22 gennaio 2021

Southampton oggi, Southampton domani.
Come successo col Newcastle, ancora una volta ci ritroviamo ad affrontare due volte lo stesso avversario, a distanza di pochi giorni.
 
Ovviamente la speranza è quella di replicare la doppia vittoria registrata contro i Magpies, il Southampton però è avversario di ben altro spessore.

Oggi si gioca la prima sfida contro i Saints, quella da dentro o fuori.

L’AVVERSARIO

Una delle sorprese della stagione, i Saints hanno toccato vette insperate in campionato, sistemandosi tra le prime quattro, prima di attraversare una serie negativa che li ha visti raccogliere una sola vittoria in sei partite, a fronte di tre pareggi e due sconfitte.
La classifica li vede ora al nono posto, a pari punti con il Chelsea di Lampard, e due punti sopra il redivivo Arsenal.

In FA Cup, gli uomini di Hasenhüttl hanno eliminato senza troppi patemi lo Shrewsbury e contano sul fattore campo per continuare il loro cammino, prendendo lo scalpo dei detentori del titolo.

Probabile che il tecnico austriaco applichi un massiccio turnover, perché i suoi si apprestano a disputare la terza partita in una settimana e, dopo la sfida di oggi pomeriggio, affronteranno di nuovo l’Arsenal martedì, questa volta in Premier League.

CASA ARSENAL

All’improvviso è arrivato Mat Ryan! Dal nulla, nel pomeriggio di venerdì, l’Arsenal ha ufficializzato l’arrivo del portiere australiano del Brighton, al quale Potter ha preferito Sánchez. Mat Ryan resterà a Londra fino al termine della stagione e potrà quindi mettersi in mostra per strappare un contratto, visto che il suo attuale accordo con il Brighton scadrà a giugno. Teoricamente l’australiano potrebbe già scendere in campo stasera, contro il Southampton, tuttavia è probabile che si accomodi in panchina, con Bernd Leno titolare. Quale futuro per Rúnar Rúnarsson? Quello di terzo portiere, verosimilmente: fin dall’inizio, infatti, l’islandese avrebbe dovuto fare da riserva a Bernd Leno e a David Raya, prima che le trattative tra Arsenal e Brentford si arenassero.

Sempre in chiave mercato, si avvicinano gli arrivi di Martin Ødegaard dal Real Madrid, in prestito, e quello di Ryan Bertrand dal Southampton, per fare da riserva a Kieran Tierney.

Poche le altre novità, se non che quella di stasera dovrebbe essere l’occasione giusta per rivedere in campo il brasiliano Gabriel, in panchina in occasione delle ultime uscite.

LA FORMAZIONE

Come accennato, improbabile che il nuovo arrivato Mat Ryan sia schierato subito titolare ma l’australiano è parte della squadra che è partita alla volta di Southampton, quindi al sua presenza almeno in panchina è garantita. Tra i possibili cambi che il nostro manager potrebbe effettuare ci sono Gabriel per David Luiz, Eddie Nketiah per Alexandre Lacazette, Nicolas Pépé per Bukayo Saka e magari Willian per Emile Smith Rowe.

Probabile l’impiego di Gabriel Martinelli al posto di Pierre-Emerick Aubameyang, qualora il brasiliano fosse pienamente recuperato, e quello di Mohamed Elneny al posto di Thomas Partey, che continua il suo percorso di recupero dopo i recenti problemi muscolari.

Il ghanese, dopo aver giocato venticinque minuti contro il Crystal Palace e un’ora contro il Newcastle, potrebbe essere lasciato a riposo per poi affrontare il Southampton in Premier League, martedi prossimo.

Indisponibili Dani Ceballos e Pablo Marí, alle prese con piccoli infortuni.

Questi i possibili XI in campo oggi al St. Mary’s Stadium contro il Southampton: Leno, Cédric, Holding, Gabriel, Tierney, Xhaka, Elneny, Pépé, Willian, Martinelli, Nketiah.

A disposizione: Ryan, David Luiz, Maitland-Niles, Bellerín, Willock, Nelson, Saka, Smith Rowe, Lacazette.

@ClockEndItalia

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti