17 marzo 2021

Ragazzi, possiamo fidarci di voi?
Domani, contro l’Olympiacos, ci giochiamo l’accesso ai quarti di finale di Europa League partendo da un vantaggio che - in tempi normali - ci farebbe dormire sonni tranquilli.

Ora, quanto normali sono i “tempi” attuali?

La vittoria del derby ci ha portato entusiasmo e ha ringalluzzito l’ambiente, tuttavia alcuni cali di concentrazione restano comunque preoccupanti; anche contro gli Sp*rs, infatti, abbiamo messo in pericolo il nostro sistema cardiocircolatorio senza motivo apparente - giusto per tradizione.

Abbiamo dominato, abbiamo rimontato lo svantaggio e avremmo dovuto gestire la superiorità numerica con estrema calma, invece ci siamo fatti prendere dal panico e dalla paura di vincere.

Così come in altre partite recenti, abbiamo fatto di tutto per complicarci la vita e rimettere in questione un risultato virtualmente acquisito, con tutte le ansie del caso.

Come impedire che succeda anche domani?

In tempi normali, per la partita di domani Mikel Arteta dovrebbe mandare in campo una formazione composta per lo più da giocatori solitamente poco impegnati in Premier League e lasciare a riposo i suoi uomini migliori per la difficile e importantissima trasferta a casa del West Ham, ma non è detto che lo faccia.

In tempi normali, domani giocatori come Thomas Partey, David Luiz, Pierre-Emerick Aubameyang, Bukayo Saka, Martin Ødegaard, Granit Xhaka, Emile Smith Rowe e Kieran Tierney dovrebbero partire dalla panchina perché le loro riserve dovrebbero poter gestire l’enorme vantaggio acquisito ad Atene e portare a casa la qualificazione - magari approfittando dell’occasione per mettere la pulce nell’orecchio del manager.

Non discuto il livello tecnico di Mohamed Elneny, Alexandre Lacazette, Willian, Nicolas Pépé, Rob Holding e compagnia ma mi preoccupa l’aspetto mentale: cosa succederebbe se l’Olympiacos dovesse passare in vantaggio nei minuti iniziali? Chi prenderebbe in mano la situazione, se le battute finali della partita vedessero la qualificazione ancora in bilico?

Per la sfida di domani sera chiedo solo di poter vivere una serata tranquilla, godermi appieno il bel calcio che stiamo proponendo e se possibile vedere qualche gol, in modo da poter risparmiare le mie coronarie e il mio fegato, che da inizio stagione stanno soffrendo più di quanto meritino.

Posso fidarmi di te, Arsenal?

@ClockEndItalia

Nessun commento:

Posta un commento

I Vostri Commenti