14 marzo 2021

Bastano tre parole: North London Derby
Ci sono tante cose in ballo, dall’orgoglio alle reali ambizioni europee di entrambe le squadre, e quello che ci aspetta sarà un pomeriggio ad altissima tensione.
Peccato che l’Emirates Stadium sarà vuoto, il derby merita tutt'altra cornice...

L’AVVERSARIO

Il due a zero interno contro la Dinamo Zagabria in Europa League è stato molto meno laborioso della nostra vittoria europea, senza contare che il fatto di non aver dovuto affrontare la trasferta.

Con Harry Kane e Son Heung-Min in grande spolvero e Gareth Bale che manda segnali evidenti di ripresa, il Tottenham arriva alla sfida con i galloni del favorito.

La classifica, pur non essendo quella dei pretendenti al titolo di qualche settimana fa, è comunque più interessante della nostra e, arrivati a questo punto, difficilmente non rispecchia i veri valori di ogni squadra.

Come da copione, il Tottenham verrà all’Emirates Stadium con il baricentro basso e la ferma intenzione di colpire in contropiede, non appena l’avversario commetterà un errore in fase d’impostazione; visti i recenti svarioni dei Gunners, la tattica sembra quella giusta. 

CASA ARSENAL

La bella vittoria a casa dell’Olympiacos è sminuita dagli errori individuali di alcuni dei nostri giocatori, per fortuna puniti solo parzialmente dalla compagine greca. Tali errori, se commessi contro il Tottenham, avrebbero effetti ben più nefasti.

Tra i novanta minuti disputati e il viaggio lampo verso e da Atene, i giocatori rischiano di sentire il peso dell’impegno infrasettimanale e quindi Mikel Arteta potrebbe effettuare un turnover più intenso di quanto l’importanza della partita possa suggerire.

Resta il fatto che quella di oggi pomeriggio è una delle ultime occasioni a disposizione per tornare in corso per l’Europa (quella minore, la Champions è lontanissima…), quindi Mikel Arteta e i giocatori hanno l’obbligo di provarle tutte per portare a casa i tre punti.

Oltre all’orgoglio cittadino, in ballo c’è molto di più...

LA FORMAZIONE

Non mi aspetto molte novità, rispetto alla formazione in campo ad Atene, ma credo che ci saranno un paio di cambi: Rob Holding potrebbe tornare titolare in difesa, mentre Willian potrebbe cedere il proprio posto a Emile Smith Rowe, pienamente recuperato.

Per il resto, pur visibilmente stanchi, sia Granit Xhaka che Bukayo Saka scenderanno regolarmente in campo, data la loro importanza nei meccanismi della squadra, mentre in attacco Pierre-Emerick Aubameyang resta intoccabile e Alexandre Lacazette dovrà accontentarsi della panchina.

Confermati anche Thomas Partey, Kieran Tierney, Martin Ødegaard e Héctor Bellerín, mentre Gabriel si gioca il posto con lo spagnolo Pablo Marí.

Questi i possibili XI in campo oggi all’Emirates Stadium per il North London Derby: Leno, Bellerín, Holding, Gabriel, Tierney, Thomas, Xhaka, Saka, Ødegaard, Smith Rowe, Aubameyang.

A disposizione: Ryan, David Luiz, Pablo Marí, Ceballos, Elneny, Willian, Pépé, Martinelli, Lacazette.

@ClockEndItalia

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti