27 febbraio 2021

Fiuuuuuuu, ci siamo qualificati per gli ottavi di Europa League!
Pur soffrendo, siamo riusciti a portare a casa la partita più importante della stagione, almeno fino a qui: oggi però si torna in campo, nientemeno che a casa della terza in classifica.

L’AVVERSARIO

Eliminati in Europa League per mano dello Slavia Praga, gli uomini di Brendan Rodgers vorranno certamente ripartire alla grande in campionato, dove sono reduci da tre vittorie nelle ultime quattro partite.
Con il West Ham sconfitto dal Manchester City ieri, le Foxes hanno la possibilità di consolidare un posto tra le favorite per la qualificazione alla prossima Champions League, mancata crudelmente la passata stagione, e continuare il testa a testa con il Manchester United per la piazza d’onore.

Riuscirci, però, non sarà semplice perché l’infermeria è piena: Fofana, Pérez e soprattutto Maddison dovranno restare a guardare, così come Justin, Praet e il veterano Morgan.

Rodgers potrà però contare su Vardy, a cui piace sempre molto fare gol contro l’Arsenal, e su Barnes, in crescita costante.

CASA ARSENAL

Come gestire quest’ultima sfida, prima di un po’ di meritato riposo? Mikel Arteta avrà tante scelte importanti da fare, perché sono molti i giocatori che hanno accumulato minuti nell’ultimo mese e mezzo.
Il più provato, Bukayo Saka, è anche il più decisivo: difficile fare a meno di un giocatore che, con un gol o un assist, cambia sistematicamente le partite.

Mikel Arteta dovrà decidere se chiedere un ultimo sforzo ai suoi uomini più in forma, con il rischio che sia quello di troppo, oppure prendere il rischio di alterare la struttura della squadra e affidarsi a gente meno in palla ma più freschi.

Con il Leicester decimato dagli infortuni e reduce dall’eliminazione in Europa League, penso che Mikel Arteta vorrà schierare la formazione migliore e provare a far bottino pieno al King Power Stadium.

LA FORMAZIONE

Ci saranno novità, rispetto alla partita contro il Benfica: giocatori come Cédric, Willian e potenzialmente anche Thomas Partey scalpitano per un posto tra i titolari, così come Nicolas Pépé e Gabriel Martinelli, anche se questi due sembrano meno nei pensieri di Mikel Arteta.

Possibile che Héctor Bellerín e Martin Ødegaard siedano in panchina, meno probabile che a riposare siano elementi fondamentali come Bukayo Saka, Pierre-Emerick Aubameyang, Kieran Tierney e Granit Xhaka.

Alexandre Lacazette e Mohamed Elneny potrebbero essere utilizzati a fini tattici, a seconda dell’andamento della partita, mentre in difesa immagino che Mikel Arteta prediligerà la continuità, anche se Rob Holding è stato dichiarato arruolabile dopo la commozione cerebrale sofferta contro il Benfica.

Questi i possibili XI in campo ad Atene contro il Leicester, al King Power Stadium: Leno, Cédric, David Luiz, Gabriel, Tierney, Xhaka, Ceballos, Saka, Smith Rowe, Willian, Aubameyang.

A disposizione: Ryan, Pablo Marí, Chambers, Elneny, Thomas, Pépé, Ødegaard, Martinelli, Lacazette.

@ClockEndItalia

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti