05 febbraio 2021

Due sconfitte brucianti, due serate da dimenticare, due squadre a caccia di redenzione.
La partita di oggi pomeriggio a Villa Park si annuncia tesa e vibrante, nessuna delle due contendenti infatti può permettersi un nuovo passo falso.

L’AVVERSARIO

Sconfitti in casa dal West Ham, sconfitti a casa del Burnley, sconfitti due volte a Manchester...il periodo non è dei migliori per i Villans.

Attualmente al nono posto in classifica con un punto di vantaggio sull’Arsenal, l’Aston Villa ha un’ottima occasione per tenere a bada gli inseguitori, in attesa di recuperare le due partite che mancano all’appello, contro Everton e Sp*rs.

La brutta serata di mercoledì ha inflitto un brutto colpo alle ambizioni di Champions League dell’Aston Villa, che potrebbe recuperare terreno con le partite ancora da giocare ma dovrà affrontare avversari di rango e non avranno quindi vita facile.

Come l’Arsenal, l’Aston Villa avrà una gran voglia di rivalsa e di mettersi alle spalle un brutto risultato; restano da valutare le condizioni fisiche di una squadra che applica poco turnover e pratica un gioco molto dispendioso - due elementi che potrebbero pesare nella seconda parte della stagione.

CASA ARSENAL

La rabbia come benzina per ritrovare la vittoria.

La sconfitta rimediata a casa del Wolverhampton ha lasciato strascichi pesanti: da una parte la polemica per l’espulsione di David Luiz e il rigore concesso ai padroni di casa, dall’altra la sensazione di aver buttato al vento una vittoria più che meritata, principalmente a causa di una decisione arbitrale controversa.

Se oggi pomeriggio porteremo in campo la brillantezza dei primi 46 minuti della partita contro i Wolves e un pizzico di rabbia in più, allora ci sono buone possibilità di ritrovare la vittoria, che manca da due turni.

Se invece resteremo fermi a piangerci addosso per il torto subìto, dopo il Wolverhampton potremmo resuscitare un’altra squadra di moribondi.

LA FORMAZIONE

David Luiz non ci sarà. La Football Association ha rigettato l’appello del Club per l’annullamento della squalifica seguita al cartellino rosso rimediato contro i Wolves. Mentre Bednarek del Southampton è stato graziato per un fallo assolutamente identico, il brasiliano è stato punito. Il meraviglioso mondo degli arbitri inglesi…

Oltre al brasiliano, non ci saranno nemmeno Kieran Tierney, infortunato, e Bernd Leno, squalificato: lo scozzese è ancora alle prese con un guaio muscolare, difficile capire quando tornerà a disposizione.

Per il posto di portiere, salgono le quotazioni di Mat Ryan, che fino a ieri non si era allenato ma che ora sempre ristabilito e pronto a debuttare. Niente da fare quindi per Rúnar Rúnarsson, che siederà in panchina.

Se la difesa dovrebbe essere rivoluzionata dagli innesti di Mat Ryan e Gabriel, non mi aspetto molti cambi nelle altre zone del campo: Mikel Arteta ha fatto intendere che gli uomini in forma del momento giocheranno, quindi per i vari Pierre-Emerick Aubameyang, Dani Ceballos e Martin Ødegaard sarà solo panchina.

Questi i possibili XI in campo a Villa Park contro l’Aston Villa: Ryan, Bellerín, Holding, Gabriel, Cédric, Xhaka, Thomas, Saka, Smith Rowe, Pépé, Lacazette.

A disposizione: Rúnarsson, Chambers, Ceballos, Elneny, Ødegaard, Willian, Martinelli, Aubameyang, Nketiah.

@ClockEndItalia

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti