simpatizzanti del Newcastle United in Italia.

17 gennaio 2021


La sai quella del tifoso la domenica? - La domenica quando sorge il sole il tifoso si sveglia con gli occhi chiusi e corre perché sa che dovrà impossessarsi del televisore prima di chiunque altro se vuole vedere la partita. Ti svegli e corri ad occhi chiusi sognando quei novanta minuti attesi per una settimana e litighi con chi prova ad ostacolarti perché vanno bene gli stadi ed i pub chiusi ma almeno sul divano lasciatemi tifare. E poi parliamoci chiaro, una vittoria o una sconfitta determineranno il tuo umore per tutta la settimana, con buona pace di chi ti incontrerà.

16 gennaio 2021

 
È finita, signori.

Prima del previsto ma comunque troppo, troppo tardi. Una storia finita malissimo, durata più del necessario, della quale sentiremo parlare ancora per un po’ - tra tanti se e tanti ma.

La rescissione del contratto di Mesut Özil, per la quale si attende solo l’ufficialità, porterà il tedesco alla firma con i turchi del Fenerbahce e noi tutti a voltare pagina, definitivamente.

Campione, scansafatiche, genio incompreso, prigioniero politico o opportunista, arrivati a questo punto importa poco: Mesut Özil è il passato, lascio ad ognuno di voi il giudizio sui suoi sette anni e mezzo all’Arsenal.

15 gennaio 2021


Non chiamatele Pagelle!
La sfida con il Crystal Palace ci avrà pure lasciato l'amaro in bocca, però gli spunti per il tradizionale countdown non sono mancati: da Ivan Cavaleiro a Mikel Arteta, passando per Roy Hodgson e Dragon Ball, ce n'è per tutti...

14 gennaio 2021

Abbiamo vinto contro il Chelsea, poi contro il Brighton, poi contro il WBA: non male, come sensazione.
Alla fine ci si prende gusto, a maggior ragione dopo aver passato quasi due mesi a guardare gli altri vincere.

Con le vittorie, però, arrivano anche le pressioni e le attese, vedremo se e come sapremo gestirle.

12 gennaio 2021

“I’m sorry he didn’t cost £ 55m!”
Una delle tante frasi di Arsène Wenger divenute leggendarie, pronunciata nell’agosto del 2016 per sottolineare la grande prestazione di Rob Holding, allora appena ventenne, contro il Leicester City.

Ieri è stata data l’ufficialità del rinnovo del difensore inglese, che ha firmato fino al 2024 con un'opzione per un anno supplementare; dovesse arrivare fino alla data di scadenza del suo nuovo contratto, Holdini  avrà passato nove anni con la maglia dell’Arsenal, un’eternità.

11 gennaio 2021

Mikel Arteta non avrebbe potuto chiarire meglio la faccenda: le prossime due partite sono cruciali.
Se meno di un mese fa eravamo occupati a guardarci le spalle e Steve Bruce ci considerava “assolutamente in lotta per non retrocedere”, oggi la classifica ha una faccia completamente diversa.

Sempre brutta ma diversa.

C’era una volta l’Arsenal, un Club che nella sua storia forse non ha vinto quanto avrebbe dovuto ma che in fatto di classe e serietà non è mai stato secondo a nessuno né in Inghilterra né in Europa.

Oggi quell’Arsenal sembra aver smarrito la strada, inghiottito dal calcio odierno in cui gli interessi personali di pochi sono più importanti dei valori della comunità che si rappresenta.

10 gennaio 2021

Ieri sera, quando la lavagna luminosa del quarto uomo ha indicato l’ingresso del numero 32 dell’Arsenal, si è aperta una finestra temporale.
Il biondino, che fino a qualche settimana fa faticava a trovare spazio nell’XI titolare schierato da Mikel Arteta in Europa League, era chiamato a risolvere i problemi offensivi di una squadra che non riusciva a scardinare la difesa del Newcastle.

09 gennaio 2021


Wembley è un ricordo lontano. Bellissimo ma lontano.

Quando Pierre-Emerick Aubameyang ha sollevato il trofeo, fatto cadere, raccolto e poi alzato, pareva che la Premier League fosse ai nostri piedi.

Senza esagerare, credevo che subito dietro gli intoccabili Liverpool e Manchester City ci fossimo noi.

Oggi, con un misero undicesimo posto, la realtà è tutt’altra cosa.

08 gennaio 2021

E così Folarin Balogun ha deciso di fare le valigie, destinazione Stoccarda.
Impossibile non essere delusi, il talento è tanto e già ben visibile.

07 gennaio 2021

120 milioni di sterline. A tanto ammonta il prestito contratto dall’Arsenal con la Bank of England e il governo inglese.
Mica cotica, come dicono a Oxford.

Così, dopo aver ottenuto un primo prestito dalla KSE, grazie al quale il Club ha potuto estinguere il mutuo firmato all’epoca della costruzione dell’Emirates Stadium, l’Arsenal chiede un altro centinaio di milioni - questa volta direttamente al governo - per affrontare dei “problemi di liquidità dovuti alla pandemia di Covid-19”.

06 gennaio 2021

E pur si muove! No, non la Terra ma il mercato dell’Arsenal.
In un crescendo entusiasmante di notizie, più o meno attendibili, si è scoperto oggi che Mikel Arteta e l’Arsenal sembrano decisi a dare una bella ripulita allo spogliatoio.

05 gennaio 2021

Il conto alla rovescia, il rumore del tappo che vola via dalla bottiglia strategicamente puntata verso il parente più antipatico, gli auguri, i fuochi di artificio…mentre il mondo festeggia l’arrivo del nuovo anno esseri romantici, un po’ sognatori un po’ p*rla conosciuti con il nome di tifosi, siedono su una poltrona con uno sguardo fisso nel vuoto che cela un profondo e nobile pensiero: come sta andando la nostra stagione?

04 gennaio 2021

Sead Kolašinac è stato il primo di quella che, a prima vista, sembra una lunga ondata di addii.
Il bosniaco, palesemente fuori dai piani di Mikel Arteta, è tornato allo Schalke 04 con la formula del prestito secco - rinunciando ad una bella fetta dello stipendio pur di concludere l’affare.

Buon per lui, buon per noi, buon per lo Schalke che lotta disperatamente per non retrocedere e che, se dovesse riuscire nell’intento, renderebbe definitivo il trasferimento del terzino alla Veltins-Arena.

03 gennaio 2021

Non chiamatele Pagelle!
Da DIECI a ZERO racconta i momenti chiave della serata, dando un giudizio ai protagonisti che va ben oltre il rettangolo verde...
“I sogni son desideri…”
Così cantava la povera Cenerentola, circondata da topi e uccellini, mentre rimetteva in ordine la propria stanza prima di ripulire tutta la casa, fare da mangiare per le tre arpie con le quali abitava e sopportare qualsiasi vessazione - col sorriso stampato sul volto (saranno stati gli psicofarmaci...)

Prima che un’attempata signora sovrappeso le cambiasse la vita, seppur temporaneamente, Cenerentola non aveva grosse prospettive e noi, fino a una settimana fa, eravamo esattamente nella stessa posizione - senza nemmeno gli psicofarmaci per continuare a sorridere.

02 gennaio 2021

Fai il bravo, 2021!

La vittoria ottenuta non senza sofferenze a casa del Brighton ha restituito una parvenza di serenità alla squadra, ora più vicina all’Europa che non alla zona retrocessione. Guai a rilassarsi, però: oggi giochiamo a casa del West Brom, squadra in difficoltà ma che ha sempre ben figurato contro le grandi - sempre che l’Arsenal sia ancora una grande...

Si pregano i tifosi ospiti di restare ai propri posti.
Ospite di oggi Albion Fan TV, un canale YouTube nato tre anni fa e rapidamente diventato un punto di riferimento per i tifosi dei Baggies, con gli oltre 30’000 iscritti.

01 gennaio 2021

È il primo dell’anno. Non parlo del giorno, parlo del post - il primo del 2021.
Siccome è importante iniziare con una buona notizia, ve ne propongo una addirittura ottima: Thomas Partey è tornato ad allenarsi col gruppo, il che significa che sarà presto a disposizione di Mikel Arteta.

La partita di domani arriva un po’ troppo presto per il ghanese, che non sarà disponibile almeno per un’altra settimana, ma mai troppo presto per me, che attendo con impazienza di sapere se sapremo continuare il nostro filotto di vittorie, dopo quelle contro Chelsea e Brighton.